BeBorghi | Cosa vedere ad Ayutthaya (Thailandia)

Cosa vedere ad Ayutthaya (Thailandia)

Scritto da  on 
18 Marzo 2020
  • Ayutthaya

L’antica capitale della Thailandia si trova su un’isola alla confluenza di 2 fiumi e quello che si visita oggi sono i magnifici resti dei templi e dei palazzi reali (riconosciuti Patrimonio dell’Umanità UNESCO). Pensate che era talmente importante che, nel periodo di massimo splendore (intorno al 1650) contava 1 milione di abitanti!! I resti di alcuni templi sono davvero spettacolari (qui c’è anche la famosa testa di buddha circondata dalle radici) ma devo ammettere che ricordavo ben poco (ho la memoria di un pesce rosso..ma sono anche passati 15 anni!). Con il senno di poi sono molto contenta di esserci tornata perchè è davvero bella; se venite in Thailandia per la prima volta è sicuramente una destinazione da non perdere!

Come raggiungere Ayutthaya da Bangkok

Ayutthaya si trova a nord di Bangkok, e i mezzi più comodi per raggiungerla dalla capitake sono il bus e il treno.

In treno

I treni partono dalla stazione di Bangkok Hualamphong, vicina a Chinatown e al fiume. Ce ne sono almeno 25-30 al giorno e impiegano 1,5-2h. Se pensate di visitare Bangkok al ritorno del vostro viaggio (cosa che io consiglio sempre di fare), potete anche pensare di partire per Ayutthaya direttamente dalla stazione ferroviaria che si trova dentro l’Aeroporto Internazionale di Suvarnabhumi. In questo caso vi eviterete di buttarvi nel traffico di Bangkok per raggiungere il centro città (se vi va bene ci vogliono minimo 45’!). Potete comprare i biglietti direttamente nelle stazioni o tramite questo sito se volete organizzarvi il viaggio da casa senza perdere tempo in loco. Se contate di visitare Ayutthaya in giornata e ripartire verso un’altra destinazione la sera stessa (Sukhothai o Chiang Mai per esempio..come ho fatto io), potete lasciare lo zaino/valigia al deposito bagagli della stazione al costo di 10B.

In bus

Ayutthaya si può raggiungere facilmente anche in bus (si impiega più o meno lo stesso tempo) partendo dalla stazione Nord (Mo Chit) o dalla zona di Khao San Road. Io per esempio dormivo in zona Khao San e ho preferito utilizzare uno dei tanti servizi di minibus che partono da qui prenotandolo da questo sito (9,4 euro). I mininibus sono da 14-16 persone e sono abbastanza confortevoli. Vi lasciano al mercato Chao Phrom di Ayutthaya.

Potrebbe interessarti anche:  Il mio viaggio in Thailandia al tempo del Corona Virus: quando il "non potrà mica succedere?!?" invece succede! Il racconto emozionale del viaggio e cosa ho imparato
Ayutthaya

Come spostarsi ad Ayutthaya

Per spostarsi ad Ayutthaya, per vedere i diversi templi, avete diverse possibilità. Potete farvela a piedi (come ho fatto io, partendo dal Tourist Center, sono circa 10-11 km), in bicicletta (le potete affittare davanti alla stazione ferroviaria o al mercato per 50 B) o in tuk tuk (quasi tutti offrono un tour dei 3 templi principali con una sosta di 20’ ciascuno per 200B). Io ho preso un tuk tuk dalla stazione fino al Tourist Center (per 100B) e da lì poi me la girata tutta a piedi e tornando poi stazione (per “tagliare” ci sono delle barche che, dal mercato, vi permettono di attraversare il fiume per 5B). Ovviamente vi deve piacere camminare! Le distanze ci sono e camminare sotto al sole cocente e 35-38° può essere davvero pesante. Di ombra ce n’è molto poca.

Cosa vedere ad Ayutthaya: i templi da non perdere

Per quanto riguarda i biglietti, al visitor center vendono un biglietto cumulativo a 220B che include 6 templi (con un risparmio di 80B se avete intenzione di vederli tutti). In alternativa, l’ingresso singolo costa 50B per ogni tempio.  Io ho deciso di comprarli singoli perchè ho deciso di vedere solo 4 templi (di cui parlerò sotto), di cui uno è ad ingresso gratuito. Mi raccomando, pur essendo di fatto un sito archeologico, per entrare in ogni tempio dovrete avere braccia e gambe coperte!! 

Se partite dal Tourist Center (che si trova più o meno al centro dell’isola, all’interno del quale c’è anche un bel museo) il mio consiglio è di non perdervi assolutamente questi 4 templi. Potete visitarli seguendo quest’ordine:

1)Wham Phra Mongkol Bophit

Questo tempio in realtà è l’unico tempio non antico che vedrete, ma è uno dei templi più venerati dai pellegrini thailandesi perchè ospita uno dei più grandi buddha in bronzo della Thailandia. Quello originale è stato distrutto dai birmani nel XVIII secolo, e sempre loro hanno contribuito alla ricostruzione nel 1956. All’interno del tempio ci sono le foto d’epoca (bellissime) di com’era il tempio prima della ricostruzione e ti viene veramente da dire che avrebbero potuto lasciarlo così, come hanno fatto per tutti gli altri templi, aveva molto più fascino. Il tempio è a ingresso gratuito. 

2)Wat Phra Si Sanphet 

Il Wat Phra Si Sanphet  un tempo era il più maestoso dei templi di Ayutthaya (intorno al 1450-1500) ed era stato costruito come cappella privata reale. Oggi rimangono i 3 chedi che furono costruiti per ospitare le ceneri di 3 Re (e poco più) e rappresentano l’immagine più iconica di Ayutthaya. È un luogo molto suggestivo. 

Potrebbe interessarti anche:  Le meraviglie delle Andamane (Thailandia): le isole Similan e Surin
Ayutthaya
Ayutthaya

3)Wat Mahatrat 

Questo nome indica che il tempio fu eretto per custodire le reliquie del Buddha secondo le cronache reali. Lo scrigno d’oro contenente le ceneri fu collocato sotto ad un prang (una specie di pagoda) alta 38 mt. Ora ci sono i bellissimi resti di questo prang, ma il Wat Mahatrat è famoso soprattutto per testa del buddha oramai inglobata tra le radici di un albero. Se volete farvi una foto davanti alla testa dovrete necessariamente sedervi sulla pedana che vi si trova di fronte (no foto in piedi davanti al buddha). 

4)Wat Ratchanburana 

Molto vicino al Wat Mahatrat c’è poi il Wat Ratchanburana, altrettanto bello. Qui c’è un prang molto alto in cui si può salire per entrare a vedere la cripta con delle pitture murarie. Oltre al prang ci sono anche i resti di diversi chedi simili a quelli che si vedono in Sri Lanka. 

Se avete più tempo vi consiglio di vedere anche il Wat Chai Wathanaram e il Wat Phanan Choeng, che si trovano entrambi fuori dall’isola, sull’altro lato del fiume. Per raggiungerli però avrete bisogno di una bicicletta (minimo) o di un tuk tuk. 

Ayutthaya
Ayutthaya

Dove mangiare ad Ayutthaya

Burinda: questo ristorantino si trova proprio davanti al Wat Ratchanburana. Ha i piatti tipici della cucina thai, ben fatti e molto buoni. Lì accanto poi c’è una caffetteria molto carina su 3 piani dove prendere un buon espresso. 

Dove dormire ad Ayutthaya

Pan Din Boutique : Il Pan Din Boutique è una struttura semplice ma molto carina. Si trova a 1,5 km dal parco archeologico di Ayutthaya e potrete affittare direttamente da loro le biciclette. 

Ayutthaya

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.