BeBorghi | Cosa vedere a Lima (Perù)

Cosa vedere a Lima (Perù)

Scritto da  on 
24 Febbraio 2020
  • Image Not Found On Media Library

Inizio subito col dire che Lima non mi ha particolarmente impressionato, soprattutto se la paragono ad altre capitali sudamericane come Buenos Aires, Quito o Santiago del Cile, ma, come tutti i posti del mondo, vale comunque la pena vederla. Insieme a El Callao, Lima forma quella che è comunemente definita la più grande megalopoli costruita in una zona desertica, superando per estensione persino il Cairo! 

Lima conserva tutt’oggi una forte tradizione influenzata dalla Spagna coloniale, come si nota dal dialetto (che è molto simile al Castigliano), dalla cucina (che non ha nulla da invidiare alle migliori cucine al mondo, italiana inclusa!),e dalle architetture del centro storico, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’ UNESCO. 

Considerando che i voli da e per l’Europa atterrano qui, vale la pena farci una sosta almeno di 2 giorni (che possono essere uno all’andata e uno a ritorno anche eh..) per vedere i luoghi più interessanti e per provare uno dei tanti ristoranti stellati (che qui hanno prezzi più umani). 

Quando andare a Lima

Lima ha un clima molto particolare, diverso da ciò che ci si aspetterebbe giudicando dalla sua posizione geografica. La corrente di Humbolt, l’acqua fredda proveniente dall’Antartide, lambisce le coste del Perù raffreddando l’oceano e l’aria. Il risultato è che, specialmente durante l’inverno australe, fa più freddo rispetto ad altri posti situati sulla stessa latitudine. Lima inoltre si trova in una zona desertica. Non piove quasi mai, ma il cielo in inverno è costantemente nuvoloso, ed è presente una forma di nebbiolina umida che i locali chiamano garúa. La temperatura nell’inverno australe (da maggio fino a novembre) oscilla intorno ai 18 – 20 gradi di giorno, con minime non molto più basse, ma la presenza costante di nuvole e l’aria satura di umidità fanno sì che la temperatura percepita sia decisamente più bassa. Durante l’estate australe, che va da dicembre fino ad aprile, fa decisamente più caldo ed è più alta la possibilità di beccare una bella giornata di sole. Specialmente da febbraio fino a fine marzo il sole è frequente: si fa strada spazzando la nebbiolina nelle ore calde della giornata, scaldando l’aria fino a 26 – 28 gradi circa. In linea di massima si può dire che questo sia il periodo migliore per visitarla.

Come raggiungere il centro di Lima dall’aeroporto e come spostarsi

L’Aeroporto internazionale di Lima, il Jorge Chávez, dista 11 chilometri dal centro città, che si può raggiungere comodamente grazie alla linea di autobus Airport Express Lima. I bus sono comodi e il biglietto costa circa 13 euro andata e ritorno su Miraflores, o 10 euro andata e ritorno su San Isidro. Trovate maggiori informazioni, prezzi, ed un servizio di prenotazione online su questo sito (con prezzi in euro). 

Se preferite un mezzo di trasporto più piccolo, o se avete bisogno di una maggiore flessibilità di orario, potete prenotare un transfer privato in auto o minibus fino a 14 posti, con prezzi che vanno dai 27 euro ai 74 euro a tratta a seconda del mezzo scelto. 

La città si raggiunge in circa 30-50’ minuti, a seconda del traffico. Una volta raggiunto il centro città, ci si sposta poi con i taxi locali, che dovrete intercettare al volo o farveli prenotare dagli hotel/ristoranti. Tenete presente che durante le ore di punta o in zone un po’ fuori mano, trovare un taxi diventa estremamente complicato, specie uno libero. Vi conviene scaricare le app di Uber o Taxi Beat, che vi permettono di risparmiare anche dal 10 al 20% rispetto ai taxi ufficiali. Piccolo accorgimento, quando siete nei taxi a Lima (soprattutto se fuori da Miraflores o Barranco) non tenete la vostra borsetta o il vostro zaino in vista sul sedile perchè li rubano che è un piacere rompendo il finestrino. 

Potrebbe interessarti anche:  Come organizzare un viaggio in Perù

Dove dormire a Lima

La zona migliore dove dormire a Lima secondo me è Miraflores perchè è il quartiere più carino (e più sicuro, insieme a Barranco) e quello dove ci sono i ristoranti e i locali migliori. Trascorrerete comunque buona parte del tempo a Lima qui ed è vicino alle spiagge più note (come il Larcomar).

  • Larq’a Park Rooms: questa struttura ha sia stanze che appartamenti proprio nel centro di Miraflores, vicino a tutto e a 1 km dal mare. Le stanze sono carine, pulite e curate. 
  • Lima White House: se siete piuttosto orientati su un ostello il Lima White House è è perfetto! Si trova nel centro di Miraflores, ha un bar sulla terrazza e un bel giardino, che volete di più?!?
Dove dormire Lima

Cosa vedere a Lima

1.Lima centro

Il centro di Lima si trova un pò all’interno rispetto al mare ed è “staccato”dai quartieri di Miraflores e Barranco, che sono i quartieri più carini e quelli dove poi passerete la maggior parte del tempo. Qui si trovano i luoghi storici della città (che vanno visti) e poco altro. I quartieri confinanti non sono interessanti (e sono anche un pò pericolosi), quindi vi consiglio di visitarlo in giornata ma non di dormire qui (vedi il paragrafo su Dove dormire a Lima). 

  • La Cattedrale di San Giovanni Apostolo Evangelista. Affacciata su Plaza Mayor, la prima pietra dell’imponente cattedrale di Lima venne posata da Pizarro, che ne ordinò la costruzione nel 1535. Nel corso dei secoli la cattedrale venne ampliata e ricostruita svariate volte, fino ad assumere la forma attuale nel 1898. Al suo interno c’è la tomba di Francisco Pizarro.
  • Monasterio de San Francisco. Bell’esempio di barocco spagnolo, in questo monastero del XVII secolo le volte sono dipinte in stile mudéjar, un’unione tra l’arte spagnola e quella moresca. Il monastero include la biblioteca e le catacombe, nelle quali viene conservata una grande quantità di ossa disposte con cura in forme geometriche. 
  • Iglesia de San Pedro. Questa chiesa neoclassica, costruita dai gesuiti a partire dalla fine del XVI secolo e dedicata al Sacro Cuore di Gesù, è diventata patrimonio dell’umanità UNESCO nel 1991. A suo interno sono custodite varie reliquie, tra le quali due Lignum Crucis, che si dice provengano dalla croce di Gesù.
  • Iglesia de Santo Domingo. La chiesa di Santo Domingo fu sede, nel XVI secolo, dell’Università di San Marcos, la più antica università delle Americhe. All’interno da non perdere c’è la volta in legno in stile Mudéjar, composta da oltre 3000 parti incastonate tra di loro senza usare chiodi. 
  • Plaza San Martin – Una bella piazza del centro di Lima. Fu costruita all’inizio del secolo scorso, e ospita vari eleganti edifici in stile art nouveau. Tra i più belli troviamo il Grand Hotel Bolívar, l’edificio Fénix, ed il monumento dedicato al generale San Martin.
Potrebbe interessarti anche:  Machu Picchu e Inca Trail (Perù): come arrivare, i biglietti, costi

2.Miraflores: il cuore pulsante di Lima

Miraflores è il centro pulsante di Lima, è una zona moderna che si affaccia sul Pacifico ed è piena di ristoranti, di bar e di locali. È qui che probabilmente passerete le vostre serate nella capitale. Da vedere a Miraflores ci sono:

  • Lugar de la Memoria. Inaugurato nel 2015, il Lugar de la Memoria, la Tolerancia y la Inclusión Social è un omaggio alle vittime delle violenze avvenute in Perù tra il 1980 ed il 2000, durante il periodo del terrorismo Peruviano.
  • Huaca Pucllana. Un sito archeologico che risale al periodo precoloniale, con una grande piramide in argilla costruita, secondo gli archeologi, tra il 200 ed il 700 DC. Huaca Pucllana era un importante centro cerimoniale ed amministrativo della cultura Lima, che fiorì proprio in quel periodo. Ottimo e suggestivo il ristorante che si trova all’interno del sito (vedi paragrafo su Dove Mangiare). 

3.Barranco: il quartiere della Street Art

Barranco confina con Miraflores, si trova più a sud, scendendo lungo la costa. All’inizio del XX secolo era una minuscola località balneare, oggi è il quartiere hipster di Lima e il prediletto dai “writers” peruviani. È infatti proprio qua che si trovano i murales più spettacolari della città. La maggior parte si trovano intorno al Puente de los Suspiros. Costruito interamente in legno nel 1876, si dice che il ponte esaudisca i desideri di chi lo attraversa per intero trattenendo il fiato.

A Baranco si trova anche il Museo Mario Testino- MATE che rende omaggio al famoso fotografo peruviano. Nella collezione si possono vedere le famose foto delle celebrities (tra cui i ritratti di Diana), oltre a delle bellissime foto sulle popolazioni andine. 

Potrebbe interessarti anche:  Beborghi_buenos Aires_Santelmo.3

4.Museo Larco di arte precolombiana

Il Museo Larco è assolutamente da non perdere! Si trova un pò fuori mano rispetto a tutti gli altri posti, ma vale la pena andarci. È ospitato in un bellissimo palazzo settecentesco che era la residenza dei vicerè spagnoli e conserva delle magnifiche collezioni di arte precolombiana. E aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 22.00 e l’entrata costa 35 soles. Nel giardino c’è anche un bel bar-ristorante. 

5.Pranzo o cena in un ristorante stellato

Non c’è dubbio sul fatto che Lima sia la capitale gourmet del Sudamerica! Il proverbiale amore per la buona cucina dei Peruviani e l’eccellente gastronomia tipica hanno dato vita a numerosissimi ristoranti stellati, tra i quali il Maido, famoso ristorante Nikkei (che è la cucina fusion peruviana-giapponese), Astrid & Gaston, specializzato in rielaborazioni della gastronomia tipica peruviana, il Central, e molti altri. Questi ristoranti sono molto famosi, quindi dovrete prenotarli anche 1-2 mesi prima. A differenza dei tri-stellati italiani, qui un menù degustazione da 12-13 portate ha un prezzo molto più abbordabile (intorno ai 100-120 euro)..secondo me vale la pena approfittarne (io l’ho fatto naturalmente!). 

6.Parapendio dalle scogliere di Miraflores

Godetevi il panorama dall’alto con un volo in parapendio! Le alte scogliere di Miraflores sono il punto di decollo ideale per ammirare Lima e l’Oceano Pacifico, e ci sono molte scuole ed istruttori che offrono spettacolari voli in tandem sopra la città.

8.Surf sulle onde del Pacifico

Il Perù non è forse famoso per le sue spiagge, ma è la “mecca” sudamericana degli appassionati del surf. Le sue proverbiali onde sono conosciute in tutto il mondo, i moti ondosi sono presenti tutto l’anno e ci sono onde per tutti i gusti, compresa la famigerata Chicama, che si estende per quasi 4 chilometri di lunghezza. Troverete posti dove affittano tavole e scuole di surf in tutte le spiagge di Miraflores e Barranco. 

Cosa vedere fuori Lima: gite di 1 giorno

Sandboarding

Avete mai pensato di fare snowboard su una duna sabbiosa? In Perù potrete cimentarvi in questa adrenalinica variante dello snowboard, conosciuta come sandboarding. L’escursione comincia con un transfer alle 8 del mattino e termina alle 15. Le guide sono bravissime, vi accompagneranno nel deserto con dei fuoristrada e non resisteranno alla tentazione di farvi provare un po’ di drifting sulle dune. L’escursione costa 90 euro circa (prezzo 2018). Potete contattare le guide direttamente dalla pagina Facebook, vi risponderanno in men che non si dica.

Pantanos de Villa   

Un’altra gita che vale la pena fare se avete un giorno in più a Lima è quella a Pantanos de Villa, una spettacolare laguna dichiarata riserva naturale, Pantanos de Villa ospita più di 200 specie di uccelli ma anche rettili, pesci ed anfibi. È un’escursione assolutamente da non perdere per tutti gli amanti della natura! 

Dove mangiare a Lima

  • Punto Azul, Miraflores. Un informale ed affollato ristorante che offre squisiti piatti di pesce e frutti di mare. Ottimo il ceviche, ma anche il resto!
  • Bonito Pescadería, Miraflores. Bonito prepara piatti a base di pesce freschissimo, consegnato giornalmente da vari esperti pescatori ed apneisti, in un’atmosfera familiare ed informale. Gli chef tengono particolarmente a cuore la tradizione e la sostenibilità delle materie prime! 
  • La Lucha, Miraflores. Una rinomata sangucheria, ovvero che serve i sanguches tipici della gastronomia peruviana. I sanguches altro non sono che i sandwich, ma detti con una forte pronuncia latinoamericana! Insieme ai sandwich gourmet, qui potrete provare la chicha morada, una rinfrescante bevanda tradizionale a base di mais viola.  
  • Maido, Miraflores. Tempio della cucina Nikkei, è tra i 50 ristoranti migliori al mondo. Prenotate con largo anticipo, anche un mese prima! Io credo di poter affermare con serenità che sia uno dei pasti più buoni che abbia mai mangiato in vita mia! 
  • Huaca Pucllana, Miraflores. Questo caratteristico ristorante si trova all’interno del complesso archeologico di Huaca Pucllana. Offre piatti della gastronomia Peruviana classica ed è molto suggestivo. 
  • Panchita, Miraflores. Un must di Miraflores con abbondantissime porzioni di deliziose ricette Peruviane. Da prenotare con qualche giorno di anticipo per assicurarsi i posti a sedere. 
  • Canta Rana e Canta Ranita, Barranco. Il Casa Ranita non è altro che la versione “street food” del Canta Rana. Atmosfera top e ceviches impareggiabili, probabilmente le migliori di Lima. Da non perdere il ceviche Imperial, squisito ceviche misto con avocado sormontato da un polpo alla griglia! 
  • El Gato Tulipan, Barranco.  Un piccolo caffè e galleria d’arte proprio sotto il Ponte dei Sospiri. Famoso per la sua magica atmosfera Bohemien, serve gustosi cocktail accompagnati da un ottimo sottofondo musicale. 
  • Ayahuasca restobar, Barranco. Questo locale deve il suo nome alla leggendaria bevanda curativa (ed allucinogena) usata in Perù da migliaia di anni. Il locale è grandissimo e si trova all’interno di una stupenda casa coloniale, con meravigliosi arredi in legno ed un grande banco che serve deliziosi cocktail. 

L’Assicurazione sanitaria è necessaria 

In Perù la nostra copertura sanitaria non vale. Il mio consiglio è quello di fare sempre un’assicurazione medico-bagaglio che vi possa coprire durante il viaggio. Io mi trovo molto bene con Heymondo, un sito che confronta le polizze di diverse compagnie e propone la polizza più conveniente per quel determinato viaggio. Per farlo dovrete inserire i dati relativi al vostro viaggio (paese, durata, ecc) e vi manderanno una mail con le proposta migliore che potrete poi acquistare direttamente on-line (essendo miei lettori avrete diritto anche uno sconto del 10%!!!).

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.