BeBorghi | Come organizzare un viaggio in Perù : itinerario, meteo, costi, spostamenti

Come organizzare un viaggio in Perù

Scritto da  on 
1 Settembre 2019

Con un annetto di ritardo mi sono finalmente decisa a scrivere del mio viaggio in Perù e questo non è che il primo di diversi articoli che scriverò sul paese più famoso (e turistico) del Sud America.

Il Perù non ha bisogno di presentazioni, e io, che sono malata di Sud America (qui trovate tutti gli articoli che ho già scritto), non potevo certo lasciarmelo scappare! Come gli altri paesi del Sud America che ho visitato (Cile, Argentina e Ecuador in particolare), viaggiare in Perù è molto facile e si presta ad essere esplorato con un viaggio fai-da-te, senza alcun problema. Chi ha poca dimestichezza o non ha tempo può comunque affidarsi ad un tour operator locale (vedi sotto). Ma andiamo con ordine..

Perù

Perù: documenti necessari e vaccinazioni

Per entrare in Perù non c’è bisogno di visto, a meno che non intendiate fermarvi per più di 183 giorni nel Paese. L’unico documento necessario è il passaporto, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Non ci sono vaccinazioni obbligatorie, ma si consigliano, le seguenti vaccinazioni: febbre gialla, epatite A e B, se intendete andare in Amazzonia. Ad ogni modo fate sempre riferimento al sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Esteri

Quando andare in Perù

In Perù si può andare tutto l’anno, senza particolare problemi, tenendo però a mente che le stagioni sono invertite rispetto alle nostre. Luglio e agosto corrispondono quindi all’inverno e dicembre-gennaio all’estate. La differenza la fanno le piogge: tra dicembre e febbraio piove abbastanza un pò ovunque e tantissimo in Amazzonia e a febbraio l’Inca Trail è chiuso per manutenzione. L’alta stagione turistica corrisponde ai mesi di giugno, luglio e agosto, ovvero la stagione secca e la stagione in cui gli Europei e i Nord Americani hanno le vacanze. In questi mesi il cielo è quasi sempre azzurro (tranne che a Lima, dove troverete foschia e cielo grigio) e le temperature sulle Ande sono molto rigide (si va anche sotto zero sul Titicaca e nella zona di Chivay) . Settembre-Ottobre e da marzo a maggio sono le stagione intermedie in cui il tempo è comunque buono, ma si spende un pò meno. 

Potrebbe interessarti anche:  Come organizzare un viaggio alle isole Galapagos: tutto quello che devi sapere (quanto costa, quando andare, crociera o no?..)
Perù - Rainbow Mountains

Come spostarsi in Perù

Bus

Come per molti altri paesi del Sudamerica,  gli autobus sono il mezzo più utilizzato sia dai local che dai turisti. La rete è capillare, le tariffe sono convenienti e le corse sono frequenti, soprattutto sulle linee a lunga percorrenza che collegano le località turistiche. Gli autobus sono nuovi e moderni e potrete prenotarvi un posto con sedile reclinabile a metà (il cosiddetto semi-cama) o completamente reclinabile (o cama, sugli autobus chiamati Royal o Executive). Tutti gli autobus hanno il bagno e vi forniscono anche uno snack e una bevanda (in quelli di lusso anche un pasto caldo!). Viaggiare di notte in autobus è un ottimo metodo per risparmiare soldi (non dovrete pagare una notte in hotel) e tempo. Tra le compagnie più utilizzate ci sono la Cruz del Sur , Oltursa, e Transportes Linea. Per comprare i biglietti del bus avrete sempre bisogno di mostrare il passaporto. 

Treno

Il treno è utilizzato quasi esclusivamente dai turisti e collega Aguas Caliente (Machu Picchu) a Cusc o Ollantaytambo e Cusco a Puno, sul lago Titicaca. Si tratta di treni panoramici, molto belli, e le due compagnie ferroviarie (privatizzate) che offrono questi collegamenti sono la Peru Rail e l’Inca Rail

Perù - treno

Aereo

Se non avete tanti giorni a disposizione, i voli interni (soprattutto quelli da e per Lima) sono indubbiamente un’ottima opzione. La principale compagnia che offre i voli interni è la LAN ; mi raccomando, fate sempre il check-in il giorno prima perchè l’overbooking qui è assolutamente la norma!!

Auto/Minivan

Le strade in Perù sono abbastanza buone, perlomeno quelle che portano alle località turistiche (fatta eccezione per la strada che porta alle Rainbow Mountain, che è a dir poco dissestata!) quindi potete anche valutare di affittare un auto e girare in autonomia. Io non ve lo consiglio troppo però, soprattutto per questioni economiche ma anche di comodità: fra altitudine e spostamenti, viaggiare in Perù può essere abbastanza stancante, meglio far guidare qualcun altro! 

Auto/minivan con conducente e tour operator locale

Come vi dicevo all’inizio, se non avete tempo di organizzarvi il viaggio o avete poca dimestichezza nel farlo, potete affidarvi ad un’agenzia locale che lo organizzerà al posto vostro e vi fornirà anche un auto/minivan con conducente. Io ho avuto esperienza con questa agenzia locale e mi sono trovata bene. Loro possono occuparsi anche di acquistare i biglietti d’ingresso per Machu Picchu o per l’Inca Trail. 

Taxi/Uber

Soprattutto a Lima vi troverete a dover utilizzare i taxi per spostarvi da un quartiere all’altro o dall’aeroporto all’hotel. Lima non è una città particolarmente sicura quindi il mio consiglio è di utilizzare sempre i taxi ufficiali (in aeroporto trovate i banchetti prima dell’uscita); quando siete in hotel/ristorante, fateveli chiamare da loro. Potete utilizzare anche Uber, ma, personalmente, a Lima mi è stato sconsigliato (sempre per questioni di sicurezza, perchè può farlo chiunque).

Potrebbe interessarti anche:  Il mio viaggio in Sud America tra Cile del nord, Argentina e Bolivia
Perù- come spostarsi

Cosa vedere in 2 settimane: l’itinerario

  1. arrivo a Lima
  2. Arequipa (o linee di Nazca/Huacachina)
  3. Arequipa
  4. Colca Canyon e Chivay
  5. Mirador de los Andes e Puno 
  6. Lago Titicaca
  7. Rainbow Mountains
  8. Cuzco
  9. Cuzco
  10. Valle Sagrada e Ollantaytambo
  11. Machu Picchu
  12. Cusco 
  13. Lima/Paracas
  14. Lima

Se avete più tempo il mio consiglio è quello di esplorare anche l’Amazzonia e, soprattutto, Huaraz e la Cordillera Blanca (a nord di Lima) con i suoi trekking incredibili. Ho inserito le dune di Huacachina e le linee di Nazca solo come opzione perchè io non ero troppo interessata, ma sicuramente potrete inserire entrambe tra Lima e Arequipa. 

Perù - itinerario 2 settimane

Dove dormire in Perù

L’Altitudine e il mal di montagna

Il Perù è attraversato dalle Ande, che qui raggiungono i 5000-6000 metri (una sciocchezza!). Questo spaventa molti viaggiatori, però vi voglio rassicurare: se si prendono le opportune precauzioni non si soffre di mal di montagna (anche se c’è una grande differenza individuale che non dipende da età, allenamento, ecc)! Le regole d’oro per evitare di non stare male sono:

  • L’acclimatamento (la prima volta che si raggiungono altitudini superiori ai 3500-4000 metri, è bene cercare di stare fermi almeno un paio di giorni prima di spostarsi)
  • Andare ad altitudini crescenti (l’itinerario proposto fa proprio questo..)
  • Bere sempre molta acqua (e poco alcol) e mangiare leggero
  • Utilizzare rimedi naturali (es. le famose foglie di coca) o meno (es. il diuretico Diamox, che potrete portarvi dall’Italia). 

La sicurezza in Perù

Il Perù è un paese tendenzialmente sicuro e vi basterà attenervi alle regole del buon senso. L’unico posto che non ho percepito come sicuro è Lima. Al di fuori del centro storico o dei quartieri “ricchi” di Miraflores e Barranco non è una città ritenuta sicura e gli stessi peruviani ti ripetono di stare attento. Lungo il percorso di 1h tra l’aeroporto e il centro/Miraflores molti turisti vengono derubati, ma vi basterà tenere la borsa o lo zaino non i vista sul sedile del taxi. Idem quando camminate, cercate di camminare sempre abbastanza vicino al muro e con la borsa a tracolla perchè gli scippi con il motorino sono abbastanza frequenti. 

Potrebbe interessarti anche:  Come organizzare un viaggio in Patagonia e Terra del Fuoco
Perù -altitudine

Quanto si spende: moneta e costo della vita

Il Perù è un paese economico per noi. La moneta ufficiale è il SOL (cambio a settembre 2019  1 euro= 3,74 sol). Troverete bancomat ovunque e non avrete problemi a prelevare con le più comuni carte di credito. In generale invece evitate di strisciare perchè le commissioni sono alte e spesso non accettano le carte di credito. Le cose più care del viaggio saranno il biglietto d’ingresso a Machu Picchu (o l’Inca Trail) e il treno per raggiungere Aguas Caliente (ma ci sono modi per risparmiare un pò). Un Pasto completo lo trovate a partire da 5 euro e un letto in ostello vi costa tra i 5 e i 10 euro (in un hotel carino circa 20-25 euro a persona).

Internet e SIM 

Se volete restare sempre connessi  e poter fare delle telefonate (anche locali) vi conviene comprare una SIM locale. Io l’ho fatta con Claro (uno degli operatori più grossi che prende abbastanza bene ovunque) e ho pagato intorno ai 10 euro per avere telefonate + 3G di internet. Non la comprate in aeroporto che costa di più! In centro a Lima, su Jiron de la Union, ma anche a Miraflores, le trovate a meno. Tutti gli alberghi/ostelli comunque hanno il wifi (tranne che sul lago Titicaca, dove il cellulare prende poco in generale). 

Perù - Machu Picchu

Cose da prenotare prima di partire

Indipendentemente dalla stagione in cui ci andrete, vi consiglio di comprare il biglietto del  treno A/R tra Ollantaytambo e Aguas Caliente (Machu Picchu) e il biglietto d’ingresso a Machu Picchu/inca Trail con largo anticipo!! Per comprare il biglietto d’ingresso a Machu Picchu dovrete usare il sito ufficiale  o dal sito di Get Your Guide (vedi box sotto). Trovate tutte le info super-dettagliate nell’articolo Machu Picchu e Inca Trail (Perù): come arrivare, biglietti, costi.

Se andate in Perù in alta stagione non avrete troppi problemi a prenotarvi le strutture mano mano, ma potreste avere poca scelta, quindi il mio consiglio è quello di prenotarvi anche buona parte degli alloggi già prima di partire. I bus potrete invece prenderli man mano, una volta sul posto.

Cosa mettere nello zaino

Considerate le altitudini, per un viaggio in Perù non può mancare un abbigliamento tecnico e soprattutto molto caldo. Non dimenticate di mettere in valigia:

  • scarpe da trekking
  • maglie termiche
  • piumino
  • giacca antivento impermeabile
  • guanti
  • cappello
  • sciarpa
  • protezione solare alta
  • calzamaglia
  • pile/felpa
  • farmaci per l’altitudine (Diamox)
  • abbigliamento più leggero per quando sarete a bassa quota

Trovate tanti altri consigli su come fare lo zaino nell’articolo Come preparare lo zaino da viaggio: il perfetto backpacker  

Perù

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.