BeBorghi | Lisbona insolita: 10 luoghi nascosti e fuori dai cirtuiti turistici

Lisbona insolita: 10 luoghi da vedere per sentirsi local

Scritto da  on 
9 Marzo 2016

A mio modesto parere, Lisbona è una delle città più dinamiche d’Europa; cambia e si trasforma continuamente. Ci sono stata la prima volta quasi 20 anni fa per poi tornarci tante volte negli ultimi anni e ogni volta rimango stupita. L’amministrazione della città sta investendo tantissimo per promuovere (a suon di leggi) gli investimenti stranieri sul territorio, e sta de-tassando gli investitori interni. I risultati si vedono eccome! Il boom di visite straniere a Lisbona e nell’intero Portogallo ha raggiunto nel 2015 livelli mai visti prima. Ex quartieri malfamati che diventano di moda, nuovi musei, nuovi spazi espositivi e grandi infrastrutture, senza però mai perdere la sua identità. Se ci andate per la prima volta e per pochi giorni ovviamente dovrete dedicarvi alla visita dei posti più “classici” (trovate tutto nel mio articolo precedente su Lisbona), ma se avete più tempo potrete scoprire dei luoghi più insoliti e alternativi che vi faranno sentire un lisbonese doc.

1) Plaça Prìncipe Real

Alle spalle del barrio alto si apre la rilassante Placa Prìncipe Real con un bel giardino di palme al centro. Riconvertita negli ultimi anni, è diventata una zona bohémien; intorno alla piazza sono sorti locali, ristoranti, botteghe di antiquariato e negozi di design. Al civico 26 della piazza, ad es, c’è il bel palazzo moresco Ribeiro da Cunha che racchiude concept stores, bar (Gin Lover, per gli amanti del gin) ed un ristorante. Se siete in zona la domenica mattina fate un salto al Mercado Organico al centro del giardino, ottimo per improvvisare un picnic sul prato. Poco distante dalla piazza il Giardino Botanico è un altro bel posto dove rilassasi tra fiori e piante.

Lisbona

2) LX Factory

LX Factory si trova in un ex complesso industriale dedicato alla stampa dei giornali e quotidiani Portoghesi riconvertito dal 2008 ad oggi in atelier, ristoranti, librerie, spazi di coworking, teatri, laboratori, ecc. È un complesso molto attivo: il viale centrale e tutta l’aria Open Air ad esempio vengono utilizzati per il mercatino Vintage della domenica, per concerti e per vari festival\eventi soprattutto nei mesi estivi. Su tutto, non perdetevi la bellissima Livraria Ler Devagar ed i murales sparsi per tutta l’area.
L’LX Factory è un’ottima scelta anche per la sera: ristoranti super cool e bei locali. La vista del ponte XXV giugno poi da qui è incredibile, vi sembrerà di stare a Brooklyn!

Lisbona

3) Intendente

Questo quartiere leggermente defilato dal centro è il quartiere hype del momento. Di recentissima riqualificazione (2014/2015) è ancora un bel mix di palazzi diroccati e decadenti e palazzi stupendi tirati a lucido. Centro del quartiere è Largo do Intendente, una bella piazza su cui si aprono bar e negozi. Oltre a perdersi nelle vie intorno e mangiare i migliori kebab della città, le cose assolutamente da non perdere qui sono: “A vida portuguesa” (un negozio d’ispirazione vintage ricco di oggetti per la casa incredibile! Impossibile uscire a mani vuote) e “Casa Independente”, un nuovissimo progetto artistico e associazione culturale. Non troverete l’insegna di Casa Independente, ma è al 1° piano nel palazzo di fronte al negozio “A vida portuguesa”); all’interno ci sono spazi di cowoking (solo per artisti), stanze per il tempo libero ed una caffetteria con terrazzo interno. Il venerdì ed il sabato sera fanno musica dal vivo e dj-set.
Lisbona

 4) Mercatino vintage di Santa Clara

Camminando per le vie secondarie dell’Alfama (il barrio sotto il castello di San Jorge) si ha l’impressione di stare in una medina araba. Insieme al barrio Graca e Castelo, l’Alfama è uno dei quartieri più antichi e autentici di Lisbona. Piccole piazzette, vicoli con i panni stesi e le note del fado nell’aria ovunque. Il barrio raggiunge l’apice della vivacità nel week-end con il famoso mercatino di chincaglieria in Campo de Santa Clara. Si trova di tutto e, se avete pazienza, riuscite a scovare piccoli tesori.
Lisbona

5) Museo Coleçcao Berardo

Il più grande magnate d’arte portoghese, Josè Berardo, ha finanziato questo bellissimo museo a Belem, proprio di fronte al Monasteiro de los Jeronimos. Il contrasto con quest’ultimo è veramente impressionante; si passa dal tripudio di ghirigori dell’arte manuelina ad un architettura geometrica e minimal. Questa collezione ha ben poco da invidiare alle altre gallerie d’arte contemporanea di Londra, New York o Shanghai, eppure è semi-sconosciuta. Qui c’è il meglio dell’arte moderna e contemporanea, tele importanti di Mirò, Pollock, Picasso, Warhol, allestite in maniera magnifica. All’interno c’è anche un bel ristorante con terrazza vista mare, la Cafeteria Quadrante. Una chicca: l’ingresso è pure gratuito!
lisbona insolita

 6) Una gita a Cacilhas

Dal molo di Cais do Sodré, ogni 20 minuti parte un traghetto che va sull’altra sponda del Tejo, nel paese di Cacilhas. Appena attraccati, la prima cosa che si vede è l’enorme veliero che fu della marina portoghese nell’800. Accanto, se guardate bene c’è anche un sommergibile. Da lì vi conviene prendere il tram che sale verso il Cristo Rei (bisogna scendere alla fermata “Almada” e poi proseguire a piedi), il monumento visibile da ogni parte della città. La vista dal Cristo è molto bella, sopratutto sul ponte 25 de abril. Scendete poi a piedi di nuovo verso il lungo fiume attraversando il paesino di Cacilhas e fermatevi (tappa obbligata!) a mangiare in uno dei due ristoranti che hanno i tavolini quasi sull’acqua. Prenotate l’ultimo tavolo del pontile al Ristorante Ponto Final, se c’è una giornata di sole vi sentirete dei re. In alternativa, è molto carino e buono anche l’altro, l’Atira.te. Continuando a costeggiare il fiume in 10 minuti tornerete all’imbarcadero.
Lisbona

 7) Fabrica Braço de Prata  

Fabrica Braco de Prata è un centro culturale nato in un ex-fabbrica riconvertita nel quartiere omonimo. Arrivando qui (rigorosamente in taxi di sera, tanto costano pochissimo!) si ha l’impressione di essere finiti in mezzo al nulla. Poi si entra in questo edificio e si apre un mondo, due piani di centro culturale con bar, libreria, ristorante e sale in cui ascoltare musica. È un centro molto attivo, controllate il programma dal loro sito. Comunque secondo me sentiremo parlare molto presto di tutto questo quartiere di Braco de Prata; è un’altra di quelle zone che, da quartiere periferico e industriale, diventerà cool e alla moda.

Lisbona

8) In bicicletta fino a Belém

Uno dei motivi per cui amo molto Lisbona è che si trova su un fiume. Un modo per goderla in tutto il suo splendore è quello di percorrere buona parte del suo lungo fiume (il Tejo) in bicicletta; c’è la pista ciclabile quasi ovunque. Le bici si affittano in diversi punti della città ed è anche possibile prenotarle on-line da questo sitoUn itinerario molto bello è quello che va da Placa do Comércio a Belém, passando a LX Factory o in andata o in ritorno.

Lisbona

9) Una serata a Cais do Sodré

La prima volta che andai a Lisbona nel 1999, mi capitò di passare in questo quartiere e mi sentii molto in difficoltà. Era il classico quartiere a luci rosse vicino al porto dove i marinai andavano a bere in cerca di compagnia. Dal 2011 è stato completamente “bonificato” ed è diventato il quartiere che compete con il Barrio Alto per numero di bar e di locali. La via principale (Rua Nova do Carvalho) è diventata pedonale e durante le serate del week-end si fa fatica a camminare. Ci sono bar, locali e ristoranti di tutti i generi; tra tutti ce ne sono due a cui sono particolarmente affezionata. Uno è Pensao Amor, un ex bordello come si deduce dal nome, ora diventato locale con bar e libreria erotica, e l’altro è Sol e Pesca, un minuscolo bar (un tempo negozio di articoli per la pesca) in cui il piatto forte ovviamente sono le sardine in scatola. Sempre in zona c’è il Mercato da Ribeira (gestito da Time Out), un ex mercato del pesce ora diventato un luogo dove poter mangiare tutte le eccellenze della città; al suo interno ci sono i corner di street-food dei più importanti e buoni ristoranti di Lisbona. 

lisbona insolita

10) Museo Nacional do Azulejo

Tra i tanti musei di Lisbona, il Museo Nacional do Azulejo è tra quelli da non perdere (anche se leggermente defilato dal centro)! Questo museo si trova all’interno di un bellissimo convento manuelino del 1500 dove tutte le sale, le cappelle ed i chiostri raccontano 500 anni di storia portoghese con gli azulejos (le famose maioliche smaltate portoghesi). Non mancate di prendervi un caffè nel bar del museo che si trova nell’ex-refettorio e si affaccia su un bel cortile. Per il pasto principale invece dirigetevi poco lontano da lì, al Ristorante Maritima de Xabrega: uno dei migliori di tutta Lisbona per mangiare il baccalà!

lisbona insolitaAd ottobre di quest’anno poi ci sarà un motivo in più per tornare a Lisbona: a Belém inaugurerà il nuovissimo MAAT (Museum for Art, Architecture and Technology).

Per l’elenco dei ristoranti, dei locali e dei posti dove dormire vi rimando all’Articolo “Cosa vedere a Lisbona: gli imperdibili” 

Potrebbe interessarti anche:  Marrakech insolita: dove andare per sentirsi local

[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

18 Commenti

on Lisbona insolita: 10 luoghi da vedere per sentirsi local.
  1. Avatar
    |

    Bello! Mi piacerebbe molto andare qui e forse questo anno possa. Grazie mille per l’articolo

    • Valentina Borghi
      |

      Grazie Iree!!
      Vedrai che Lisbona non ti deluderà
      Se hai bisogno di altre informazioni scrivimi senza problemi. A presto

    • Avatar
      |

      Buongiorno Valentina,
      Sono in partenza per un lungo we a Lisbona, ho già prenotato un appartamentino nel quartiere di Alfama.
      Secondo te è una posizione giusta ?

      Grazie per un feed back
      Carlotta

      • Valentina Borghi
        |

        Ciao Carlotta, l’Alfama è perfetta e ti piacerà moltissimo.
        Buna Lisbona! 😉

    • Avatar
      Valerie
      |

      Ciao consigli su localini tipici dove si mangia bene e si paga poco ancche pesce….oggi arrivati prima scordonata

      • Valentina Borghi
        |

        Ciao Valeria, scusa..mi ero persa il tuo commento e immagino che si troppo tardi 🙁

  2. Avatar
    |

    Quanti bei posti da vedere! Lisbona è una delle poche capitali europee che non ho mai visitato e non vedo l’ora di andarci a giugno con te e le altre blogger 😉 #sivalisbona

    • Valentina Borghi
      |

      Anche io non vedo l’ora di tornarci con voi, e soprattutto…di conoscervi! 🙂 #sivalisbona

  3. Avatar
    |

    Da anni vorrei andare a Lisbona, e sono la prima a stupirmi di non esserci ancora stata… sembra davvero vitale e creativa da come la descrivi!

    • Valentina Borghi
      |

      Lisbona è pazzesca!!! Io ci torneerò anche a giugno di nuovo, ormai ci vado almeno 1 o 2 volte l’anno 🙂

  4. Avatar
    |

    Ciao! Visterò Lisbona in agosto e siamo in 16 : 8 adulti e 8 ragazzini. L’anno scorso siamo stati ad Amsterdam e ci spostavamo solo in bicicletta. Secondo te è possibile fare altrettanto a Lisbona? Non solo, potresti consigliarmi una o due spiagge dove andare magari nel pomeriggio? Grazie mille e complimenti per i tuoi preziosissimi articoli! Fede

    • Valentina Borghi
      |

      Ciao Federica, scusa per il ritardo! Per quando riguarda la bicicletta,mmm per girare Lisbona la vedo ostica (la città si sviluppa su 7 colli). Potete sicuramente usarla per seguire la costa fino a Belen (c’è una pista ciclabile magnifica!). Riguardo alle spiagge purtroppo non so esserti d’aiuto, mi spiace 🙁
      A presto, Valentina

  5. Avatar
    |

    Ciao.andro’ a Lisbona tra 10 gg con mia moglie.avresti una guida da consigliarmi? Il primo giorno mi piacerebbe.grazie per gli ottimi consigli intanto

  6. Avatar
    |

    buongiorno Valentina
    ma che bella sorpresa scoprire il tuo blog!
    Con mio figlio 13enne passeremo la settimana di Pasqua a Lisbona. Ho prenotato nel Bairro alto e pensavo di girarla in lungo e in largo. A piedi, in tram, con gli escaladores, in barca…. insomma mi sembra ci sia proprio di tutto. Grazie per la proposta di Cacilhas che faremo di sicuro. Ormai sono giorni che navigo in rete e mi interesso ai siti da visitare. Di sicuro andremo anche a Sintra. Mi piacerebbe visitare anche un particolare parco o giardino di cui ho visto delle foto stupende ma NON trovo dove sia. Sapresti aiutarmi?
    Grazie e buona giornata Barbara

    • Valentina Borghi
      |

      Ciao Barbara!
      Ti riferisci alle foto dei miei articoli? Le foto dei giardini sono di Placa Principe Real. Ti consiglio anche il Giardino Botanico di Belem se riesci, un posto magico.
      Buona Lisbona!!

  7. Avatar
    Alma Maraghini
    |

    grazie, notizie molto importanti per me che ti somiglio in quello che cerchi in un viaggio, amo conoscere, vedere e capire il mondo e come te adoro i gatti! ti racconterò poi la nostra esperienza! ancora grazie Alma

    • Valentina Borghi
      |

      Ciao Alma, bene, mi molto piacere 🙂 Sono tornata a Lisbona anche 2 settimane fa, appena ho un minuto vorrei scrivere un terzo articolo su questa città che amo alla follia. Buon viaggio!!

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.