BeBorghi | Visto per la Russia: come ottenerlo (costi, tempi, ecc)

Visto per la Russia: come ottenerlo (costi, tempi, ecc)

Scritto da  on 
14 Gennaio 2021
  • visto per la russia - mosca

La Russia è tra le nazioni che mi hanno sempre affascinato moltissimo. Di fatto è un continente e non basta una vita per vederla tutta! Al momento ho visitato solo San Pietroburgo , Mosca e Irkutsk, e ho attraversato il sud del paese con la transiberiana , però mi ripropongo di visitare molte delle sue regioni in maniera approfondita. Ma quali sono i documenti necessari per entrare in questo magnifico paese?

Serve il visto per andare in Russia? 

Sì! Per entrare in Russia è necessario avere un visto d’ingresso, che cambia a seconda del motivo della visita: visto turistico, d’affari, di lavoro, umanitario, per studio, per visita privata, di transito o di soggiorno temporaneo. In questo articolo mi concentrerò solo sul visto turistico, ma sappiate che la procedura è diversa per ogni tipologia.    

NOTA Gennaio 2021: la normativa italiana relativa al COVID-19 attualmente in vigore non prevede spostamenti per turismo verso la Federazione Russa! 

Visto elettronico per San Pietroburgo e Leningrado

Dal 1 ottobre 2019 i cittadini di una lista di 53 Stati, tra i quali l’Italia, possono ottenere un visto elettronico per soggiornare fino a 8 giorni sul territorio di San Pietroburgo e nella regione di Leningrado (Leningradskaya Oblast). Il visto elettronico è gratuito e si richiede attraverso questo link. Va richiesto online con almeno quattro giorni di anticipo rispetto alla data prevista di ingresso ed ha una validità massima di 30 giorni, all’interno dei quali è possibile soggiornare e spostarsi, ma solo all’interno delle regioni indicate, per un massimo di 8 giorni totali. Il visto elettronico consente di entrare ed uscire dalla Federazione Russa attraverso i punti di frontiera aerei, navali, automobilistici e pedonali (ma NON ferroviari!!!) situati nel territorio di San Pietroburgo e della regione di Leningrado.

Fate molta attenzione nella compilazione del form on-line perchè potrete essere respinti alla frontiera nel caso di discrepanze anche minime (nome/cognome scritto male, persone con doppio nome o doppio cognome, ecc). Il dato inserito nel form online deve essere identico a quello stampato sul passaporto. Allo stesso modo è fondamentale non superare il limite di soggiorno indicato sul visto elettronico (in caso contrario rischiate multe e, potenzialmente,il divieto di ingresso in Russia per 5 anni!). 

visto russia

Visto turistico per la Russia: documenti  e step necessari (procedura fai-da-te)

Sembrerebbe che, a breve, il visto elettronico sarà esteso a tutto il territorio russo per i cittadini di una cinquantina di Paesi, tra cui l’Italia, per una durata di 60 giorni (ingresso singolo) con la possibilità di fermarsi nel Paese per un massimo di 16 giorni. Questo visto, a differenza dell’altro, sarà però a pagamento. 

Fin quando però non entrerà in vigore questo nuovo decreto, la procedura rimane la seguente, molto più complessa e macchinosa (almeno dal mio punto di vista). Se avete intenzione di richiedere il visto in autonomia, i documenti e gli step necessari sono questi:

  1. Passaporto valido almeno 6 mesi dalla data della scadenza del visto richiesto, con almeno 2 pagine vuote all’interno (dove verrà apposto il visto)
  2. Itinerario dettagliato del viaggio
  3. Date di partenza e di ritorno precise
  4. Il voucher turistico o “lettera di invito”, che deve essere rilasciato da un’organizzazione russa che svolge l’attività di tour operator e i cui dati siano presenti all’interno del Registro Unico Federale degli operatori turistici (di norma gli hotel in cui alloggerete). Il voucher deve indicare il nome ed il timbro dell’albergo o del tour operator e la firma del responsabile con l’indicazione della sua carica e del suo nome completi. 
  5. Una fotografia formato tessera (3,5 x 4,5 cm).
  6. Una polizza assicurativa sanitaria, che copra interamente il periodo della validità del visto e abbia un massimale di almeno 30.000 euro. Nel caso non abbiate una compagnia di fiducia, potete farla direttamente al consolato con un sovraprezzo. 
  7. Il modulo elettronico del visto (EVA) compilato sul sito https://visa.kdmid.ru, stampato e firmato. Anche in questo caso dovete fare molta attenzione affinchè non ci sia alcuna incongruenza; prima di salvare il form, controllate bene tutti i dati. Il modulo salvato ha una validità di 30 giorni, entro i quali dovrete recarvi al centro visti che avrete scelto. Trovate l’elenco completo degli uffici consolari russi in Italia su questo link
  8. L’appuntamento in un centro visti/ufficio consolare russo. Dopo aver scelto l’ufficio consolare più comodo per voi dovrete fissare un appuntamento (si fa online) specificando i vostri dati (non è possibile prenotare un appuntamento di gruppo, ogni viaggiatore dovrà fissare il proprio appuntamento). Se avete intenzione di viaggiare in alta stagione prenotate per tempo perchè potreste trovare poche date utili. Quando vi recherete all’appuntamento dovrete portare tutti i documenti sopra-indicati (passaporto, foto, assicurazione, ecc). 
Passaporto

Visto turistico per la Russia tramite agenzia

Se non avete tempo o voglia di seguire tutti questi passaggi potete affidarvi ad un’agenzia accreditata dalla Federazione Russa che lo farà per voi, come ad esempio VisaPassport. Potrete recarvi nella loro agenzia a Roma oppure verranno loro a ritirare il vostro passaporto dove vorrete in Italia e ve lo riconsegneranno poi con il visto russo apposto. In questo caso la procedura sarà più che semplificata perchè saranno loro a fare da intermediari tra voi e il Consolato. 

Quanto costa il visto russo?

Il visto turistico russo ottenuto tramite il Consolato costa 35 euro, 70 se fate la pratica urgente con consegna nei 3 giorni successivi alla richiesta.  Se invece vi affidate ad un’agenzia, il costo può variare ma si aggira intorno a 70 euro (procedura normale, non urgente). 

Quanto tempo ci vuole per ottenere il visto russo?

Con la procedura normale la richiesta di visto viene evasa in circa 10 giorni, con quella urgente in 3. Il mio consiglio è quella di richiederlo almeno 30 giorni prima della partenza per non avere sorprese. 

Potrebbero interessarti anche questi articoli sulla Russia:

visto per la russia - san pietroburgo

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.