BeBorghi | Cosa vedere a Praga in 3 giorni: i luoghi imperdibili | by BeBorghi

Cosa vedere a Praga in 3 giorni

Scritto da  on 
30 gennaio 2018

Ero stata a Praga altre volte, ma questo succedeva un paio di ere glaciali fa e non ricordavo che fosse così sfacciatamente bella. Sì, è proprio così, Praga ti sbatte in faccia la sua bellezza ad ogni angolo, è una città magica, romantica ed esoterica che riesce ad ammaliare davvero tutti. Il centro storico è molto grande ed è un mix armonioso di architetture barocche, rinascimentali, neoclassiche, art nouveau fino a quelle comuniste e contemporanee. Ci ho pensato e credo davvero che sia una delle città più belle d’Europa. Ci si può stare per un week-end o per una settimana senza mai vedere le stesse cose; ci sono palazzi e sale incredibili, bellissimi musei, chiese, giardini, negozi, bar e ristoranti meravigliosi. Questa volta ci sono stata per 3 giorni e credo che sia il tempo minimo che le si possa dedicare per vedere almeno gli “imperdibili”. Ho corso come una matta e non sono riuscita a vedere alcuni luoghi che mi ero ripromessa di vedere, ma questo significa soprattutto che ci tornerò presto.

L’unico appunto che posso farle è che è diventata una città davvero turistica (e si capisce bene il perché) e, soprattutto nel week-end, ci si trova quasi sempre a fare la fila per vedere le attrazioni più popolari e a sgomitare tra la gente. Altro appunto (poi la smetto): è diventata abbastanza cara, soprattutto per gli ingressi ai musei, ai palazzi, eccetera. Monetizzano tutto e quasi sempre al biglietto d’ingresso richiedono un pagamento extra per fare le foto; ecco, questa cosa l’ho trovata abbastanza penosa.

Praga

Come arrivare a Praga e come spostarsi

L’aeroporto Vaclav Havel è il principale scalo del paese ed è facilmente raggiungibile con voli diretti (anche low cost) da tante città italiane.

Per raggiungere poi il centro città dall’aeroporto la cosa più comoda da fare è prendere l’autobus N. 119 che ferma fuori dagli arrivi e scendere al capolinea (Dejvicka). Da qui prendete poi la metro (linea A) che vi porterà in centro. A seconda di dove alloggiate potete scendere alla fermata Staromestska o Mustek. Potete comprare il biglietto (che dura 30’ e include sia il bus che la metro) con carta di credito direttamente alla fermata del bus fuori dall’aeroporto (32 corone). In alternativa potete chiamare un Uber (circa 320 corone – 13 euro).

Per spostarsi a Praga conviene andare a piedi ove possibile (Stare Mesto, Mala Strana, Nove Mesto e Holesovice), per il resto con la metro o con Uber.

Quando andare

A Praga si può andare sempre. In inverno fa freddo (a gennaio ho trovato temperature intorno allo 0/-2°) ma vederla con la neve è uno spettacolo, senza contare che i prezzi sono più bassi. Con la bella stagione, in primavera e in estate, si possono fare tante passeggiate nei parchi cittadini, partecipare ai vari festival e godersi i locali e le birrerie all’aperto ma sicuramente spenderete di più sia per i voli che per dormire.

Dove Dormire

Pension U Lilie. Pensione a gestione familiare molto carina, pulita e super centrale. Si trova in una stradina tranquilla a 290 mt dal Ponte Carlo e altrettanti dalla Piazza della Città Vecchio. Il personale è molto gentile e, pur trovandosi in pieno centro, è molto silenziosa. La doppia costa 65€ con colazione inclusa.

Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere a Poznan in un week-end

Praga

Dove Mangiare a Praga

  • Mincovna. Nonostante si trovi nella piazza della città vecchia, questa grande birreria moderna è particolarmente carina e soprattutto buona! La cucina è quella tipica rivisitata ma non mancano anche piatti gourmet. Il servizio è rapido e si spendono circa 20-25€ a testa
  • Fields. Questo ristorante si trova alle spalle del quartiere ebraico ed è stato stellato per diversi anni. La cucina è gourmet ed è molto particolare anche nella presentazione dei piatti. Gli accostamenti sono abbastanza azzardati me il risultato al palato è ottimo. Si spendono circa 50-60€ a testa (ampiamente meritati).
  • U-Balinu. Questa è una classica birreria ceca nel quartiere hipster di Vinohrady dove traverete tutti i piatti tradizionali ben cucinati, molto abbondanti e a poco prezzo. Si spendono circa 20 euro a testa e si esce stra-pieni.
  • Lokal Inn. Classica birreria che si trova al pian terreno dell’omonimo hotel. Si trova a Mala Strana proprio sotto al ponte Carlo e la sua cucina è schietta e buona. Si spendono circa 20 euro a testa.
  • Grand Cafè Orient. Qui parliamo di un’istituzione, nonché dell’unico caffè cubista del mondo. Questo caffè si trova al primo piano dell’edificio chiamato Casa della Madonna Nera (sempre in stile cubista) vicino alla Torre delle Polveri e merita assolutamente. Fermatevi abere almeno almeno un caffè (si paga solo in contanti).
  • Wine O’Clock. Questo minuscolo bistrot (ha meno di 15 coperti) si trova proprio davanti alla Pension U Lilie. È un’enoteca con cucina dove potete trovare ottimi salumi e formaggi (ma anche piatti caldi) abbinati a buoni vini cechi e italiani. Tra il fatto che è il ristorante N.1 di Tripadvisor a Praga e i 15 coperti..la prenotazione è essenziale. È aperto solo a cena ed è chiuso sia la domenica che il lunedì. Della serie..voja de lavorà saltame addosso!

Praga

Cose vedere a Praga: tutti i luoghi da non perdere

1. Il Ponte Carlo

La prima cosa da vedere e da vivere appena si arriva a Praga è decisamente il Ponte Carlo, l’emblema della città e uno dei luoghi più romantici al mondo. Questo ponte costruito nel 1390 è delimitato ai due estremi dalla Torre del Ponte della Città e dalla Torre del Ponte di Mala Strana (si può salire su entrambe per avere una vista superba) ed è disseminato di statue annerite dal tempo. Cercate di andarci la mattina presto o dopo il tramonto per godervelo senza troppa calca. La vista che si ha del Castello e dell’intero quartiere di Mala Strana vi resterà nel cuore.

2. Il quartiere di Mala Strana

Una volta attraversato il Ponte Carlo vi troverete nel quartiere (che originariamente era una città a sé) di Mala Strana (letteralmente ‘città piccola’), sulle vie Nerudova e Mostecka che collegano il Ponte Carlo al Castello. A metà tra le due non perdetevi la bellissima Chiesa di San Nicola che, con la sua cupola verde, rappresenta una dei più pregevoli edifici barocchi dell’Europa Centrale. L’affresco sul soffitto rappresenta l’Apoteosi di San Nicola ed è l’affresco più grande d’Europa; Mozart in persona suonò inoltre l’organo a 2500 canne nel 1787. Se non vi spaventano i gradini potete salire sul campanile ed avere una bella vista di Mala Strana. Deviando di poco dalla strada principale fate un salto a vedere il Muro di John Lennon, un muro interamente coperto di graffiti che è stato il luogo di ritrovo dei giovani dissidenti locali per ricordare la repressione della Praga comunista. Perdetevi tra i vicoli di Mala Strana e alzate lo sguardo sui suoi bellissimi palazzi; è veramente difficile scegliere i più belli da segnalarvi. Se avete tempo, a Mala Strana c’è anche il Museo Kafka, Futura (una bella galleria di arte contemporanea) e soprattutto il Palazzo e i Giardini Wallenstein (che sono aperti solo per pochi giorni al mese).

Praga

Praga

3. Il Castello di Praga

Il Castello di Praga è la principale attrattiva della città e richiama un numero impressionante di turisti. Questa cittadella domina Praga come una fortezza fiabesca e secondo il Guinnes dei Primati è il castello antico più grande del mondo. Costruito intorno all’anno 1000, in passato è stato la sede dei regnanti cechi e ora è la residenza ufficiale del capo dello stato. Le cose da vedere al suo interno sono tante quindi calcolate di dedicargli minimo mezza giornata (preferibilmente la mattina che si fa un pochino meno fila). L’ingresso principale è su Piazza Hradcany, ma si può entrare anche sul lato opposto; in entrambi gli ingressi c’è il metal detector e più avanti trovate le biglietterie. Esistono 2 diversi biglietti, quello per la Visita Breve che include la Cattedrale di San Vito, l’Antico Palazzo Reale, la Basilica di San Giorgio, il vicolo d’Oro e la Daliborka (250 corone) e quello per la Visita Lunga che include, in più, la Storia del Castello di Praga, la Pinacoteca del Castello di Praga e Palazzo Rosenberg (350 corone). In entrambi i casi dovrete pagare a parte per vedere il Tesoro della Cattedrale di San Vito e la Torre della Cattedrale. Io ho comprato il biglietto per la Visita Lunga ma le cose più belle sono quelle incluse anche nella Visita Corta quindi vi consiglierei di comprare quest’ultima e magari pagare a parte per vedere il Tesoro della Cattedrale di san Vito.

Da non perdere:

  • Cattedrale di San Vito: capolavoro gotico e cuore del cattolicesimo ceco. Vetrate stupende.
  • Tesoro di San Vito: raccolta incredibile di gioielli ecclesiastici dal valore immenso
  • Antico Palazzo Reale: in particolare la sala di Vladislao e la Scala dei Cavalieri
  • Basilica di San Giorgio: piccolo gioiello romanico
  • Vicolo d’Oro: vicolo pittoresco con minuscole case colorate del XVI secolo (ci ha vissuto anche Kafka)

4. Il Monastero di Strahov

Continuando a salire da Mala Strana verso la Collina di Petrin si arriva al Monastero di Strahov. Fondato nel 1140, restò in funzione fino a quando il governo comunista lo fece chiudere e imprigionò gran parte dei monaci che tornarono a vivere qui solo nel 1990. Il monastero è famoso perché ospita la biblioteca monastica più grande del paese con due sale barocche del XVII e XVIII che fanno letteralmente perdere la testa. Purtroppo (o per fortuna) non è consentito entrarvi ma si possono osservare dalle porte. La più spettacolare è la Sala della Teologia con la volta riccamente decorata e diversi mappamondi antichi.

Praga

Praga5. Loreta

Questo complesso barocco fondato nel 1626 si trova a poche centinaia di metri dal Monastero di Strahov ed è un posto un pò strano. È un luogo di pellegrinaggio che riproduce la presunta Santa Casa, ovvero la casa della Vergine Maria in Terra Santa. La riproduzione della casa si trova nel cortile del complesso e, oltre a degli affreschi, presenta un elaborato altare in argento molto bello. Da non perdere anche la Chiesa della Natività di Nostro Signore in perfetto stile barocco e il tesoro della chiesa con il famoso “Sole di Praga” in argento e oro massiccio, alto 90 cm e tempestato di 6222 diamanti (da perderci la vista!).

6. La Piazza della Città Vecchia

La grande e irregolare Piazza della Città Vecchia rappresenta il cuore di Stare Mesto ed era la piazza principale di Praga già nel X secolo. Gli edifici più importanti che vi si affacciano sono il Municipio con al sua torre e l’Orologio Astronomico, la Chiesa della Vergine Maria Davanti a Tyn, Palazzo Kinsky e la grande statua di Jan Hus. Il Municipio fu fondato nel 1338 ed è un complesso di edifici medievali su cui domina la torre gotica con lo splendido Orologio Astronomico (in questo momento impacchettato per restauri). Il Municipio si può visitare partecipando a delle visite guidate che includono anche l’ingresso alla torre, da cui si gode una vista stupenda sulla piazza (160 corone). Le guglie gotiche della Chiesa della Vergine Maria Davanti a Tyn rappresentano un punto di riferimento della città e sembrano uscite da una fiaba. L’interno della chiesa è barocco e vi si trova la tomba di Tyco Brahe (l’astronomo danese). Palazzo Kinsky ha una bella facciata rococò e ospita al suo interno un distaccamento della Galleria Nazionale.

Potrebbe interessarti anche:  Un week-end a Sofia e Plovdiv

Praga

Praga

7. Il Klementinum e la Torre Astronomica

Il Klementinum è un vasto complesso di sale barocche e rococò che rappresentava la sede del collegio gesuita e dell’università e che oggi è occupato dalla Biblioteca Nazionale Ceca. Molti edifici sono chiusi al pubblico, ma è possibile partecipare ad una visita guidata di 50 minuti (partono ogni mezz’ora dalle h10 in poi, 250 corone) che include la Sala della Biblioteca (il pezzo forte! Una sala che toglie il fiato per la sua bellezza), la Cappella degli Specchi e la Torre Astronomica da cui si gode una vista a 360° su tutta la città. Qui hanno lavorato personaggi del calibro di Keplero e Tyco Brahe ed è possibile vedere alcuni strumenti astronomici originali usati da loro. Nella mia nerditudine io ero emozionatissima!

8. Il Museo Ebraico

A nord di Piazza della Città Vecchia, 6 sinagoghe storiche, un municipio e il vecchio cimitero ebraico sono tutto ciò che resta di quello che un tempo era il fiorente quartiere ebraico di Josefov. Quasi tutti gli edifici del quartiere furono demoliti all’inizio del 1900 per costruire nuovi condomini eleganti (questa è infatti la zona dove oggi si trovano i negozi delle grandi firme). I monumenti ebraici rimasti in piedi costituiscono il Museo Ebraico e sono visitabili acquistando un unico biglietto (500 corone); le biglietterie sono in diversi punti e vi consiglio di andare, ad esempio, alla sinagoga Maisel perché troverete poca fila (la maggior parte della gente usa la biglietteria davanti alla sinagoga Pinkas). I luoghi più belli secondo me sono il Vecchio Cimitero Ebraico e la Sinagoga Spagnola.

Praga - Klementinum

Ph. www.prague.eu

Praga

9. La Casa Civica

La Casa Civica è un capolavoro di Art Nouveau ed è assolutamente da non perdere, soprattutto se amate le architetture in stile Wes Anderson. Restaurata negli anni ’90, è uno spazio polifunzionale costruito nei primi anni del ‘900 e decorato e allestito dai migliori artisti dell’epoca. Le sale da non perdere sono la Sala Smetana, la più grande sala concerti di Praga, la Sala del Sindaco, progettata e decorata da Alfons Mucha, la Pasticceria, e il Ristorante e il caffè al pian terreno. La Casa Civica è visitabile solo partecipando ad una visita guidata che dura 1h circa (290 corone ingresso + 55 corone per fare foto) e ci sono 3/4 volte al giorno. Non perdetevela!!

10. Il quartiere di Nove Mesto

Nel quartiere di Nove Mesto (‘città nuova’..ma lo era nel 1300 quando fu fondato) si trovano i migliori esempi di edifici Art Nouveau e Neorinascimentali, soprattutto intorno a Piazza Venceslao. Questa piazza è stata teatro di molti eventi importanti per la storia di Praga e della Repubblica Ceca, qui fu festeggiata l’istituzione della nuova Repubblica Cecoslovacca nel 1918 e qui, nel 1989, venne annunciata la caduta del muro di Berlino. Altre cose da vedere sono Palazzo Lucerna con il bellissimo ‘passaggio’, la colorata Sinagoga del Giubileo, la Casa Danzante costruita nel 1996 da Gehry e Milunic e la bellissima scultura rotante della testa di Franz Kafka (2014, l’ultima opera d’arte cinetica dal controverso artista ceco David Cerny). In realtà è bello passeggiare nel quartiere senza meta e fermarsi a bere o mangiare in uno dei tanti locali.

Praga - Casa Civica

Praga

11.Il quartiere di Holesovice

Il quartiere di Holesovice è nato come quartiere industriale e negli ultimi anni, come spesso accade, sta subendo un processo di riqualificazione urbana, soprattutto nella zona che si trova lungo l’ansa del fiume. Qui trovate alcune belle opere di street art fatte da artisti internazionale come MODE 2 e altri (soprattutto intorno alla fermata della metro Vitaska), il Centro di Arte Contemporanea DOX (famoso per avere un dirigibile di legno sul tetto) e il Vnitroblock perfetto per fare una pausa (uno spazio polifunzionale che ha al suo interno gallerie d’arte, negozi, coworking e un bar/ristorante. Si trovano in questo quartiere anche i Giardini Letna, da cui si gode una vista magnifica sulla Città Vecchia e sul Ponte Carlo, e i club più interessanti della città.

NOTE: avendo più tempo, altre cose che meriterebbero una visita sono il Museo di Arte dei secoli XIX, XX e XXI, il Museo Mucha, la collina di Zizkov, la Fortezza e cimitero di Vysehrad, il bunker dell’Hotel Jalta.

Praga

Praga

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

6 Commenti

on Cosa vedere a Praga in 3 giorni.
  1. |

    Ottimo lavoro, cara. Noi ci saremo 5 gg, appartamento al centro, due camere separate. Anche se ci sono stata svRiate volte nella citta’ un “rinfresco ” fa’ sempre bene. Grazie. Da li ci muoveremo col treno o bus fino a Vienna. Grazie per la lista dei ristornti. Un abbraccio.

    • Valentina Borghi
      |

      Grazie Slobodanka! Goditi sia Praga che Vienna, due città che amo moltissimo. Un abbraccio, a presto

  2. Roberta
    |

    Andrò per la prima volta con amici a dicembre, 4 giorni. Grazie per le informazioni, sono preziose

  3. Giuliana
    |

    Molto interessante hai innalzato la voglia di visitarl al più presto possibile grazie

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.