BeBorghi | Viaggio in Marocco: cosa vedere in 2 settimane - BeBorghi.com

Viaggio in Marocco: cosa vedere in 2 settimane

Scritto da  on 
9 Gennaio 2015

Sono tornata in Marocco dopo 17 anni, l’ho ritrovato bello come lo ricordavo e migliorato dal punto di vista dell’approccio al turista (che mi aveva lasciato l’amaro in bocca negli anni ’90..evidentemente hanno capito che martellare il malcapitato con proposte di acquisto o di tour non portava al risultato sperato!).

Ho fatto un giro in auto di 12 giorni spostandomi da nord (Fèz) a sud (Marrakech), per visitare il maggior numero di posti possibili. Questo ha comportato spostamenti praticamente quotidiani, distanze abbastanza lunghe (potendo, sarebbe meglio avere almeno 15 giorni!) ed alcune rinunce (es. arrivare fino alla dune di Merzouga).

Periodo di viaggio: 26 dicembre 2014- 7 gennaio 2015

Quanto si spende

Il Marocco è un paese economico per gli europei. Si spendono meno di 100 euro al giorno (se si dorme in ostello e si viaggi senza autista, si spendono anche meno di 50 euro/gg).

Come muoversi

I mezzi pubblici ci sono, ma non sono molti e sono principalmente autobus (c’è solo un pezzettino fattibile con il treno). Il mio consiglio è quello di affittare un auto; io uso sempre Rentalcars e cerco di prenotare con un discreto anticipo per beccare le tariffe migliori. La guida dei locals non è il massimo ed alcune strade non sono in buone condizioni quindi prestate molta attenzione alla guida. Spesso ci sono anche tanti posti di blocco, quindi rispettate i limiti e i divieti di sorpasso.

Marocco

Marocco

Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere a Marrakech in 2 giorni

L’itinerario

Giorno 1: volo Milano-Fèz

Giorno 2: visita di Fèz

Giorno 3: visita di Fèz e del sito archeologico di Volubilis

Giorno 4: visita a Chefchaouen

Giorno 5: visita a Rabat e alla necropoli di Chellah

Giorno 6: viaggio verso Essaouira con stop a El Jadida

Giorno 7: visita di Essaouira

Giorno 8: attraversamento dell’Atlante e visita di Ait Ben Haddou

Giorno 9: gole del Dades e gole del Todra

Giorno 10: viaggio verso Marrakech

Giorno 11: visita di Marrakech

Giorno 12: visita di Marrakech

Giorno 13: volo di ritorno per Milano

Marocco

Marocco

Cosa vedere: i miei consigli

– Le città imperiali (Fèz, Meknes, Marrakech, Rabat), Essaouira, le gole del Todra, Ait Ben Haddou, e le dune di Merzouga

 – Visitarlo in inverno : i paesaggi desertici con la neve sullo sfondo sono magnifici!! Temperature  primaverili e zero nuvole (unico consiglio: controllate che i riad dove prenotate abbiano il riscaldamento!). L’altra volta c’ero stata in agosto e girare con 40° non è per tutti..se avete la pressione bassa..forget it!

Cibo: oltre i classiconi (harira, tajine, brochette e cous cous) assaggiate le sardine fritte dai baracchini che trovate per strada, diventeranno una droga!

Fèz: visitate anche Fèz El Jadid, più piccola ma forse più autentica di Fez El bali. C’è l’antico palazzo reale, il ghetto con il suo cimitero ebraico ed un parco molto bello. Vale la pena anche andare a vedere il tramonto sulla medina dalle tombe dei Merinidi

Chefchauen: perdersi nei vicoli  della città blu non ha prezzo! E’ una cittadina che impone il relax

Volubilis: un’antica città romana che conserva ancora mosaici incredibili

l’alto Atlante e i deserti tra Ouarzazate e El Rachidia: i paesaggi più belli. Si passa dai pini, alla neve, al deserto in poche ore

Potrebbe interessarti anche:  Marrakech insolita: dove andare per sentirsi local

Marocco

Marocco

Dove dormire in Marocco

  • Fèz: il Riad Noujoum Medina è molto centrale, bello e comodo per visitare tutto
  • Rabat: il Riad Dar Alia è in ottima posizione all’interno della medina. Bello e con colazione super
  • El Jadida: L’ Hotel l’Iglesia è un design hotel in un vecchio palazzo coloniale portoghese ristrutturato. Da vedere, anche solo per prendere un thè
  • Essaouira: il Riad Orange & Cannelle è un riad molto carino, completamente ritrutturato, che si trova all’interno della medina. E’ gestito da una coppia di ragazzi francesci super disponibili
  • Ouarzazate: il Riad Dar Rita è leggermente fuori mano, ma veramente carino! Colazione ottima
  • Tinghir: l’ Hotel Tomboctou si trova all’interno di un antico riad, ha una piccola piscina ed un ottimo ristorante
  • Marrakech: il Riad du Bonheur è un piccolo riad (ha solo 4 camere), molto carino e comodo per visitare Marrakech. Lo staff è veramente gentile e disponibile

Marocco

Dove mangiare

Fèz: il Cafè O’Clock  è un posto molto carino;  su più livelli e con terrazza offre ottime colazioni, pranzi e cene. Organizzano anche serate ed eventi culturali

Chefchaouen:

  • Restaurant Chez Fuad (derb Chàbu) nella medina, senza insegna, chiedere ai local! C’è solo il cuoco, Fuad, che propone una cucina genuina e buona. L’attesa vale il pasto!
  • Restaurant Hotel Aladdin:  ha una super terrazza con vista su tutta Chefchaouen
  • Restaurant Beldi Bab Ssour nel quartier Kherrazin. Si trova all’interno della medina. Non ha l’indirizzo: per trovarlo chiedere ai local. Qui ho mangiato la migliore harira di tutto il Marocco!

Essaouira: il Restaurant Dar Loubane (24, Rue de Rif) è un locale tipico in un giardino interno gestito da un’attempata coppia di francesi molto simpatici. E’ buono e serve cucina tradizionale marocchina

Marrakech:  Mi sono talmente innamorata del Cafè Restaurant Le Jardin e del Cafè Restaurant Nomad che ci sono tornata almeno 2/3 volte! Sono entrambi con terrazza e/o giardino, perfetti per tutti i pasti. Ti servono il pranzo mentre prendi il sole comodamente sdraiato. The best in town! Nell’ ‘articolo su Marrakech  Cosa vedere a Marrakech in 2 giorni  trovi tanti altri ristoranti interessanti.

Marocco

Vuoi portare le informazioni pratiche con te?

scarica il pdf

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)