BeBorghi | Un week-end sul lago di Garda: Il Vittoriale e il Parco Sigurtà

Un week-end sul lago di Garda tra benessere, storia e buon cibo

Scritto da  on 
14 Novembre 2018
  • Lago di Garda - Grand Hotel Fasano

Se c’è una cosa che amo di Milano è che è vicina un po’ a tutto, al mare, alla montagna, e ai laghi più grandi e belli d’Italia e ad ottobre ho deciso di approfittarne per trascorrere un bellissimo week-end sulla sponda lombarda del lago di Garda (che non avevo mai visitato prima).

Il lago di Garda è talmente grande che a guardarlo sembra quasi un mare e la sponda lombarda regala, in pochi chilometri, delle attrazioni e degli scorci di rara bellezza. La costa bresciana è la “sorella ricca” del lago e tutta la zona che va da Manerba fino a Salò e prosegue su fino a Riva del Garda è disseminata di località di villeggiatura d’altri tempi dove si respirano ancora i fasti di fine ottocento/primi del novecento. Le cose da vedere qui sono tante, ma mi limiterò a raccontarvi principalmente quello che sono riuscita e vedere io in un week-end (con un paio di proposte alternative).

Potrebbe interessarti anche:  Una gita in Franciacorta tra arte, natura e bollicine

Lago di Garda - Parco Sigurtà

Dove dormire sul lago di Garda

Grand Hotel Fasano 

Siete d’accordo sul fatto che ogni tanto bisogna coccolarsi un po’? Come sapete sono una grande fan degli ostelli e del viaggiare low cost ma ogni tanto ho bisogno di ricaricare le energie e ho scelto il Grand Hotel Fasano perchè ha tutte le carte in regola per chi vuole trascorrere un week-end all’insegna del relax e del buon cibo.

Il Grand Hotel Fasano è un hotel storico, D’Annunzio, Klimt, Heyse e molti altri illustri personaggio della cultura europea soggiornarono qui, e ha compiuto proprio nel 2018 i suoi 130 anni di attività. Oggi l’albergo, gestito da tre generazioni dalla famiglia Mayr, è una struttura 5 stelle lusso stagionale (è aperto da aprile ai primi di novembre), dotata di ogni comfort si possa desiderare: ristoranti, bar, beach club e una grande SPA con piscine interne ed esterne ispirata alle terme romane. Per fortuna le varie ristrutturazioni, che sono avvenute nel corso degli anni per adeguare la struttura ai comfort attuali, non hanno minimamente intaccato il fascino antico del luogo e l’aria d’altri tempi che si respira attraversando le sue sale. Ancora oggi ti aspetti di veder passare nobildonne austriache o tedesche vestite di tutto punto!

Qualche anno fa è stato premiato da Readers Travel Awards come migliore Wellness Resort al mondo e l’offerta ristorativa non è da meno. Ci sono tre ristoranti (Il Fagiano, Magnolia e Il Pescatore), una champagne lounge (Ruinart White Lounge), una Gin Lounge (gestita dal mixologist Rama Redzepi) e un beach club. Diciamo che si viene coccolati dalla mattina alla sera e poi svegliarsi con la magnifica vista sul lago secondo me non ha prezzo!

Grand Hotel Fasano

Via Zanardelli 190, 25083 Gardone Riviera, Italia

Lago di Garda - Grand Hotel Fasano

Lago di Garda - Grand Hotel FasanoLago di Garda - Grand Hotel Fasano

Dove mangiare

Ristorante Il Fagiano

Per non abbassare il livello del week-end e vivere un’esperienza altrettanto speciale vi consiglio di mangiare nell’esclusivo Ristorante “Il Fagiano”, che si trova sempre all’interno del Gran Hotel Fasano ma è aperto anche agli esterni. Il ristorante si trova nella sala più antica della struttura che risale all’800 e ha solo dieci tavoli per godere appieno della cucina di Matteo Felter . La sua cucina valorizza appieno le materie prime del territorio che vengono rielaborate con creatività e spesso accostate ad ingredienti della cucina asiatica. Alcuni esempi: il risotto affumicato cotto nell’acqua di grana padano, curry, polvere di aceto balsamico, mela verde, o gli spaghetti integrali di grani primitivi “Damigella”, polvere di sarda di lago e caviale Arenka o ancora il Coregone affumicato e glassato con salsa teriyaki la sua tartare, anacardi con verdure croccanti. Io ho ordinato un menù degustazione (con abbinamento dei vini) ed è stata un’esperienza a dir poco mistica!

Lago di Garda - Grand Hotel Fasano

Cosa vedere sul lago di Garda

Il Vittoriale degli Italiani (Gardone Riviera)

Non potete capire la gioia che ho provato: desideravo visitarlo da un milione di anni e finalmente ce l’ho fatta!!

Il Vittoriale degli Italiani è un complesso di edifici, vie, piazze, un teatro all’aperto, giardini e corsi d’acqua eretto dal 1921 a Gardone Riviera (vicinissimo al Grand Hotel Fasano) da Gabriele d’Annunzio, con l’aiuto dell’architetto Gian Carlo Maroni. Il tutto è a memoria della “vita inimitabile” del poeta-soldato e delle imprese degli italiani durante la Prima Guerra Mondiale. Il complesso è molto grande e la visita dura almeno 2-3 ore. Da una parte c’è il parco (premiato nel 2012 come Parco più bello d’Italia) ricco di sculture che artisti importanti hanno donato al poeta, poi c’è la Prioria, ovvero la casa vera e propria, l’hangar dove è esposto il motoscafo MAS, la nave Puglia smontata e portata qui da La Spezia e il grande mausoleo, nel punto più alto del complesso, dove riposano le spoglie di D’Annunzio e di altri eroi di guerra. Il pezzo forte del tutto secondo me è la casa di D’Annunzio (che si visita solo partecipando a una visita guidata per 10-12 persone –sfortunatamente non è possibile fare foto all’interno) da cui è possibile comprendere molto su questo discusso poeta-scrittore-soldato. Come si studia a scuola, D’Annunzio era una persona davvero particolare e ogni stanza della sua casa racconta qualcosa della sua storia e della sua personalità. Il poeta era un accumulatore seriale di oggetti e la casa trabocca di qualsiasi cosa, libri, quadri, sculture..e chi più ne ha più ne metta! Solo nel suo bagno c’erano ben 800 oggetti (e nessuno poteva spostarli o rimuoverli naturalmente!). Era sicuramente ossessionato dal ricordo che la gente avrebbe avuto di lui dopo la morte ed ha costruito la sua casa su questa “perversione”. Il risultato è davvero incredibile: partecipando alla visita guidata si ascolta di fatto una lezione sulla storia dell’Italia dai primi del ‘900 in poi. Il resto del complesso comunque non è da meno.

Il vittoriale degli italiani 

Via del Vittoriale 12 – 25083 – Gardone Riviera

Prezzo: 16 euro (percorso completo + casa di D’Annunzio) oppure 10 euro (solo parco e museo)

Se decidete di andarci durante il week-end o in primavera-estate vi consiglio di prenotare la visita on-line perché per visitare la casa di D’Annunzio è obbligatoria la visita guidata (dura 35-40’) , si entra 10 persone alla volta e i biglietti sono a numero limitato.

Potrebbe interessarti anche:  Il Bernina Express: da Tirano a St. Moritz con il trenino rosso del Bernina

Lago di Garda - Il Vittoriale

Lago di Garda - Il Vittoriale

Lago di Garda - Il Vittoriale

Parco Giardino Sigurtà (Valeggio sul Mincio)

Il parco giardino Sigurtà in realtà non si affaccia direttamente sul lago di Garda, ma è un altro posto che avevo nella mia travel wishlist e che ho approfittato di visitare in questa occasione. Si trova comunque molto vicino al lago, perché è situato a Valeggio sul Mincio a 8 km da Peschiera del Garda. È un parco naturalistico immenso (60 ettari!) ed è stato vincitore del secondo premio di parco più bello d’Europa 2015 e di parco più bello d’Italia 2013. Il parco Sigurtà è aperto tutto l’anno e, a seconda della stagione, è possibile vedere innumerevoli attrazioni naturalistiche e storiche: nei mesi di marzo e aprile si possono ammirare un milione di tulipani che rappresentano la fioritura più importante in Italia e la più ricca del Sud Europa. C’è poi il viale delle rose, che da maggio a settembre accoglie 30.000 rose rifiorenti, un bellissimo labirinto e tanti specchi d’acqua, dove tra giugno e luglio fioriscono le piante acquatiche, e immensi prati verdi. Io l’ho visitato in autunno con il foliage degli aceri giapponesi e avevo gli occhi a forma di cuore.

Il parco è molto grande e visitarlo tutto a piedi richiede minimo 2 ore; in alternativa ci sono dei piccoli shuttle elettrici (max 13 persone – 5,9 euro adulti / 3,9 i bambini) con cui vengono fatti dei tour con guida di 1 ora, il trenino che percorre “l’itinerario degli incanti”(un tour panoramico che vi farà scoprire i luoghi più suggestivi del parco – circa 35’ – 3,5 euro adulti/gratis i bambini sotto il metro di altezza), i Golf-cart (max 4 persone – 18 euro/h) con cui potrete visitare il parco in autonomia, e,infine, le biciclette (3 euro/h).

Parco Giardino Sigurtà 

Via Cavour 1 – 37067 Valeggio sul Mincio (Verona)

Lago di Garda - Parco Sigurtà

Lago di Garda - Parco Sigurtà

Lago di Garda - Parco Sigurtà

Isola del Garda

Proprio davanti al Grand Hotel Fasano c’è un’isola, la più grande del lago di Garda, che si chiama Isola del Garda. È un luogo magico e a guardarla da fuori sembra un giardino segreto ammantato di vegetazione spontanea. In realtà qui non c’è nulla di lasciato al caso perché è tutto curato dalla famiglia Borghese Cavazza, proprietaria dell’isola dal 1870, che vive stabilmente nella villa. Dal 2002 la famiglia ha aperto l’isola alle visite turistiche da metà aprile a metà ottobre e c’è una barca che parte dal lungolago e accompagna i visitatori alla scoperta di questo gioiello.

La villa, in stile neogotico-veneziano che ricorda il Palazzo ducale di Venezia, venne realizzata tra il 1894 e il 1901 su progetto dell’architetto genovese Luigi Rovelli; il palazzo fu poi arricchito da terrazze sistemate a giardino all’italiana, con elaborati disegni di siepi e cespugli fioriti.

Isola del Garda 

Prezzi: 31 euro (adulti) e 18 (bambini)
I prezzi includono l’imbarcazione A/R, la visita guidata e drink di benvenuto.
I bambini fino a 4 anni sono gratis e la visita dura circa di due ore

Lago di Garda - isola del Garda

Se avete più tempo/giorni a disposizione potete salire sopra Salò, nella zona che si trova vicino alla chiesetta di San Bartolomeo per avere una magnifica vista del lago di Garda dall’alto, oppure visitare il piccolo Giardino Botanico Andrè Heller (sempre a Salò). Quest ultimo è un giardino dove, tra specie di rara bellezza, vedrete sbucare opere di Keith Haring, Roy Lichtenstein o Erwin Novak.

 

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.