BeBorghi | Un weekend sul lago di Como tra ville, sport e relax-Villa del Balbianello..

Un weekend sul lago di Como tra ville, sport e relax

Scritto da  on 
9 Luglio 2020
  • lago di Como - Villa del Balbianello

Approfittando di questo periodo particolare in cui non si poteva viaggiare all’estero, finalmente sono andata ad esplorare il lago di Como!! Sembra incredibile, soprattutto considerata la vicinanza a Milano, ma non c’ero praticamente mai stata. Ora posso dire di comprendere appieno gli americani (o gli stranieri in generale) che spesso alla domanda “Cosa ti è piaciuto di più dell’Italia” rispondono “il lago di Como”. È un luogo davvero di grande fascino in grado di accontentare praticamente tutti. Ci sono la città di Como e le ville (con i loro magnifici giardini) per gli amanti della storia e dell’architettura, ci sono monti e passeggiate super-panoramiche per gli amanti degli sport outdoor, c’è il lago per chi ama il relax e gli sport acquatici, ci sono hotel e ristoranti di lusso per chi cerca atmosfere romantiche e cucina gourmet..e molto altro. Potete andarci in giornata, per un week-end o per diversi giorni e non avrete di che annoiarvi! 

Brunate

Come raggiungere il lago di Como e come spostarsi

Il lago di Como si raggiunge molto facilmente da Milano sia in auto (50 km da Milano da Como), che in treno (40’). A differenza della sponda lecchese, qui non c’è la linea ferroviaria che corre lungo il ramo del lago, ma ci si può spostare comodamente da Como alle altre località (e da una località all’altra) con i battelli. A questo link trovate tutte le info su tratte, orari e prezzi

Cosa vedere sul lago di Como 

Como: la città di Volta e di Villa Olmo

Como è stata probabilmente la sorpresa più grande! Un città molto bella, elegante, romantica e molto curata a cui ho dedicato un articolo intero. Trovate tutte le info su cosa vedere e dove andare nell’articolo “Como: cosa vedere in un giorno”.  

Villa del Balbianello: sul set di Guerre Stellari e 007 

Da grande amante delle ville storiche, il lago di Como è una specie di Terra Santa per me. Affacciate sul lago si trovano infatti alcune tra le ville (e i giardini) più belli d’Italia. Molte ville sono private ahimè e non visitabili (come la famosa villa di George Clooney a Laglio..giusto per fare un esempio), ma tante altre sono visitabile e sono davvero magnifiche. Villa del Balbianello è qualcosa di incredibile e non è un caso che sia stata scelta come set di diversi film tra cui “Guerre Stellari” e “007 Casino Royale”. La villa si trova sulla punta di una piccola penisola a Tremezzina (30 km a nord di Como), una posizione invidiabile che ne fa una delle ville più scenografiche del lago. La villa fu fatta costruire dal Cardinale Durini alla fine del ‘700 sui resti di un piccolo convento francescano (di cui resta la facciata della chiesa con i due campanili). Dopo diversi passaggi di mano, la villa fu acquisita nel 1974 dall’esploratore Guido Monzino, figlio del patron della Standa e dell’Upim, che la lasciò poi in testamento al FAI (per fortuna nostra!). Oltre agli appartamenti si possono visitare diverse altre sale dove sono raccolte le collezioni d’arte e i ricordi delle esplorazioni del Monzino. Il pezzo forte però è il giardino a terrazze, che segue l’andamento del terreno in maniera impeccabile, con tantissimi alberi e siepi potate e disegnate ad arte, da cui si gode una vista magnifica sul lago e sull’isola Comacina. 

La villa si può raggiungere a piedi o in taxi-boat. A piedi esistono 2 diversi percorsi che partono dal parcheggio, uno breve di 1 km (lungo la Strada Panoramica) e uno più lungo di 2,5 km (lungo il Sentiero Dosso di Lavedo) che attraversa il bosco. Il servizio con taxi-boat parte invece dal Lido di Lenno e costa 8 euro A/R o 6 euro solo andata. Il mio consiglio è di arrivarci in taxi-boat e poi tornare a piedi (o viceversa). Raggiungendola in barca avrete la vista della villa dal lago e ne vale davvero la pena. Per visitare la villa (soprattutto ora, in periodo di Covid..) vi conviene comprare il biglietto on-line da questo sito, almeno non avrete sorprese! Il biglietto Villa+Giardini (consigliato!) costa 15 euro. 

Villa del Balbianello – Via Guido Monzino 1, Tremezzina 

Potrebbe interessarti anche:  Como: cosa vedere in 1 giorno
lago di Como - Villa del Balbianello
lago di Como - Villa del Balbianello

Villa Carlotta: museo e giardino botanico 

Pochi chilometri dopo Villa del Balbianello si trova un’altra delle ville (e dei giardini) più celebri del lago di Como, Villa Carlotta. La villa fu costruita dai marchesi Clerici agli inizi del ‘700, ma raggiunse il massimo splendore con il proprietario successivo, Gian Battista Sommariva. Fu lui a trasformare una parte del giardino all’italiana in un parco romantico e impreziosì la villa con opere neoclassiche di grande valore di Canova, Thorvaldsen e Hayez. Alla metà dell’800 la villa venne donata, come regalo di nozze, a Carlotta di Prussia e Giorgio II e fu quest’ultimo ad arricchire ulteriormente il giardino con tantissime specie botaniche. Dopo la II Guerra Mondiale la villa venne requisita dallo Stato Italiano e affidata in gestione all’Ente Villa Carlotta. I giardini della villa sono famosi per la magnifica e coloratissima fioritura dei rododendri e delle azalee in primavera (ne potrete vedere oltre150 varietà!), ma il giardino è bellissimo in ogni periodo dell’anno. All’ingresso vi daranno una cartina con i 2 percorsi che potrete fare per visitare l’immenso giardino botanico, a seconda del tempo che avete a disposizione: un percorso breve di 45’ e uno più lungo di 90’. Il biglietto (12 euro) include anche la visita del museo che si trova all’interno della villa. A questo link trovate gli orari di apertura e tutti i prezzi. 

Villa Carlotta –  Via Regina, 2 – Tremezzina

Potrebbe interessarti anche:  Isole Borromee (Lago Maggiore): come visitarle, quando, costi
lago di Como - Villa Carlotta
lago di Como - Villa Carlotta

Trekking sul Monte San Primo e Sentiero del Viandante

Intorno al lago di Como ci sono innumerevoli possibilità di fare dei trekking magnifici e super panoramici. Recentemente ne ho fatti due davvero bellissimi: la salita sul Monte San Primo (trovate info e descrizione nell’articolo “5 bellissimi trekking vicino Milano”) e il Sentiero del Viandante (trovate tutte le info in quest’altro articolo ). Questi sono 2 sentieri classici della zona, molto amati sia dai local che dai milanesi, ma le opportunità di fare camminate in mezzo alla natura da queste parti sono davvero infinite!! 

Potrebbe interessarti anche:  5 bellissimi trekking vicino Milano
trekking vicino Milano -Monte San Primo

Bellagio e Villa Melzi

Bellagio si trova nel punto in cui si riuniscono i due rami del lago a chiudere quello che viene chiamato “triangolo lariano”, ed è indubbiamente una delle località più conosciute ed amate del lago, soprattutto dagli stranieri. I prezzi qui sono abbastanza alti (negli anni, appunto, si sono tarati su una clientela ricca internazionale), ma non c’è dubbio che sia una località sicuramente da vedere quando si esplora il lago. Il centro del borgo è fatto di strette stradine acciottolate piene di boutique, ristoranti e locali, e degne di nota ci sono anche Villa Serbelloni (ora non visitabile a meno che non alloggiate nel lussuosissimo Hotel Villa Serbelloni) e i Giardini di Villa Melzi (magnifici giardini all’inglese, che ospitano tante specie di alberi e un orangerie). L’orario migliore per visitarla secondo me è il tramonto (sia in estate che inverno): vedere il sole scomparire sorseggiando un buon bicchiere di vino sul lungolago è un’esperienza da non perdere!

Potrebbe interessarti anche:  5 gite fuori porta sul lago vicino Milano
lago di Como- Villa Melzi
lago di Como- Villa Melzi

Hotel sul lago di Como: il Filario Hotel

Il lago di Como è da sempre sinonimo di strutture meravigliose ed esclusive e il mio consiglio è di concedervi un pò di sano lusso in uno di questi hotel da sogno se decidete di fermarvi in zona per il weekend. Io sono stata al Filario Hotel & Residence, un bellissimo boutique hotel che si trova a Lezzeno, pochi chilometri fuori Bellagio (molto comodo per raggiungere il Monte San Primo e proprio davanti alla Villa del Balbianello) . L’hotel ha 13 camere, tutte luminosissime, e due suite, la junior, di 65 m2, e la grand suite, di 95 m2. Entrambe hanno una piscina privata e una terrazza a sfioro sul lago, più tutti i confort per un soggiorno extra lusso naturalmente. La struttura ha anche una spiaggia privata con dei bei baldacchini per prendere il sole e una piscina infinity davvero suggestiva. Diciamo che, se vi volete regalare un weekend di relax, di lusso e di buona cucina è proprio il posto perfetto!! In realtà non manca neanche un’offerta per chi vuole godersi il lago facendo sport. A parte il trekking, l’hotel mette a disposizione anche kayak e paddle boards. La ristorazione è assolutamente all’altezza e include il Ristorante Filo, guidato dallo Chef Alessandro Parisi, per un’offerta gourmet (con una bellissima terrazza) e il Beach Bar Yeast Side, dove poter mangiare dei piatti veloci e gustosi o un’ottima pizza gourmet (provate quella con scampo crudo e burrata..semplicemente da urlo!).  

lago di Como- Filario Hotel
lago di Como- Filario Hotel

Ristoranti sul lago di Como

Oltre all’ottimo Ristorante Filo (interno al Filario Hotel, vedi paragrafo sopra), ci sono diversi ristoranti più “semplici”degni di nota in zona , tra cui voglio segnalarvi:

  • Trattoria La Moltrasina (Moltrasio): una delle trattorie alla buona più famose e frequentate della zona. Ambiente rustico e cibo semplice ma ben cucinato. 
  • Acquadulza (Tremezzina): locale minimal-hipster molto carino e con un bel patio esterno dove mangiare primi, secondi di pesce o di carne (ottimi gli hamburger) accompagnati da birre artigianali.  
  • Albergo Ristorante Plinio (Lenno): ho mangiato in questo ristorante dopo aver visitato Villa del Balbianello e mi è piaciuto molto. La cucina è di lago (ho mangiato per la prima volta il risotto al pesce persico finalmente!), semplice ma ben fatta e si mangia proprio sulla riva del lago..che non guasta mai! 

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.