BeBorghi | In vacanza a Ventotene: le spiagge, cosa vedere, dove dormire sull'isola Pontina

In vacanza a Ventotene: le spiagge, cosa vedere, dove dormire

Scritto da  on 
28 Maggio 2020
  • Ventotene

Abbiamo impiegato giusto quei 5 anni per scrivere finalmente un articolo su quest’isola che ci ha visto crescere (soprattutto mio fratello Stefano) e che amiamo moltissimo. Ventotene è una piccola isola al centro del Mediterraneo che vanta una storia davvero antica. I Romani vi costruirono un sacco di cose, l’acquedotto, il porto e una sontuosa villa per l’esilio dorato della figlia dell’imperatore Augusto, Giulia. Passarono poi secoli difficili con le invasioni dei pirati e i saccheggiamenti, fino all’arrivo dei Borbone (sì, sono sempre loro, i miei amati..) che la ripopolarono e costruirono gran parte del centro abitato (così come lo vediamo oggi) e il famoso carcere di Santo Stefano sulla microscopica isola di fronte. Oggi Ventotene è invece un’isola di pace e natura, dove ci si dimentica di tutto, e i motivi per visitarla sono davvero molti.    

Ventotene

10 motivi per andare in vacanza a Ventotene

1. Il motivo forse più valido è che si trova a poche ore da “casa”, ed è raro trovare posti così vicini che vi faranno sentire in “un altro mondo”: a Ventotene infatti perderete rapidamente la nozione del tempo e dello spazio, le vostre giornate saranno guidate solo dal vento e dal mare.

2. Pur essendo “minuscola” Ventotene ha una quantità di luoghi incredibili e ricchi di storia di tutte le epoche. Da quelle di epoca Romana ( il porto romano, Villa Giulia, Vasca Giulia, le Cisterne, il Murenario ) a quelli più “recenti” come il carcere borbonico di Santo Stefano, senza dimenticare il museo archeologico e l’affascinante museo della migrazione.

3. Ventotene è un’Area Marina Protetta: il mare intorno a Ventotene è fondamentalmente diviso in 3 grandi aree protette (trovate la mappa appena sbarcate al porto) con gradi di protezione differenti: mi raccomando, aiutate a salvaguardare questo mare fantastico rispettando le zone!

Potrebbe interessarti anche:  10 Agriturismi con piscina vicino Roma
Ventotene
Ventotene

4. A Ventotene potete imparare a navigare a vela con la storica Scuola Vela Ventotene. Questa scuola oltre a formare il sottoscritto (Stefano), continua a far innamorare della vela e del mare centinaia di ragazzi e adulti! Andate a scoprire cosa vi volevano dire quella volta che vi urlarono: “tutti a babordo!” o “cazza la randa!”

5. Se preferite stare sott’acqua piuttosto che sopra, sarete comunque accontentati: a Ventotene ci sono più di 30 spot di tutti i livelli per immersioni strepitose e molto varie. Dai relitti alle grotte! Le due scuole sub: il Diving World Ventotene e Ventotene Diving Academy vi porteranno a scoprire quelle più adatte a voi.

6. Sull’isola di Santo Stefano, di fronte all’isola principale, c’è un carcere, vi basti sapere che tra gli ultimi sfortunati “ospiti” di questo penitenziario ci fu un certo Sandro Pertini. Non perdetevi per nessuna ragione la visita guidata (informazioni al museo archeologico) per scoprire tutte la vita incredibile, ricca di colpi di scena, di questo luogo ormai abbandonato, da cui tra l’altro avrete una bellissima vista su Ventotene.

Ventotene

7. A Settembre, c’è una settimana ricca di eventi ed emozioni, la settimana di Santa Candida (la patrona dell’isola) che vedrete arrivare dal mare all’apertura delle celebrazioni. Potrete assistere ogni sera al lancio dei Palloni, e alle gare conclusive seduti sulla scalinata a zig zag del porto romano. Prenotate con largo anticipo perché oltre ai turisti, tutti i Ventotenesi sparsi per il mondo tornano qui durante questa settimana.

8. In primavera e in autunno, nel periodo della migrazione degli uccelli, Ventotene diventa una poltrona in prima fila per il birdwatching. Infatti gli uccelli che rientrano dall’Africa e non passano ne’ sulla Sicilia ne’ sulla Sardegna, trovano come primo posto dove riposarsi e rifocillarsi proprio quest’isoletta. Per saperne di più anche fuori dai momenti di maggior traffico potete andare a visitare il bellissimo Museo della migrazione.

9. Avete mai visto un porto fatto dai romani? Ebbene si, il porto romano (anche detto il porto vecchio), risale all’epoca romana ed é tutt’ora il porto più riparato dell’isola grazie anche alla sua struttura a L. Ai lati dell’imboccatura potete ancora ammirare le bitte fatte di tufo, che hanno incredibilmente resistito al passare degli anni.

10. Stenterete a crederlo ma è proprio a Ventotene che é nata l’idea di una federazione Europea. È qui infatti che Altiero Spinelli scrisse il manifesto “per un Europa libera ed unita” ed ogni anno si svolge a Ventotene la “settimana federalista” con incontri sul tema e con partecipanti che arrivano da tutto il mondo.

Potrebbe interessarti anche:  L’Asinara: cosa vedere, come spostarsi e come raggiungere questo paradiso della Sardegna
Ventotene
Ventotene

Come raggiungere Ventotene e come spostarsi sull’isola

Da dove ci si imbarca

Il porto d’imbarco principale é il porto di Formia, da dove partono le navi e gli aliscafi della Laziomar: due collegamenti al giorno. Tra luglio e settembre é anche possibile salpare da Napoli sugli aliscafi della Snav.

A seconda delle condizioni del mare però possono esserci cambiamenti dell’ultim’ora. Se volete esser sicuri dell’orario vi conviene telefonare alla biglietteria di Formia al numero 0771-267098.

Quanto ci si mette da Roma

Per raggiungere la stazione di Formia dalla Stazione Termini di Roma ci vuole circa 1h30 di treno, da Napoli poco meno. Una volta arrivati alla stazione se non avete molti bagagli potete raggiungere il porto in soli 10 minuti a piedi, iniziando dalla scalinata subito davanti la stazione, poi vi basterà seguire “il flusso”. Altrimenti potete prendere un taxi.

Il viaggio della nave, che solitamente parte il mattino, dura ca 2h di navigazione per raggiungere l’isola, mentre l’aliscafo del pomeriggio ci mette poco più di 1h.

Vale la pena portare un auto sull’isola?

Assolutamente NO! Oltre ad essere un’oasi naturalistica, vi assicuro che abbandonerete l’auto da qualche parte sull’isola dopo aver provato ad usarla (sempre che siate riusciti ad uscire dal porto senza cadere in acqua o rifare la fiancata su uno dei muri del centro). Sull’isola infatti c’è praticamente una strada e mezzo ed é TUTTA a senso unico alternato, quindi mentre i locali sono ormai abili nelle manovre e conoscono tutti i punti dove fermarsi per lasciar passare, voi vi ritroverete muso a muso con qualche auto che aspetta che capiate dove si trova la piazzola dove avreste dovuto fermarvi. Inoltre la maggior parte delle strutture prevedono il servizio di trasporto bagagli dal porto e viceversa, quindi anche all’arrivo e alla partenza siete “serviti”.

Altro fattore non trascurabile: l’isola é lunga 2.5 Km (scogli inclusi) e la gran parte delle case é entro il chilometro dal centro, ergo fatevi due passi e approfittate del paesaggio e dei mille dettagli dell’isola, senza dimenticare però di camminare tutti dallo stesso lato (eh sì le strade sono le stesse e non c’è spazio neanche per un marciapiede!)

Se siete arrivati a Formia in auto potete lasciarla in un parcheggio coperto (10-12€ al giorno) o scoperto (8€ al giorno) oppure imbarcarla sulla nave e sperare di trovare un posto al parcheggio del campo sportivo o della vostra struttura.

Ventotene

Le spiagge di Ventotene

A Ventotene le spiagge vere e proprie sono due:

Cala Nave

È LA spiaggia dell’isola per eccellenza, una parte libera e un’altra con gli stabilimenti. È la più grande delle due ed è raggiungibile, da un lato, dalla panoramica scalinata dietro piazza castello (la piazza principale), dal lato opposto dalla scogliera dietro al faro (dove vedrete una parte delle strutture di epoca romana), o al centro attraverso uno spettacolare tunnel scavato nel tufo più difficile da trovare. L’entrata si trova all’estremo del porto romano, dietro quello che è chiamato “il pozzillo”; quando trovate i tavoli del ristorante “da Benito” avete trovato il tunnel!

Cala Rossano

L’avete vista inevitabilmente arrivando sull’isola, è infatti la spiaggia che si trova nella baia del porto nuovo. È più piccola e riparata, ed è la più frequentata dai locali. È tutta spiaggia libera e nel pomeriggio avrete anche dell’ombra naturale.

Parata Grande

Questa spiaggia è ormai inagibile a causa del pericolo di caduta di blocchi di tufo, ma potete andare a vedere un tramonto magnifico dalla strada che gli passa sopra.

Altri posti dove fare il bagno a Ventotene

All’interno dell’area marina però ci sono tantissime calette tranquille e riparate dove fare il bagno in tutta sicurezza che potete raggiungere con i taxi-boat che partono dal porto romano..

Ventotene
Ventotene

Dove Dormire a Ventotene

  • Hotel Agave & Ginestra :  per chi cerca il relax estremo. Questo hotel molto carino si trova a 2 km dal paese ed ha una vista spettacolare sul mare e sull’isola di S. Stefano. 
  • Hotel Villa Iulia : l’hotel si trova a due passi dal centro, su una scogliera che si affaccia sulla spiaggia di Cala Nave e sull’Isola di Santo Stefano. Le camere hanno tutte balcone o terrazza con vista mare.
  • Hotel Isolabella : hotel molto comodo che si trova a pochi passi dal porto, vicino alla piazza principale e con vista sulla splendida spiaggia di Cala Rossano. 
  • Hotel Borgo Cacciatori:  l’hotel si trova al centro dell’isola, a poco più di 1 km dal porto. Ha una piscina e una magnifica terrazza con vista. 
  • Hotel Mezzatorre: l’hotel si affaccia sulla piazza principale di Ventotene, ha l’accesso diretto tramite gradini alla spiaggia di Cala Nave e una vista mozzafiato sul mare.
  • Hotel Calabattaglia: hotel in posizione molto bella oltre il centro dell’isola, con un buon ristorante e una vista spettacolare. 
Dove dormire Ventotene

Domande e risposte rapide

Come si arriva a Ventotene?

Le navi e gli aliscafi della Laziomar partono tutto l’anno da Formia (2 collegamenti al giorno). Durante l’estate ci sono anche i collegamenti della Snav da Napoli.

Quando ci si mette ad arrivare a Ventotene da Roma o Napoli?

In totale ci vogliono tra le 3h e le 5h. Contate ca 1h30 di treno, una decina di minuti per andare dalla stazione di Forma al porto, un minimo di tempo al porto di margine, e poi 2 ore di nave o 1 ora di aliscafo e sbarcherete direttamente nel centro storico di Ventotene.

Vale la pena portare la macchina sull’isola?

Assolutamente NO! Venite in treno, o se proprio avete bisogno dell’auto lasciatela a Formia in un parcheggio custodito. Portandola sull’isola rischiate solo di rovinarvi la vacanza e anche l’auto.

Quante spiagge ci sono a Ventotene?

Le spiagge principali sono due. Cala Nave e Cala Rossano. Ma l’isola è ricca di cale tranquille e accessibili via mare dove fare il bagno e godersi l’area marina protetta. Chiedete ai Taxi-boat al porto romano.

Ecco altre alternative per un weekend:

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.