BeBorghi | Viaggio in Islanda: tutti i consigli su come organizzarlo

Viaggio in Islanda: tutti i consigli su come organizzarlo

Scritto da  on 
5 Febbraio 2020
  • Islanda Jokulsarlon

Dopo anni di attesa, nel 2019 anche io finalmente ho visistato l’Islanda! Alleluja!! Dopo la bancarotta del 2008 il paese si è ripreso e, dal 2015/2016 in poi c’è stato un vero e proprio boom turistico (complice anche l’abbassamento del prezzo dei voli con l’arrivo delle low cost). Inutile dire che è un paese davvero incredibile, pieno di acqua e di risorse naturali, abitato da meno di 400.000 abitanti. L’Islanda è una terra selvaggia e incontaminata come ce ne sono rimaste poche. Se intendete organizzare un viaggio nel paese ci sono alcune cose che è meglio sapere prima e le troverete tutte scritte in questo articolo (almeno spero, sennò ditemelo!) e negli articoli Islanda: cosa vedere in 10 giorni e Islanda low cost: 10 modi per risparmiare.

Come raggiungere l’Islanda

Il mezzo più comodo per raggiungere l’Islanda è naturalmente l’aereo. Dall’Italia ci sono diverse compagnie che volano sull’unico aeroporto internazionale dell’isola che si trova a Keflavik, circa 50 km a sud di Reykjavik. In estate (in linea di massima da giugno a settembre) esistono voli diretti da Milano con Icelandair che impiegano circa 4h; durante il resto dell’anno dovrete necessariamente fare scalo in altre città europee. Nella maggior parte dei casi a Copenaghen, Londra, Oslo o Francoforte. Vi consiglio, come sempre, di considerare uno scalo di almeno 2h minimo, per ridurre il rischio che il bagaglio rimanga nell’aeroporto di scalo. Nel malaugurato caso in cui il bagaglio non arrivasse con voi a Reykjavik…non temete! Ho potuto toccare con mano tutta l’efficienza dell’Islanda! Si occuperanno loro di portarvi il bagaglio anche in mezzo ai campi, in ogni angolo dell’isola, e lo fanno davvero! Esiste anche un collegamento via mare tra la Danimarca e l’Islanda ma dovrete avere un bel pò di tempo a disposizione. 

Come raggiungere il centro di Reykjavik dall’aeroporto di Keflavik

Le opzioni principali per raggiungere il centro di Reykjavik sono 2:

Bus pubblico della Straeto che costa 1560 ISK (circa 12 euro). Si può pagare direttamente a bordo, solo con carta. Ci mette 1 ora e 10 e arriva in pieno centro.

Bus della Flybus che costa 4999 ISK (36 euro) one way o 6999 ISK (50 euro) a/r, parte ogni 25-30 minuti e vi porta direttamente vicino al vostro hotel (fa diverse fermate in città) . Impiega circa 45 minuti. Quando comprate il biglietto vi daranno un fogliettino colorato perchè,  a metà del viaggio, verrete poi smistati su navette più piccole in base alla zona dell’hotel. Si può prenotare online o prendere in loco. Se comprate solo l’andata, il giorno dopo vi mandano il 10% di sconto per il ritorno sulla vostra mail. Quando dovrete prenderlo per il ritorno, prenotatelo online perchè vi diranno loro a quale orario prenderlo in base al vostro volo. I bus ci sono sempre in corrispondenza di tutti i voli, anche quelli che arrivano di notte. 

Potrebbe interessarti anche:  Islanda: cosa vedere in 10 giorni
Viaggio in Islanda - Itinerario

Quando andare in Islanda: l’aurora boreale e il sole di mezzanotte

Al di là di quello che si potrebbe pensare, in Islanda non fa mai troppo freddo, soprattutto considerata la sua latitudine. Questo grazie alla Corrente del Golfo che sfiora l’isola sui suoi versanti meridionale e sudoccidentale. A nord e al centro in pieno inverno si possono raggiungere i -15° ma a Reykjavik, ad esempio, raramente si scende sotto zero. A meno che non vogliate visitare l’Islanda con la neve o l’aurora boreale il periodo migliore per vedere un pò tutta l’Isola va da maggio fino a settembre, con luglio e agosto che sono i mesi di alta stagione in cui i prezzi salgono a dismisura. Se volete godere del sole di mezzanotte ovvero il sole che non tramonta mai dovrete andare a luglio.  Personalmente ci sono stata a metà settembre e sono stata contenta perchè le giornate erano ancora abbastanza lunghe e ho potuto vedere l’aurora boreale per ben due volte! Il problema dell’Islanda è che si trova in una zona di forti contrasti termici atmosferici e il tempo cambia drasticamente diverse volte al giorno passando dal sole alla grandine violenta. Nel nord poi spesso c’è vento molto forte (fate attenzione quando aprite le portiere delle auto!). Se volete concentrarvi sull’aurora boreale i mesi migliori vanno da ottobre a fino a marzo/aprile. Visitate il sito TimeAndDate per sapere gli orari di alba e tramonto in un determinato giorno e il sito Aurora per le previsioni riguardanti l’Aurora Boreale. 

Come spostarsi in Islanda: bus o auto?

Bus

Il modo più economico per spostarsi in Islanda è sicuramente il bus. La rete è molto estesa e copre tutte le aree turistiche. Esistono 3 compagnie principali: la Straeto (quella pubblica), che opera tutto l’anno e ha la rete più estesa, la Sterna e la SBA-Norouleid che funzionano a pieno regime da maggio a metà ottobre (e solo da fine giugno a fine agosto lungo le piste all’interno). Tutti i luoghi di interesse turistico sono coperti, tranne i fiordi di Nord-Ovest (dove praticamente tutte le strade sono sterrate). Se siete da soli o in 2 il bus è davvero l’opzione migliore per viaggiare in Islanda, anche se dovete considerare che alcune località (comprese quelle più frequentate) potrebbero essere collegate solo una volta al giorno. Alcune compagnie vendono un passport (un biglietto forfettario) che copre alcune zone e spesso è più conveniente che comprare i biglietti singoli quindi..informatevi prima!

Islanda ghiacciaio

Auto a noleggio

Se viaggiate almeno in 3 o se non avete particolari limiti di budget è indubbio che l’auto a noleggio sia il mezzo più comodo per esplorare l’Islanda, quello che vi garantisce totale libertà, oltre che per permettervi di ripararvi in caso di maltempo (cosa non da poco!). La Ring Road N.1 (la strada circolare che fa il giro completo dell’isola) è quasi completamente asfaltata, ma non lo sono le altre strade, sia quelle che attraversano l’interno, che quelle che raggiungono i fiordi. Il mio consiglio è quello di orientarvi su un auto 4×4 (possibilmente diesel per spendere meno in carburante), almeno non avrete problemi a raggiungere anche alcuni posti che si discostano un pò dalla Ring Road. Alcune strade (ad esempio quella della penisola di Vatnsnes o quelle dei fiordi di Nord-Ovest) sono davvero brutte e piene di buche e anche con il 4×4 bisogna andare a 10 km/h! Se poi ci andate in inverno il 4×4 è davvero obbligatorio. Il costo di un auto 4×4 varia tra i 50 e i 100 euro (o più) al giorno a seconda che si tratti di bassa o alta stagione (luglio e agosto); a queste cifre dovrete aggiungere l’assicurazione integrativa ed eventuali altre voci (es. secondo driver, ecc). Se invece ci andate nei mesi estivi prenotate il noleggio con largo anticipo (anche 2 mesi), altrimenti rischiate di non trovare nessuna auto disponibile. Per il noleggio auto io uso normalmente il motore di ricerca di Rentalcars, ma se volete risparmiare trovate tutti i consigli nell’articolo Islanda low cost: 10 consigli per risparmiare.

Le strade in Islanda

La Ring Road N.1 è tendenzialmente asfaltata, è in buono stato, ed è percorribile tutto l’anno (tranne durante le bufere di neve o altri eventi simili). Molte altre strade o piste (es. le F-roads, le strade di montagna) sono invece praticabili solo nei mesi estivi e sono chiuse negli altri mesi. Se non rispettate i cartelli di chiusura e vi trovate ad avere poi problemi con l’auto non sarete coperti dall’assicurazione quindi..ociooo! Ricordatevi di controllare (giornalmente) lo stato delle strade su questo sito prima di pianificare ogni itinerario che vada fuori dalla Ring Road!! 

Assicurazione, benzina e altri consigli

Quando noleggiate l’auto fate molta attenzione al tipo di assicurazione già inclusa. I car rental islandesi hanno delle coperture un pò diverse da quelle “classiche”; non coprono, ad esempio, i danni da agenti atmosferici (che sono più che frequenti visto il clima) nè gli pneumatici..quindi informatevi molto bene prima e, nel caso, comprate la KASCO o fate delle integrazioni all’assicurazione di base. 

Per quanto riguarda la benzina, troverete sempre dei benzinai lungo la Ring Road, anche se in alcuni punti (es. a nord) non ce ne saranno molti quindi, anche in questo caso, evitate di trovarvi con poca benzina in quei tratti. I distributori N1 sono i più diffusi e vi conviene acquistare subito delle carte prepagate  N1 (esistono da 5000, 10.000 o 20.000 ISK – 36, 72, 145 euro) perchè vi permettono di fare benzina in qualsiasi ora della giornata (gli orari degli shop a volte sono ridicoli!).

Fate attenzione a:

  • limiti di velocità (ci sono spesso postazioni radar per i controlli, soprattutto a sud)
  • cartelli di pericolo o di chiusura delle strade
  • pecore! Hanno l’abitudine di attraversare la strada proprio quando passano le auto! 
  • Parcheggi: spesso sono a pagamento ma non ci sono sbarre. Leggete bene i cartelli perchè ci sono comunque le telecamere e vi potrebbero poi arrivare delle multe. I parcheggi si pagano tutti con le carte di credito.
Potrebbe interessarti anche:  Islanda Low Cost: 10 modi per risparmiare
Islanda Godafoss

Dove dormire in Islanda

Un problema che ha dovuto affrontare l’Islanda negli ultimi anni è sicuramente quello delle ricettività. Con l’esplosione del turismo, soprattutto nei mesi estivi, la popolazione dell’isola triplica; le richieste sono molte e i posti letti non sono mai abbastanza. Se ci andate nei mesi estivi prenotate con largo anticipo altrimenti vi ritroverete a dormire in macchina se non avrete la tenda!! Le soluzioni per dormire in Islanda sono:

Campeggi

La soluzione più economica! In Islanda si trovano campeggi comunali o privati praticamente ovunque e una notte costa  dai 1000 ai 2000 ISK a persona (7-14 euro). Se pensate di campeggiare molto potete valutare di comprare la Camping Card  (159 euro – prezzo 2020)

che si può utilizzare per 2 adulti (e fino a 4 bambini) e vale 28 giorni. Con questa carta (che  una specie di prepagata) si può campeggiare liberamente in 38 campeggi convenzionati sparsi per l’Islanda. I campeggi in Islanda non si prenotano quindi potete andare liberamente ovunque (sperando che non sia tutto pieno!). La carta si può comprare on-line e ricevere a casa vostra oppure la potete comprare in diversi posti direttamente in loco. Se non volete portarvi l’attrezzatura da campeggio dall’Italia (soprattutto se volate con una compagnia low cost può essere improponibile!) potete noleggiare tutto direttamente lì tramite siti come questo

Cottage e Guest House

Esistono guest house di ogni tipo e con diversi livelli di comfort. Su questo motore di ricerca potete trovate quello che fa maggiormente al caso vostro. Il prezzo parte di solito dai 100-150 euro a notte.

Ostelli

In Islanda ci sono parecchio ostelli e possono rappresentare una soluzione economica perchè di solito hanno la cucina e potrete prepararvi i pasti. questo è il sito della rete islandese di ostelli affiliata a Hostelling International dove potrete vederli e prenotarli (spesso si trovano anche su sito di Booking). Il prezzo di una notte in camerata di solito parte da circa 20 euro a persona

Alberghi

Il livello degli alberghi in Islanda (tolta Reykjavik) non è particolarmente alto. Di solito gli alberghi sono molto basic ma funzionali (con le dovute eccezioni). Il prezzo di una camera doppia notte di solito non costa meno di 80-90 euro

Questi sono i posti dove ho dormito io:

  • Reykjavik:  Luna Apartments – bellissimi appartamenti di varia metratura proprio nel centro del città.
  • Isola di Vestmannaeyjar: Hótel Vestmannaeyjar l’hotel più bello dell’isola, con Spa e bar/ristorante interni ottimi
  • Vik: Black Beach Suites appartamenti molto belli con vista sulla costa e sul mare
  • Hofn: Fosshótel Vatnajökull – hotel molto bello subito fuori Hofn, con bella vista sulle montagne
  • Egilsstadir: Gistihúsið – Lake Hotel Egilsstadir – una bella cascina ristrutturata accanto al lago, ottimo ristorante
  • Husavik: Guesthouse Brekka – appartamenti basic ma carini pochi km fuori Husavik
  • Akureyri: Hotel Kjarnalundur – hotel grande e confortevole un pò fuori dalla città, immerso nel bosco
  • Hvammstangi: Huts in Víðidalur – piccoli cottage in legno (con bagno esterno) immersi nel bosco
Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere a Copenaghen in 3 giorni
Islanda - dove dormire

Quanto costa un viaggio in Islanda e come si paga (tutto con la carta di credito!)

Se devo trovare a tutti i costi una nota negativa a questo paese meraviglioso è sicuramente il suo costo della vita: l’Islanda è cara com il fuoco!!! Tra i paesi che ho visitato finora è il più caro, a pari merito con la Norvegia. Ci sono però diversi modi per risparmiare, anche parecchio: trovate tutto nell’articolo Islanda low cost: 10 modi per risparmiare.

Per quanto riguarda la valuta e i pagamenti, in Islanda si usa la Corona Islandese (ISK) e si paga TUTTO (ma proprio TUTTO) con la carta di credito. Credo sia l’unico viaggio in vita mia in cui non ho mai nè cambiato nè prelevato in moneta locale. Per farvi capire, anche i bagni pubblici (che costano 1 euro tipo) si possono pagare con la carta. È un paese super digitalizzato quindi non avrete mai bisogno di contanti (magari di 2 carte però sì, nel caso non ve ne funzionasse una!). Se questa cosa vi mette ansia, troverete un ufficio di cambio all’aeroporto di Keflavik e alcuni in centro a Reykjavik e bancomat (ATM) più o meno ovunque (paesi micoscopici, benzinai, supermercati, ecc). 

Cosa portare in Islanda

Considerato il clima e il fatto che in Islanda piove spesso e ‘a vento’, oltre alle cose classiche (guanti, sciarpa, giacca a vento, ecc) ci sono delle cose che dovete assolutamente portarvi dietro per evitare di restare bagnati o bagnare il vostro bagaglio o la vostra attrezzatura foto/video tipo:

Islanda_villaggio

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.