BeBorghi | Viaggio in Costa Rica: tutti i consigli utili per organizzarlo

Viaggio in Costa Rica: tutti i consigli utili per organizzarlo

Scritto da  on 
12 Aprile 2022
  • Manuel Antonio - Costa Rica

Dopo l’articolo sulle cose più belle da vedere in Costa Rica, qui trovate invece i consigli pratici ed utili per organizzare il vostro viaggio. Il Costa Rica è considerato la “Svizzera del Centro America” e si differenzia abbastanza sia dai paesi confinanti che dai paesi del Sud America. È un paese stabile politicamente, senza esercito da più di 70 anni e con un livello di alfabetizzazione molto elevato (superiore al 97%). A questo però, purtroppo, non corrisponde un livello di servizi altrettanto “evoluto”: le strade sono pessime, così come i mezzi pubblici. La cosa che mi ha disturbato di più di questo viaggio infatti è stato proprio il rapporto qualità/prezzo delle cose (alloggi, trasferimenti, noleggio auto, cibo, ecc): tutto è decisamente over-priced! In alcune zone particolarmente turistiche del paese (come Santa Teresa) i prezzi sono superiori a quelli italiani, ma i servizi sono molto peggiori rispetto a quelli che potete trovare anche solo in Messico o a Panama. A differenza di quello che avevo sentito dire infatti, il Costa Rica è tutt’altro che un paese da backpacker! Detto ciò, i luoghi e gli animali che si vedono in Costa Rica sono molto belli, c’è una biodiversità incredibile, ma il prezzo di un viaggio nel paese è davvero troppo elevato e dubito che ci tornerò a breve. Se però state per organizzare un viaggio in Costa Rica fai-da-te, spero che qui troverete tanti consigli utili, e che riuscirete magari anche a risparmiare qualcosina.  

Bradipo - Costa Rica

Documenti necessari per entrare in Costa Rica

(Aggiornato ad aprile 2022)

Per entrare in Costa Rica non è necessario richiedere alcun visto, basta avere un passaporto valido. I cittadini stranieri devono anche mostrare un biglietto (aereo o di un bus) di uscita dal paese. Se non sapete quanto starete in Costa Rica, vi conviene comprare un biglietto a caso, il biglietto più economico che trovate per entrare a Panama o in Nicaragua. Senza di questo non vi faranno entrare! Prima di partire per il Costa Rica comunque controllate sempre il sito Viaggiare Sicuri perchè le regole potrebbero cambiare.

L’assicurazione medico-bagaglio per il Costa Rica

Il primo aspetto da considerare quando si viaggia in un paese extra-EU (da quando c’è il Covid anche in EU in realtà) è l’assicurazione medico-bagaglio. In Costa Rica la nostra copertura sanitaria non vale e il mio consiglio è quello di fare sempre una classica assicurazione medico-bagaglio che vi possa coprire durante il viaggio, anche per il Covid-19. Io mi trovo molto bene con Heymondo, un sito che confronta le polizze di diverse compagnie e propone la polizza più conveniente per quel determinato viaggio. Per farlo dovrete inserire i dati relativi al vostro viaggio e vi manderanno una mail con le proposta migliore che potrete poi acquistare direttamente on-line (essendo miei lettori avrete diritto anche uno sconto del 10%!!!).  Tutte le assicurazioni di viaggio di Heymondo coprono l’assistenza medica anche in caso di contagio da coronavirus, compreso il test se necessario. È prevista anche la copertura per il prolungamento del soggiorno in hotel dovuto alla quarantena. Allo stesso modo la garanzia di annullamento del viaggio include la copertura per malattia o decesso del viaggiatore o di un familiare a causa del COVID-19.

La moneta: il colon (CRC)

In Costa Rica si usano i colones (CRC), e sono tra le monete più belle che abbia mai visto viaggiando (vedi foto qui sotto). Su ogni taglio di carta è rappresentato un animale presente in Costa Rica. Anche i dollari sono molto diffusi ed accettati (più del 50% del turismo proviene dagli Stati Uniti) e molti bancomat erogano sia colones che dollari. Gli ATM si trovano ovunque e quasi tutto può essere pagato anche con carta di credito (inclusi i taxi), quindi non ha senso girare con molto contante. Per quanto riguarda il cambio, conviene prelevare con il bancomat/carta di credito piuttosto che cambiare gli euro, e questo vale sia in aeroporto che in centro città a San Josè. 

Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere in Costa Rica: 15 luoghi da non perdere
La moneta del Costa Rica: i colones

Quando andare in Costa Rica: il clima

A livello climatico il Costa Rica si divide in due, la parte che si affaccia sull’oceano Pacifico e  quella che si affaccia sul Mar dei Caraibi. La prima ha un clima tropicale con due stagioni, la stagione secca (da novembre/dicembre fino a marzo) e quella delle piogge (da maggio a ottobre più o meno). Il centro del paese e la zona caraibica invece non hanno una stagione secca e piove più o meno tutto l’anno. L’alta stagione turistica va da dicembre fino a marzo/aprile. In questo periodo sulla costa pacifica non vedrete una nuvola ma i prezzi sono ancora più cari del solito e dovrete prenotare con un certo anticipo (almeno 1 mese prima) sia le strutture che il noleggio auto. Durante la stagione delle piogge invece alcuni parchi possono essere particolarmente fangosi e difficili da visitare, e alcune strutture potrebbero essere chiuse. 

Quanto si spende in Costa Rica

Il tasto dolente di un viaggio in Costa Rica, come avrete capito, sono i costi, davvero elevati. Prenotando tutto con un bel pò di anticipo (1-2 mesi almeno) si riesce a risparmiare un minimo, ma rimane un paese davvero caro. La cosa sconvolgente poi è il fatto che la natura sia tutta a pagamento; per fare qualsiasi passeggiata/trekking bisogna pagare. L’unica cosa che potrete fare gratuitamente è camminare lungo le spiagge (quasi tutte perlomeno), ma per il resto dovrete SEMPRE pagare, e i biglietti vanno dai 15 fino ai 50 dollari e più. Ovviamente ci sono delle differenze tra le varie località, e i posti più famosi come Santa Teresa, La Fortuna, Tamarindo e Manuel Antonio sono più cari degli altri. A titolo indicativo vi metto alcuni range di prezzo in alta stagione (dicembre-aprile)  per farvi un’idea:

  • Posto letto in camerata in ostello: da 20 fino a 60 dollari 
  • Camera matrimoniale con bagno privato: 60-120 dollari minimo
  • Biglietto bus senza A/C (3-4h): 7-10 dollari 
  • Transfer interno con minivan: 50-100  dollari 
  • Ingresso parco naturale: 15-50 dollari
  • Noleggio auto: 70-100 dollari al giorno
  • Escursione di 1 giorno: 50-100 dollari
  • Pasto (street food): 5-10 dollari
  • Pasto (ristorante carino): 25-30 dollari 
  • SIM Card: 10-15 euro
Potrebbe interessarti anche:  Viaggio in Colombia: tutti i consigli utili per organizzarlo
Viaggio in Costa Rica- Cascate

La sicurezza in Costa Rica

Il Costa Rica è il paese più sicuro del Centro e probabilmente anche del Sud America. I suoi pericoli sono legati soprattutto ai fenomeni naturali come le eruzioni (non ci dimentichiamo che è un paese pieno di vulcani attivi), i terremoti, le correnti marine e la presenza di animali velenosi/pericolosi.  Detto questo dovrete comunque stare attenti ai furti comuni, come i furti nelle auto (non le lasciate mai cariche e incustodite) o gli scippi. L’unica eccezione è la zona di Puerto Viejo. Qui esiste un problema di sicurezza, soprattutto per le donne occidentali. Da diversi anni sono stati registrati vari casi di stupri (anche un omicidio se non ricordo male) ai danni di giovani ragazze occidentali (l’ulitmo a gennaio 2022). Le amministrazioni locali stanno cercando di illuminare di più le strade e fare più controlli, ma è sconsigliato camminare da sole o prendere i tuk tuk dal tardo pomeriggio in poi. Anche se viaggiate da sole, la sera cercate di spostarvi sempre con uno o più uomini e prendete tutte le precauzioni del caso. Personalmente ci sono stata e non ho avuto alcun problema nè ho percepito chissà cosa, ma le casistiche ci sono, quindi è meglio eccedere con la prudenza piuttosto. 

Come spostarsi in Costa Rica

In Auto

A meno che non abbiate tanto tempo a disposizione, il modo migliore per spostarsi in Costa Rica è indubbiamente l’auto, che vi garantisce il massimo della libertà e vi permette di raggiungere anche le località più remote del paese. Le arterie principali sono abbastanza buone e abbastanza trafficate, mentre quelle secondarie molto meno. Diverse strade per arrivare a Monteverde e quelle sulla penisola di Nicoya (intorno a S.Teresa per esempio) sono sterrate e si impiega molto tempo a percorrerle. Calcolate di passare più volte a San Josè durante il viaggio, perchè è qui che si incrociano le strade principali del paese. Per il noleggio auto io uso sempre il sito di Discovercars e per questo viaggio ho trovato un’offerta con Avis. Il noleggio auto per 7 giorni dall’aeroporto di San Josè è costato 470 euro, avendo però già l’assicurazione medico-bagaglio di Heymondo che copre la franchigia. Senza di questa il prezzo sarebbe stato ben più alto. Per evitare fregature, ricordatevi di controllare sempre il voto e le recensioni che gli utenti danno alle varie compagnie di autonoleggio. Li trovate sul sito stesso di Discovercars, ma potete fare un doppio controllo anche su Trustpilot. Alcune compagnie offrono prezzi stracciati ma il servizio poi è pessimo. 

In bus

Come per il resto dei paesi centro e sud americani, anche in Costa Rica la maggior parte delle persone si sposta in bus. Qui però sono bus decisamente vecchiotti, quasi sempre senza aria condizionata, e non ci sono tante corse giornaliere. Ad ogni modo è possibile raggiungere in bus la maggior parte delle località più turistiche. Per vedere gli orari dei bus e comprare i biglietti on-line in anticipo dovrete consultare questo sito. In Costa Rica ogni compagnia di bus ha il suo terminal, quindi dovrete sempre fare attenzione alla stazione di partenza e di arrivo. In compenso i prezzi sono abbastanza economici paragonati a tutto il resto. 

Costa Rica - tramonto sull'oceano Pacifico

SIM locale e connessione a internet

Chi non sa rinunciare ai social e vuole stare sempre connesso (come la sottoscritta) può comprare facilmente una sim card del Costa Rica praticamente ovunque. Oltre ai negozi e ai chioschi delle compagnie più grandi (Claro, Movistar per esempio), potete comprare e ricaricare la sim anche nei tabaccai, nei supermercati e in tanti altri posti. Il costo è veramente basso e la rete è buona. Vi consiglio di comprare una sim con Claro perchè prende davvero ovunque e include l’uso gratuito (senza scalare i giga del traffico dati) di Facebook, Instagram e Whatsup. Una sim ricaricabile per 1 mese con 12G di traffico (che vi bastano e vi avanzano) costa circa 15 euro. Claro è inoltre l’unica compagnia che offre anche il roaming gratuito in tutti i paesi del Centro e del Sud America; se prevedete di spostarvi a Panama o altrove (come ho fatto io), potrete tenere la stessa sim. Per i nomadi digitali, premesso che è un paese troppo caro per essere attraente da questo punto di vista, la connessione wifi è mediamente accettabile un pò ovunque.  

Dove dormire in Costa Rica

L’offerta di alloggi per un viaggio in Costa Rica è davvero ampia; in buona parte del paese troverete sia ostelli che magnifici boutique hotel. Questi sono gli ostelli/hotel dove ho dormito io (e ve li consiglio tutti naturalmente):

Dove dormire in Costa Rica
Dove dormire Costarica

FAQ sul Costa Rica

Cosa vedere in Costa Rica in 15 giorni

Noleggiando un auto a S.Josè, questo è l’itinerario di 15 giorni che vi consiglio per un viaggio in Costa Rica:
1.San Josè
2.Parco Nazionale Tortuguero
3.San Josè- La Fortuna
4.La Fortuna
5.La Fortuna
6.Rincon de la Vieja
7.Rincon de la Vieja
8.Monteverde
9. Monteverde
10.Montezuma
11. Montezuma
12- Montezuma
13. San Josè
14.Manuel Antonio
15. Manuel Antonio- S.Josè

Si può andare in Costa Rica in agosto?

Un viaggio in Costa Rica in agosto è sconsigliato, a meno che non amiate particolarmente la pioggia e che non siate interessati soprattutto al surf. A differenza della stagione secca (da dicembre fino ad aprile) , in agosto piove parecchio in tutto il paese. In compenso però l’oceano Pacifico regala le onde migliori per surfare.

About

Autore
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.