BeBorghi | Varenna, Lierna e il Sentiero del Viandante, una gita magnifica

Varenna, Lierna e il Sentiero del Viandante

Scritto da  on 
25 Maggio 2020
  • Sentiero del Viandante

Caratterialmente tendo a vedere gli aspetti positivi di ogni cosa ed è chiaro che il blocco forzato dei viaggi dovuto al Covid mi ha spinto ad esplorare di più la “mia” regione (o meglio..quella dove vivo da 18 anni). Volevo farlo da sempre, ma la spinta a prendere un aereo era sempre più forte e rimandavo..sbagliando di grosso! La Lombardia è una delle regioni più grandi d’Italia e ha un patrimonio naturalistico, artistico e storico che richiederebbe anni di esplorazione. 

Da qualche parte dovevo pur iniziare e, come prima gita post lock-down in Lombardia, ho scelto la 2a tratta del Sentiero del Viandante, quella che va da Lierna a Verenna sul lago di Lecco, per coniugare la parte sportiva/naturalistica a quella più culturale. Vi anticipo già che mi è piaciuta moltissimo!!! Io ho fatto la gita in giornata, ma se avete tempo vale sicuramente la pena rimanere in zona anche 2-3 giorni perchè le cose da fare e da vedere nei dintorni sono tante o, perchè no, per rilassarsi sul lago. Di seguito trovate tutti i dettagli della mia gita. 

Varenna

Il Sentiero del Viandante

Il Sentiero del Viandante è un sentiero escursionistico del lago di Lecco che riprende una serie di tracciati che collegavano, già in epoca romana, i paesi della sponda orientale del lago da Lecco fino a Colico. Con buona probabilità facevano parte di un più ampio sistema di collegamento che andava da Milano fino ai passi alpini, ma erano utilizzati anche dai pellegrini e sul percorso erano presenti antiche chiese e monasteri per l’accoglienza dei viandanti. Il tragitto attuale va da Abbadia Lariana (inizia alla chiesetta di S.Martino) fino al santuario della Madonna di Val Pozzo a Piantedo. È lungo circa 45 Km e viene solitamente diviso in 4 tappe (Abbadia-Lierna, Lieran-Varenna, Varenna-Dervio, Dervio-Piantedo). Io ho percorso la 2a tratta, quella da Lierna a Varenna, considerata da molti la più panoramica. La segnaletica è arancione ed è molto chiara, quindi non avrete difficoltà a seguire il sentiero. 

Come raggiungere il punto di partenza da Milano e dove parcheggiare

Lierna si trova a circa 70 km da Milano e 16 da Lecco ed è facilmente raggiungibile sia in auto che in treno in 1h circa. La cosa più comoda da fare è parcheggiare vicino alla stazione di Lierna (che si trova già un pò in alto) e raggiungere poi a piedi il punto di partenza di una delle 2 varianti. Alla fine del sentiero, a Varenna,  dovrete prendere il treno per tornare indietro e vi tornerà comodo ritrovare la macchina in stazione. Se ci andate di domenica controllate prima che ci siano i treni!

Potrebbe interessarti anche:  15 mete raggiungibili in treno da Milano
Sentiero del Viandante
Sentiero del Viandante

La Variante Bassa 

Della tratta da Lierna a Varenna esistono 2 varianti, una che “corre” più vicina al lago (la Variante Bassa) e una più in alto (la Variante Alta). Non essendo troppo allenata, per iniziare ho percorso quella bassa (che è comunque abbastanza faticosa). Il sentiero parte da Via Regoledo (località Giussana).  Da qui si inizia a salire dentro al bosco fino a raggiungere l’altezza massima del sentiero che è di 800 mt sul livello del mare. Il sentiero attraversa la Valle Vacchera prima di scendere di nuovo verso il lago. Verso la fine si costeggia poi un tratto di superstrada, fino ad arrivare alle sorgenti del Fiumelatte (che si possono vedere facendo una piccola deviazione) prima di raggiungere Varenna. Tecnicamente non è un sentiero difficile ma è bello lungo e richiede un pò di allenamento. Portatevi acqua e cibo perchè non incontrerete nè fontanelle nè paesi lungo il sentiero (e cospargetevi di spray anti-zecche se ci andate a primavera-estate quando l’erba è alta). Lungo il percorso troverete tavoli da pic-nic in 2 punti. 

  • Lunghezza: 10,7 Km
  • Dislivello: 580 mt
  • Tempo: 4h30’ 
  • Difficoltà: media 
Sentiero del Viandante

La variante alta

La variante alta parte dalla località Genico e da qui si inizia a salire rapidamente nel bosco fino a raggiungere il  punto panoramico dove c’è la croce di Brentalone. Da qui avrete una bella vista sul lago e troverete anche dei  tavoli da pic nic. Dopo un pianoro si riprende poi a salire verso il Piano di San Pietro, culmine della salita (quota 1080 mt), e vi si aprirà davanti agli occhi una vista meravigliosa. Raggiungerete poi la località di Ortanella (dove potrete rifocillarvi volendo) prima di scendere fino al Castello di Vezio dove il percorso si congiunge con la Variante Bassa. Da qui una ripida mulattiera conduce a Varenna.

  • Lunghezza: 10,7 Km
  • Dislivello: 800 mt
  • Tempo: 4h30’ 
  • Difficoltà: medio/alta
Sentiero del Viandante
Sentiero del Viandante

Varenna

Cosa vedere  a Varenna

Varenna è considerata uno dei borghi più belli del lago di Lecco ed ha un bellissimo e romanticissimo lungolago. Oltre a passeggiare tra i vicoli del borgo (e sul lungolago appunto), se avete tempo non mancate di visitare questi luoghi:

  • Castello di Vezio: il punto dove finisce il Sentiero del Viandante a Perledo, proprio sopra Varenna. È una suggestiva fortezza medievale a strapiombo sul lago, immersa in un uliveto secolare. Al suo interno si possono visitare la torre e i sotterranei che risalgono alla I Guerra Mondiale. 
  • Passeggiata degli Innamorati: la parte del lungolago che collega il centro di Varenna all’approdo dei traghetti. 
  • Villa Monastero: Il suo giardino botanico è bellissimo! Il giardino si sviluppa per 2 km lungo il lago e, grazie al clima particolarmente mitigato tipico della zona, vi convivono rarità botaniche provenienti da tutto il mondo, che vengono di anno in anno incrementate. Da vedere anche la Casa Museo. 
  • Villa Cipressi: un magnifico complesso di edifici e giardini, realizzati e costruiti tra il 1400 e il 1800. Attualmente è di proprietà del Comune ed è adibito a hotel/ristorante e centro convegni. Quello che si visita sono i magnifici giardini, un capolavoro di architettura caratterizzato da scalinate e terrazzamenti digradanti a lago. 
  • Sorgente del Fiumelatte: ci passate accanto facendo la Variante Bassa del sentiero.  Dal paese c’è un piccolo sentiero di 1 km per raggiungere il punto in cui il Fiumelatte precipita, bianco come il latte appunto, nel lago. La sua particolarità è la sua intermittenza che va dal 25 marzo fino al 7 ottobre. 
Potrebbe interessarti anche:  Isole Borromee (Lago Maggiore): come visitarle, quando, costi
Varenna
Varenna

Dove mangiare a Varenna

  • Crott del Pepot:  trattoria tipica che si trova lungo la salita al Castello di Vezio. Perfetta per mangiare la polenta e gli altri piatti tipici. 
  • Osteria Quatro Pass: ristorante molto carino nel centro storico. Cucina più raffinana ma davvero buona. 
  • Il Cavatappi: Locale molto intimo, con pochi posti ma molto curato. Menu ricercato e servizio attento e professionale. Ideale per coppie e festeggiare momenti speciali.

Dove dormire a Varenna 

Villa Varenna: bel B&B in una villa di fine ‘800 nel centro di Varenna, a 200 metri dalla stazione ferroviaria di Varenna-Esino. Ha anche un giardino con barbecue e una terrazza solarium arredata.

Varenna

Lierna

Cosa vedere a Lierna

Lierna è un piccolo comune, formato però da tante minuscole frazioni che hanno origini antiche (addirittura celtiche pare). La frazione più bella è indubbiamente quella di Castello che si affaccia sul lago (con il castello di Lierna appunto). Un tempo questa frazione era un’isola, e tutt’oggi tra le mura del borgo medievale ci sono vicoli e cortili, come se fosse un villaggio a sé. Accanto al borgo c’è la spiaggia più bella di Lierna (e una delle più belle sul lago di Lecco), ovvero Riva Bianca, una spiaggia racchiusa in una una baia molto graziosa. La spiaggia è per metà di sassolini bianchi  e per metà di prato, non è attrezzata, ma c’è il Bar Riva Bianca per rifocillarvi .

Lierna è anche famosa per le sue bellissime ville liberty (dai primi del ‘900 è stata meta di villeggiatura dei ricchi) tra cui spiccano Villa Besana o Aurelia e Villa Pini. Non dimenticate di visitare anche la Chiesa dei Santi Maurizio e Lazzaro, di origine romanica, all’interno della quale si trovano degli interessanti affreschi del ‘500 e una reliquia di S. Maurizio, e il campanile della Chiesa di Sant’Ambrogio. Dedicata al Santo protettore questo campanile risale all’anno Mille ed è uno dei più antichi di tutta la Lombardia.

Potrebbe interessarti anche:  Terme e SPA vicino Milano: 10 posti da non perdere
Lierna
Lierna

Dove mangiare a Lierna

  • Ristorante Sottovento: bel ristorante con vista sul lago , la specialità è il pesce di lago. Ha un ottimo menu degustazione.
  • Bar ristorante Riva Bianca: situato a Riva Bianca, proprio fronte lago, fanno ottime pizze , piadine e primi veloci. 
  • Ristorante La Breva: ristorante gourmet e di classe. Ovviamente più costoso degli altri ma molto buono.

Dove dormire a Lierna

Dove dormire Lierna

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.