BeBorghi | Cosa vedere a Lubiana: 10 posti da non perdere

Cosa vedere a Lubiana: 10 posti da non perdere

Scritto da  on 
1 Maggio 2019
  • Lubiana

Lubiana, o per essere più precisi Ljubljana, è la capitale della Slovenia e si trova letteralmente al centro della nazione. La Slovenia ha infatti quattro strade principali e l’intersezione di questa sorta di X è proprio Lubiana.

È una delle capitali europee meno conosciute e più piccine e secondo me si tratta di un vero e proprio tesoro nascosto; a me è piaciuta molto sia per i luoghi che per l’atmosfera molto bohemienne e giovanile.  Non essendo molto grande, si visita tranquillamente in un giorno o in un week-end e, grazie alla sua posizione centrale, è anche un perfetto punto di partenza per esplorare tutte le meraviglie che la Slovenia ha da offrire (come il lago di Bled, le grotte di Postumia, ecc)! Io, ad esempio, ci sono stata dopo aver trascorso qualche giorno di relax nel glamping del Big Berry (in questo articolo trovate tutte le info) ed è stata una combinazione perfetta.  Se vi ho convinti, e spero proprio di sì perché vi assicuro che è un gioiellino, in questo articolo trovate tutto ciò che c’è da sapere per godervi appieno una vacanza nella capitale slovena.

Lubiana

Cosa vedere a Lubiana

1. Vecchia Lubiana: il progetto di Jože Plečnik

Come vi accennavo, Lubiana non è la classica capitale-metropoli. Anzi, il centro storico si visita tranquillamente a piedi e comprende tutta la Lubiana medievale, un tempo demarcata dalle mura di cinta della città vecchia. Piazza Prešeren è un punto di partenza obbligatorio. È una piazza sviluppatasi da un crocevia lungo le mura e si affaccia sul fiume Ljubljanica. Il famoso Ponte Triplo di Plečnik è la prima cosa da vedere assolutamente. Se a Barcellona c’è Gaudi, a Lubiana troverete Jože Plečnik. Architetto visionario del Novecento, è divenuto famoso a livello internazionale e ha progettato molti dei monumenti simbolo della città, tra cui il mercato centrale e la biblioteca nazionale. Attraversato il ponte, vi troverete di fronte alla chiesa rosa dei francescani e al monumento in onore del più grande poeta sloveno, France Prešeren, a cui è dedicata l’intera piazza. Prendendo la piazza come punto di riferimento, vi consiglio di passeggiare un paio d’ore per le vie della città vecchia e di godervi questo pittoresco centro storico. A Lubiana periodi storici diversi si incontrano in un miscuglio suggestivo. Vedrete costruzioni medievali alternarsi a edifici barocchi come il Municipio cittadino. Da non perdere l’iconico Ponte dei Draghi, il mercato centrale e il lungofiume.

2. Piazza della Rivoluzione francese

La Piazza della Rivoluzione Francese si trova a pochi passi dalla biblioteca nazionale e anche qui immancabilmente Plečnik è intervenuto in fase di restauro. Non è molto grande e di solito viene ignorata dai turisti a favore di location più appariscenti, ma a me è piaciuta e vi consiglio di farci un salto. Nel mezzo della piazza c’è un obelisco dedicato a Napoleone e un monumento in ricordo della Rivoluzione francese. Lì vicino si trova anche il complesso di Križanke, un monastero del XIII secolo dove in estate si tengono esibizioni e concerti all’aperto.

Potrebbe interessarti anche:  Glamping in Slovenia: una vacanza al Big-Berry tra natura, cibo, vino e sport
Lubiana

3. Piazza del Congresso

Vicina al fiume e all’università, la Piazza del Congresso è una delle principali piazze della città. Sorge sulle rovine di un convento cappuccino e fu radicalmente ristrutturata per il Congresso di Lubiana del 1821, da cui poi prese il nome. Si sviluppa attorno al parco Zvezda ed ebbe grande importanza storica per lo sviluppo dello stato sloveno. Da questo luogo infatti la popolazione slovena dichiarò l’indipendenza dall’Austria-Ungheria nel 1918 e per alcuni anni venne ribattezzata Piazza della Rivoluzione. Gli edifici più importanti oltre all’università, sono la chiesa delle Orsoline e la Filarmonica.

4. Piazza della Repubblica: il cuore politico

La piazza Trg Republike è il cuore politico della capitale e mi ha molto colpito perché negli edifici e nell’architettura si intravede più chiaramente che nel resto della città il passato socialista del paese. Sul lato della piazza si trova il Parlamento e i due edifici più alti, per gli standard della città veri e propri grattacieli, erano la sede del partito comunista.  In questa piazza, nel 1991, fu dichiarata l’indipendenza del paese dalla Jugoslavia e, anche solo per l’importanza storica, è una tappa obbligatoria nella visita alla città.

Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere a Praga in 3 giorni
Lubiana

5. Parco Tivoli: il parco sotto al castello

Il Parco Tivoli è lo spazio verde più esteso della capitale e si sviluppa ai piedi del colle dove sorge il castello. È un parco molto grande con sentieri che si diramano in varie direzioni, stagni, fiori e alberi a perdita d’occhio. Non vi sto neanche a specificare chi ristrutturò l’intero parco perché mi sembra di essere ripetitiva, ma se state pensando a un certo Plečnik, avreste ragione. È il posto giusto per immergersi nella natura e ricaricare le batterie ed è anche di strada se volete salire al castello.

6. Il castello – Ljubljanski grad

Il castello di Lubiana, in sloveno Ljubljanski grad, è uno dei simboli della città ed essendo stato costruito in cima ad un colle, domina la capitale dall’alto ed è visibile praticamente da dovunque ci si trovi.  Lo stesso stemma di Lubiana raffigura un drago sopra al castello, quindi è una tappa obbligatoria. Non siete stati a Lubiana se non avete visto il suo Ljubljanski grad! Sarebbe un po’ come andare a Roma e perdersi il Colosseo. Se vi state già rassegnando ad una faticosa camminata in salita, ho buone notizie. Sì, salire il colle camminando è un’opzione, ma c’è anche una comoda funicolare che parte da piazza Krekov e vi porta direttamente al castello in pochi minuti. Il castello in sé è curato nei minimi dettagli e al suo interno ha varie esibizioni. L’edificio venne costruito nel 1200 e nel corso dei secoli ebbe vari usi e diversi occupanti. Per un po’ fu anche una prigione! Vi consiglio di passeggiare sulle mura, godervi il panorama e dedicare un po’ di tempo alla mostra sulla storia slovena, ben fatta e molto educativa.

Lubiana - castello

7. Quartieri di Krakovo e Trnovo: le zone local

Krakovo e Trnovo sono i due quartieri più antichi di Lubiana. Tra loro sono divisi dal canale Gradaščica e uno scenografico ponte, il ponte Trnovo, collega le due zone. È stato concepito come continuazione della chiesa Trnovo, o Trnovska cerkev e presenta statue su entrambi i lati, un po’ come fosse una navata. (Se ve lo state chiedendo…sì, tutto opera di Plečnik).

Krakovo è famoso per le rovine romane venute alla luce in vari scavi archeologici ed era anche conosciuto come il Montmartre di Lubiana a causa dei tanti artisti e poeti residenti. È un quartiere frequentato solo dai local e mi è piaciuto moltissimo.

8. Giardino Botanico

Mi conoscete, se c’è un giardino botanico nei paraggi, non posso fare a meno di farci un salto. Quello di Lubiana si trova vicino al parco Tivoli ed ha una storia centenaria. Venne fondato a inizio ‘800 e non ha mai più chiuso. Ha più di 4.000 tipi di piante diverse e c’è anche una maxi serra dove crescono specie vegetali esotiche e tropicali. Collaborano con istituti botanici da tutto il mondo e hanno anche una sezione dedicata alla ricerca e alla preservazione della flora locale.

Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere in Montenegro in 5 giorni
Lubiana

9. Metelkova Mesto: street art e cultura

Metelkova Mesto, in sloveno città Metelkova, è un complesso artistico e culturale che nacque negli anni Novanta quando un gruppo di persone occupò delle caserme austroungariche destinate alla demolizione. Così si formò il primo nucleo della comunità che anno dopo anno è cresciuta, diventando un punto di riferimento musicale e culturale per tutta la città. Organizzano festival, concerti alternativi, mostre e, neanche a dirlo, hanno decorato i muri e le strade con graffiti e opere d’arte. È un volto di Lubiana un po’ diverso, colorato ed eclettico. Magari fateci un giro di sera, quando si trasforma in punto di ritrovo per studenti e ragazzi del luogo.

Lubiana - Metelkova Mesto

Dove dormire a Lubiana

A Lubiana, se pensiamo ai prezzi delle capitali europee, costa tutto davvero pochissimo. Anche per questo è una meta perfetta per chi di voi viaggia con un budget modesto. Queste sono le mie due raccomandazioni e le ho scelte sia per l’ottimo rapporto qualità/prezzo che per la posizione super centrale.

  • B&B Hotel Ljubljana Park à camera spaziose e pulitissime e colazione a buffet molto ricca. Si trova vicino dalla stazione dei treni e degli autobus, perfetta per una toccata e fuga!
  • Hostel Tresor à ostello centralissimo, a due passi dalla piazza Prešeren e dal ponte Triplo. Sono disponibili sia letti in camerata che camere private. La struttura è moderna e lo staff super disponibile.

Dove Mangiare a Lubiana

Il cibo sloveno è rustico e saporito. Si sente molto l’influsso austroungarico quindi preparatevi a mangiare patate, stufati e carne a volontà

Druga Violina  à questo ristorante serve tradizionale cucina slovena e mi è piaciuto moltissimo. L’atmosfera è accogliente e le portate davvero abbondanti. Penso sia un ottimo punto di partenza per iniziare conoscere le specialità del paese.

Lubiana

Come spostarsi a Lubiana

Come avrete capito, Lubiana è sì una capitale, ma è fatta davvero a misura d’uomo. Se camminare non vi spaventa è tranquillamente visitabile a piedi. Ovviamente la città è provvista di un sistema di trasporti pubblici efficiente e molto conveniente quindi se siete stanchi di scarpinare, troverete bus di linea e fermate in giro per la città. Per utilizzarli bisogna comprare una tessera ricaricabile che costa 2€, che vi verranno rimborsati al momento della restituzione.

Personalmente, consiglio vivamente di noleggiare una bicicletta e godervi una bella pedalata per le vie della città. Visit Ljubljana organizza bike tour organizzati che toccano un po’ tutti i luoghi d’interesse e vi potrebbero aiutare ad orientarvi.

Lubiana

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.