BeBorghi | Cosa vedere a Bordeaux: 10 posti imperdibili

Cosa vedere a Bordeaux: 10 posti imperdibili

Scritto da  on 
31 Gennaio 2022
  • Port Cailhau - Bordeaux

Bordeaux, la “città del vino” per eccellenza nel mondo, mi ha letteralmente stregata! Mi aspettavo di visitare una bella città, ma non così. Complice anche il meteo, che mi ha regalato due giorni di sole accecante, l’ho potuta girare in lungo e in largo e me ne sono innamorata. Bordeaux è una città in cui probabilmente riuscirei a vivere per un periodo (e non l’ho mai detto di Parigi ad esempio!). È una città incredibilmente viva, piena di giovani, dove il grande patrimonio storico è perfettamente integrato con quello moderno, contemporaneo. Poi c’è il vino naturalmente, ed una cultura gastronomica di tutto rispetto. Ho già deciso che tornerò a Bordeaux in estate per visitare anche le cantine e i dintorni. Avendo solo due giorni a disposizione ho preferito concentrarli sulla visita della città, ed è stata la scelta giusta. Le cose da vedere a Bordeaux sono davvero tante, ma in un weekend riuscite a vedere tutte le attrazioni principali e un paio di musei. Se volete farvi una prima “infarinatura” della città e comprendere meglio la sua storia, come sempre vi consiglio di partecipare il primo giorno ad un free tour in italiano di 2h nel centro città (vedi box qui sotto).  Siete pronti a scoprire tutte le cose da vedere a Bordeaux? Let’s go!


Lungofiume di Bordeaux

Cosa vedere a Bordeaux: 10 luoghi imperdibili

1.Place de la Bourse e Porte Cailhau

La prima cosa da vedere a Bordeaux è senz’altro il suo centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Place de la Bourse (Piazza della Borsa) è la piazza più elegante di Bordeaux ed è stata progettata nel XVIII secolo per aprire la città medievale al fiume Garonne (e di conseguenza ai commerci sull’Atlantico). In estate, tra la piazza e il lungo fiume c’è il Miroir d’Eau, un grandissimo “specchio” ottenuto con uno strato d’acqua. L’effetto ottico è molto suggestivo. Sempre sul lungofiume c’è anche la porta più bella di Bordeaux, Porte Cailhua. Costruita alla fine del ‘400, è stata la porta principale della città per almeno due secoli. Una volta superata si entra nel quartiere di Saint Pierre, un dedalo di vicoli che risale al passato medievale della città. 

Place de la Bourse - Bordeaux
Port Cailhau - Bordeaux

2.Cattedrale di Saint André

La cattedrale di Bordeaux è una chiesa imponente in stile gotico fiammeggiante (come il Duomo di Milano per intenderci) e fu consacrata intorno all’anno mille; quello che si vede oggi invece risale al 1200/1300 circa. Nel Medioevo era un tappa importante lungo il pellegrinaggio che portava a Santiago de Compostela. Bellissime le vetrate colorate all’interno, così come il grande organo. Il campanile (la Tour Pey Berland) è staccato dalla cattedrale per evitare un cedimento del terreno, così come è stato fatto anche per la chiesa di Saint Michel (vedi sotto). Anche il campanile è in stile gotico e si può salire in cima per avere una superba vista della città. Nella stessa piazza c’è anche Palais Rohan, che oggi ospita il Municipio di Bordeaux

Cattedrale di  Bordeaux
Cattedrale di  Bordeaux

3.Notre Dame du Chapelet e il Triangolo d’oro 

Questa è la zona dei grandi viali monumentali e mi ha ricordato parecchio alcuni quartieri di Parigi. Qui c’è il Grand Theatre, il teatro dell’opera di Bordeaux, usato addirittura come modello per l’Opera Garnier di Parigi, e le vie intorno sono dedicate allo shopping di lusso. Da vedere c’è la chiesa di barocca di Notre Dame du Chapelet, in una piazza molto graziosa dove campeggia una statua di Goya. Il  pittore spagnolo visse qui gli ultimi anni della sua vita e i suoi funerali vennero celebrati proprio in questa chiesa. 

Notre Dame du Chapelet
Bordeaux

4.Saint Paul e la Grosse Cloche 

Bordeaux è una città estremamente viva di sia giorno che di sera e l’antico quartiere di Saint Paul è pieno di vicoli che pullulano di bar e di ristoranti. Tra le vie da non perdere c’è sicuramente Rue Saint James che termina, a sud, con la porta chiamata Grosse Cloche. Questa porta, con tanto di campana, fu costruita nel 1400 e venne utilizzata anche come carcere. Questo quartiere è diventato molto hype ultimamente e ve ne accorgerete subito dai negozi e dai locali che ci sono. Non perdetevi il Bar l’Apollo, un locale storico molto carino.  

Saint Paul

5.Saint-Michel e Capucins 

Tra le cose da vedere a Bordeaux non può mancare il quartiere di Saint-Michel, di gran lunga il mio preferito insieme a Chartrons. Questa zona fu annessa al resto della città solo a metà del 1300 e sembra ancora di passeggiare in un paese. È il quartiere multietnico di Bordeaux, non che quello universitario, e si snoda tra due grandi chiese: Saint-Michel (gotica) e Sainte Croix (romanica). Vi consiglio di visitarlo di domenica iniziando la giornata al vivacissimo Marché des Capucins, dove i local vengono a fare colazione con ostriche e vino bianco. Da qui recatevi alla chiesa di Sainte Croix e spostatevi infine a Place Saint-Michel per vedere la chiesa e il Brocante du Dimanche (mercato delle pulci) che c’è ogni domenica .

Saint Michel - Bordeaux
Sainte Croix - Bordeaux
Marchè des Capucins

6.Chartrons 

Il quartiere di Chartrons si snoda lungo il fiume, a nord di Place de la Bourse. È l’antico quartiere dei mercanti di vino, soprattutto di quelli di orgine anglosassone, scandinava, tedesca e irlandese. Quelle che un tempo erano le loro case (e le loro cantine) oggi sono gallerie d’arte, negozi alla moda, bar e ristoranti. È un quartiere hipster-alternativo pieno di street art, soprattutto nella parte più a nord; non perdetevi il M.U.R., un muro di 35 metri dedicato alla street art. Percorrete Rue Notre-Dame da sud verso nord, visitando la Chiesa di Saint Luis des Chartrons e apprezzando la street art che troverete un pò ovunque. In realtà è molto bello anche passeggiare sul lungofiume, pieno di bar e ristoranti con i tavoli all’aperto. Se c’è una giornata di sole lo troverete davvero animato. 

Chartrons - Bordeaux
Chartrons - Bordeaux
Chartrons - Bordeaux

7.Musée du vin et du Negoce

Questo piccolo museo nel quartiere di Chartrons è una chicca che ho scoperto quasi per caso e mi sento assolutamente di inserire tra le cose da vedere a Bordeaux. Il Musée du vin et du Negoce (Museo del vino e del commercio) occupa uno degli edifici più antichi della città, la casa di un mercante irlandese del 1700. Nel piccolo museo viene spiegata molto bene la storia del commercio del vino, con documenti e manufatti autentici, e alla fine della visita è inclusa una piccola degustazione di vino con tanto di spiegazione privata. Personalmente l’ho trovato davvero interessante e ben fatto. Finalmente ho capito la storia della fama di questa regione dei vini! L’ingresso costa 10 euro e li vale tutti. Come musei dedicati al tema a Bordeaux c’è anche la Cité du vin, ma è molto più dispersiva secondo me. 

Potrebbero interessarti questi tour del vino a Bordeaux:


Musée du vin et du Negoce
Musée du vin et du Negoce

8. Bacalan

Se da Chartrons continuate a camminare verso nord raggiungerete il quartiere di Bacalan che occupa una vecchia palude trasformata in porto. Questa zona un tempo era occupata da raffinerie, cantieri navali e moli e oggi è la zona più in trasformazione di tutta Bordeaux. Nel 2016 ha aperto proprio qui la futuristica Cité du vin, un museo immenso dedicato al vino in tutte le sue sfaccettature (ci sono ben 20 sezioni tematiche). All’interno non manca un ristorante panoramico (super bello!), un bar e uno shop dedicato al vino. Trovate i biglietti a questo link. Subito dietro, in un ex macello, ora c’è un hub artistico molto figo che si chiama Les Livres de l’Art. Davanti a la Cité du Vin invece, nel 2017 ha inaugurato Les Halles de Bacalan, un mercato alimentare con una ventina di banchi di produttori locali con delicatessen di ogni tipo. È un mercato ‘alla spagnola’ perfetto per assaggiare un pò di tutto in un mood molto molto carino e giovanile. I moli del Bacalan sono anche il fulcro della vita serale estiva, con tanti locali e club ospitati in barconi e capannoni riconvertiti (come il La Dame, I Boat Restaurant e diversi altri. 

Cité du Vin
 Les Livres de l’Art
Les Halles de Bacalan

9.Base Sous-Marine e Museo del Mare

Rimaniamo a Bacalan, per due musei interessanti da vedere a Bordeaux. Il primo è la Base Sottomarina (Base Sous-Marine), una struttura in cemento armato costruita dai tedeschi durante la II Guerra Mondiale come bunker per proteggere i loro sommergibili. Oggi è diventata un centro culturale dove vengono fatte mostre d’arte, concerti e performance (e la base è visitabile solo se ci sono eventi in corso). La base è anche diventata il nuovo centro per l’arte digitale di Bordeaux (Bassins de Lumière) e ci fanno delle esperienze immersive incredibili. Controllate il calendario dal sito ufficiale (anche i biglietti si possono comprare da lì). Poco lontano dalla Base c’è poi il nuovissimo Musée Mer Marine (Museo del Mare), con 3 piani di esposizione che spiegano il rapporto tra l’uomo e il mare nei secoli, le tradizioni, le spedizioni e ogni altro aspetto di questa tematica. 

Base Sous-Marine
Museo del Mare - Bordeaux
Bacalan

10.La Bastide e il Pont de Pierre

La sponda a destra del fiume Garonne è occupata dal quartiere chiamato La Bastide, che insieme a Bacalan e a l’Euratlantique (vedi sotto) è una delle zone “nuove” di Bordeaux. Queste zone di riconversione sono destinate a cambiare alla velocità della luce, come solo i francesi sanno fare (eh sì, bisogna ammetterlo!). Fulcro del quartiere è il Darwin Ecosystem, uno spazio polifunzionale completamente sostenibile (il 100% dell’energia deriva da energie rinnovabili) ricavato in un’immensa caserma militare di 20.000 metri quadri. Al suo interno ci sono atelier, associazioni, ristoranti, bar, negozi, una fattoria urbana e uno skatepark. Lo spazio è veramente bello e vivo! Sul lungofiume, proprio davanti al Darwin ci sono poi diversi locali estivi molto carini come La Guinguette Chez Alriq. A La Bastide si trova anche il Giardino Botanico di Bordeaux e la prima stazione ferroviaria della città, la Gare d’Orléans, oggi riconvertita con un cinema e diversi ristoranti. Alcuni di questi ultimi hanno la terrazza e sono perfetti per godersi il tramonto sul fiume, con lo sguardo rivolto al Pont de Pierre (il Ponte di Pietra) e al centro città. 

Darwin Ecosystem
Darwin Ecosystem
Darwin Ecosystem
Bordeaux - tramonto

11.La Méca e l’Euratlantique

Ai 10 luoghi imperdibili da vedere a Bordeaux voglio aggiungerne un undicesimo, il quartiere intorno alla Stazione ferroviaria di Saint Jean che diventerà il nuovo business district chiamato Bordeaux Euratlantique. Alcuni edifici sono già stati completati tra cui spicca quello de La Méca, acronimo di Casa dell’Economia Creativa e Culturale in Nuova Aquitania. Inaugurato nel 2019 è dedicato alle performance  live, al cinema e alla letteratura. Proprio accanto c’è l’Halle Boca, un altro mercato alimentare simile a Les Halles de Bacalan, con 14 stand alimentari e una bella area comune. Sono molto curiosa di vedere come diventerà questa zona fra pochi anni!

La Méca- Bordeaux
La Méca- Bordeaux

Come raggiungere il centro dall’aeroporto di Bordeaux

L’aeroporto di Bordeaux si trova circa 10 km a ovest del centro città, cui è collegato con l’autobus N.1 (che impiega 1h circa) e con una navetta (che fa l’autostrada e impiega circa 30′) che partono subito fuori dagli arrivi. . L’autobus parte ogni 10’ , costa 1,5 euro ed è in servizio tra le h6 e le h23, la navetta costa 8 euro e dovrebbe avere orari simili. Se volete risparmiare tempo (l’autobus fa davvero 1000 fermate) potete prenotare un transfer tramite questo sito, oppure prendere un taxi/Uber (il costo si aggira intorno ai 50 euro). 

Dove dormire a Bordeaux

Le zone migliori dove vi consiglio di alloggiare a Bordeaux sono naturalmente il centro storico (Saint Pierre, Saint Paul, ecc) compatibilmente con i prezzi, oppure Chartrons o Saint Michel. In tutti e tre i casi potrete poi spostarvi comodamente a piedi. 

  • L’Apparthôtel Particulier Bordeaux : un bel boutique hotel ospitato in un palazzo dell’800 a pochi passi dalla cattedrale. Per chi vuole un hotel un pò ricercato. 
  • La Maison des vignes : piccolo Bed & Breakfast molto carino vicino Saint Michel, perfetto anche per la sera. Tutta la zona è piena di ristoranti e di locali. 
Dove dormire a Bordeaux

Dove mangiare a Bordeaux

Inutile dire che a Bordeaux si mangia e, soprattutto, si beve benissimo! La proposta eno-gastronomica è elevatissima e vedrete subito che qui si casca sempre in piedi. Oltre naturalmente ai vini rossi, che hanno reso la città famosa in tutto il mondo, non andate via da Bordeaux senza aver prima assaggiato le canelé (il dolce tipico) e senza aver fatti un aperitivo con il Lillet, un vino leggero, abbastanza profumato, che può essere bianco, rosso o rosè. 

  • Marché des Capucins: il posto perfetto per il sabato o la domenica mattina, per provare la colazione dei local, a base di ostriche e vino bianco. Non temete..c’è anche molto di più!
  • Les Halles de Bacalan: un nuovo mercato con stand alimentari proprio davanti alla Cité du Vin. Tanti prodotti locali e a km zero, Perfetto per pranzo o per un aperitivo vicino ai canali.
  • Baud et Millet: il paradiso esiste (perlomeno se amate i formaggi come la sottoscritta!). Un intero ristorante dedicato ai formaggi con un caveau dove scegliere a piacimento tra ben 100 varietà.Indescrivibile!
  • La Brasserie Bordelaise: tipica brasserie con piatti della tradizione ben cucinati.
  • Bar a Vin: wine bar molto rinomato che si trova all’interno della Maison du vin de Bordeaux. 
Canelè - Bordeaux
ostriche
Ristorante Baud & Millet
Lillet Bordeaux

Potrebbero interessarvi questi tour per esplorare i dintorni di Bordeaux:

About

Autore
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.