BeBorghi | Cosa vedere a Tenerife Nord: 10 luoghi da non perdere (con mappa)

Cosa vedere a Tenerife Nord: 10 luoghi da non perdere

Scritto da  on 
25 Aprile 2021
  • beborghi_____DSCF0345

Dopo l’articolo su Cosa vedere a Tenerife Sud è arrivato il momento di parlarvi della zona nord dell’isola, quella storica, più affascinante, che mi ha stupita di più. Ho amato moltissimo la natura dei monti Anaga, tutta la costa nord, le città storiche di San Cristobal de la Laguna, la Otorava e Puerto de la Cruz. Il Teide con il suo immenso parco Nazionale è una cosa a parte, geograficamente si trova a sud ma si impiega lo stesso tempo per raggiungerlo sia da nord che da sud (e gli dedicherò un articolo a parte). In generale penso che la cosa che ho amato di più Tenerife sia la sua incredibile varietà di paesaggi. Questa è una caratteristica che condivide anche con altre isole (come La Palma, La Gomera e Gran Canaria), ma a Tenerife è molto più accentuata, soprattutto nella zona nord. C’è davvero tutto: paesaggi vulcanici, boschi secolari, spiagge di sabbia bianca sahariana, spiagge di sabbia nera, foreste, scogliere altissime..davvero di tutto un po’! Quali sono quindi le cose da vedere a Tenerife Nord? 

Mappa Tenerife Nord

Cosa vedere a Tenerife nord: 10 luoghi da non perdere

In un viaggio sull’isola, la parte nord di Tenerife sarà quella che vi colpirà di più secondo me, perché è decisamente inaspettata. Vedrete paesaggi naturali che assomigliano molto a quelli delle Hawaii o delle isole Azzorre, non chè le  città più belle e ricche di tradizioni di Tenerife.

1.Santa Cruz de Tenerife

Inizio questo tour virtuale di Tenerife Nord partendo dal capoluogo, la città di Santa Cruz di Tenerife, una accogliente città portuale e poi proseguirò in senso antiorario. Le cose da vedere qui sono:

  • Centro storico: si limite a poche vie intorno a Plaza de la Iglesia, con la Chiesa di Nuestra Senora de la Concepcion e Calle Antonio Dominguez Alfonso, una strada molto carina con le casette colorate e tanti bar e ristoranti. 
  • Mercado de nuestra senora de Africa: ospitato in un edificio storico, questo mercato risale al 1944 e riporta ad atmosfere sudamericane. È qui che gli abitanti di Santa Cruz vengo a fare la spesa di ortofrutta e fiori recisi.
  • Tenerife Espacio de las Artes (TEA): progettato da Herzog & de Meuron, questo grande edificio in pietra vulcanica ospita il Museo di Arte Contemporanea, un centro di fotografia e la biblioteca. 
  • Auditorio de Tenerife: probabilmente l’edificio più noto di Santa Cruz, che è impossibile non notare sul lungomare. Progettato da Calatrava, assomiglia un pò all’Opera House di Sydney. È possibile fare visite guidate all’interno.
  • Palmetum:  bellissimo giardino botanico che riunisce la più grande collezione euorpea di palme provenienti da ogni parte del mondo. Costruito in un discarica, questo parco oggi è completamente ecologico: il suolo è ricoperto da residui vegetali triturati e per l’irrigazione si usano le acque di scarico cittadine. 
Potrebbe interessarti anche:  Dove alloggiare a Tenerife: le zone migliori
Cosa vedere a Tenerife nord - Santa Cruz de Tenerife
Cosa vedere a Tenerife nord - Santa Cruz de Tenerife
Auditorio di Calatrava - Santa Cruz de Tenerife

2.Playa Las Teresitas e semaforo di Anaga

Pochi km a nord di Santa Cruz de Tenerife, c’è la spiaggia più amata dai chicharreros, gli abitanti di Santa Cruz, ovvero Playa Las Teresitas.Una spiaggia molto lunga e profonda di sabbia bianca importata dal Sahara (come avviene spesso alle Canarie), attrezzata e con calme calme e chiare. La vista migliore dall’alto la avrete dal Mirador Las Teresitas, che si trova lungo la strada per Igueste. Se cercate una spiaggia di sabbia bianca, questa è di gran lunga la più bella a Tenerife Nord. Se invece avete voglia di camminare vi consiglio di raggiungere Igueste de San Andrès e fare un bellissimo trekking che raggiunge sia il Semaforo di Anaga, che, ancora meglio per la vista il Mirador La Atalaya. Da qui avrete una vista magnifica su tutta la costa, fino alla punta dell’isola. Il trekking è abbastanza corto (1h di salita), ma abbastanza duro perchè il dislivello è di circa 500-600 mt. 

Potrebbe interessarti anche:  Tenerife: le 15 spiagge più belle

3.San Cristobal de la Laguna

Tra le cose da vedere a Tenerife Nord c’è sicuramente San Cristobal de la Laguna, l’antica capitale dell’isola. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, La Laguna (così viene chiamata) venne fondata nel 1496 e la sua pianta a scacchiera venne poi usata come modello urbanistico per tutte le città coloniali fondate dai conquistatori nel Nuovo Mondo. È molto piacevole passeggiare tra le vie del suo centro storico, pieno di edifici colorati, con le porte e le finestre di legno intagliato. Tante anche le dimore storiche (come ad esempio Palacio Salazar o la Casa Museo Cayetano Gómez Felipe) ), le chiese e i conventi che risalgono anche al 1500. Tutto il centro storico comunque si sviluppa intorno all’asse Plaza del Adelantado e Iglesia de Nuestra Senora de la Conception. Se volete saperne di più su questa bella città coloniale, vi consiglio di partecipare a questo free tour di 2h (in inglese), in cui spiegano la storia della città e dei suoi edifici più importanti. Per pranzo/cena vi consiglio il Ristorante Guaydil, un bel ristorante con cucina gourmet locale.  PS copritevi più del solito quando venite a La Laguna perchè fa sempre freddo, anche 10 gradi in meno che a sud!!).

Potrebbe interessarti anche:  Cosa vedere sul Teide: i trekking, la funivia e le escursioni (con mappa)
San Cristobal de la Laguna - Tenerife Nord
San Cristobal de la Laguna - Tenerife Nord
San Cristobal de la Laguna - Tenerife Nord

4.Parque Rural de Anaga

Una delle cose più belle da vedere nel nord di Tenerife è il Parque Rural de Anaga, che occupa l’estremità nord-orientale dell’isola. Questa riserva naturale è di una bellezza disarmante, con fitti boschi di alloro, immense brughiere e fayas, le piante tipiche delle Canarie. Le strade che attraversano le montagne di Anaga sono tutte di curve e tutte super panoramiche, con vari mirador che si aprono di tanto in tanto, e le possibilità di fare trekking qui sono quasi infinite. Il Centro de Visitantes si trova a Cruz del Carmen, dove c’è un bellissimo mirador (da cui si vede anche il Teide) e da cui partono vari sentieri, come quello dei “3 sensi” o quello che arriva a Pico del Inglès (entrambi magnifici!). Non troppo lontano, dopo aver percorso decine di curve, vi consiglio di raggiungere anche Taborno e fare il trekking al Roque de Taborno, davvero bello e panoramico. Non è difficile, ma non dovrete soffrire di vertigini. 

Parque Rural de Anaga - Mirador
Parque Rural de Anaga  - bosco
Parque Rural de Anaga - Tenerife Nord

5.Taganana e Benijo 

Scendendo dalle montagne di Anaga verso il mare, sulla costa nord di Tenerife, incontrerete Taganana, un pittoresco villaggio adagiato tra due barranchi (canyon), con le case tipiche canarie. Scendendo ancora Almaciga e Benijo, due piccole località sulla costa, affacciate sulle acque dell’oceano Atlantico. Questo tratto di costa è davvero spettacolare, sicuramente il più bello di Tenerife Nord, ma forse di tutta l’isola! Sembra di stare in qualche isola delle Hawaii, con le scogliere verdi che si gettano nel mare. Bellissima la spiaggia di sassi e di sabbia nera di Benijo, se il mare è calmo è possibile anche farsi il bagno, ma fate attenzione perchè il mare qui può essere molto violento. A Benijo inoltre finisce la strada, ma potete continuare a piedi (ed è un bellissimo trekking) fino a El Draguillo o fino all’estremità nord-orientale di Tenerife. Questo tratto di costa super selvaggio è molto amato anche dai surfisti, particolarmente da quelli bravi.

Taganana - Tenerife nord
Spiaggia di Benijo - Tenerife
 Benijo - Tenerife

6.Bejamar e Punta del Hidalgo

La parte restante della costa nord, quella che va da Almagica fino a Punta del Hidalgo, è inaccessibile con l’auto; è un tratto di costa estremamente selvaggio e aspro e potrete raggiungere solo poche spiaggette facendo dei trekking (non esattamente semplici). Potrete però raggiungere Punta de Hidalgo con la strada che passa per Bejamar. Questa località è famosa per le sue piscine naturali, ad accesso libero, create dalle onde dell’oceano che vanno a infrangersi contro i frangiflutti. Le piscine sono davvero molto suggestive devo dire! A Punta del Hidalgo c’è invece un faro (moderno, di dubbio gusto architettonico), un mirador e diverse spiaggette molto ambite dai surfisti esperti. 

Piscine naturali di Bejamar - Tenerife Nord
Mirador de Punta del Hidalgo - Tenerife Nord

7.Costa de El Sauzal

Procedendo nell’altra direzione, verso sud, sulla costa ovest di Tenerife si raggiunge un tratto di costa chiamata El Sauzal. Questa zona dell’isola è piena di vitigni e di cantine, di bananeti, di guachinche (le trattorie di campagna tipiche delle Canarie) e di ville vista mare. Qui potete fare varie cose, tipo passeggiare lungo il sentiero pavimentato sulla costa (per parcheggiare dovrete raggiungere questo parcheggio..la strada è tutta curve e stretta ahimè), fare una degustazione in una cantina o semplicemente rilassarvi in una terrazza con vista mare in un posto come Las Terrazas del Sauzal o La Baranda, che si trova accanto alla Casa de Vino, dove potete comprare il vino locale. Se volete fare una degustazione, vi consiglio la Bodega Monje; hanno varie tipologie di degustazioni e potete fare anche la visita guidata alla cantina. Per quando riguarda i guachinche invece, in zona vi cosiglio il guachinche La Finca, bello ruspante, abbondante e super economico (si mangia carne alla griglia).

Tenerife Nord - El Sauzal
Bodega Monje - Tenerife
Guachinche La Finca - Tenerife
Guachinche La Finca - Tenerife

8.La Orotava

Arriviamo adesso alla città che, per estetica, ho trovato la più bella di Tenerife. Parliamo de La Orotava, che domina la valle fertile da cui prende il nome, all’interno della Costa de El Sauzal. La città conserva ancora tantissime case signorili finemente ristrutturate con i balconi in legno più belli di tutte le Canarie, dei giardini magnifici e ha un’atmosfera davvero bella. Tra le cose da vedere a La Orotava:

  • Casa de los Balcones: una casa magnifica che risale al XVII, con incredibili balconi in legno intagliato e molti degli arredi originali. Bellissimo anche il patio interno. Per entrare si pagano 5 euro (ma li vale tutti!).
  • Casa Lercaro: sulla stessa via, altro palazzo del XVI secolo molto bello e molto ben conservato. Il cortile interno pieno di palme e di piante ospita un ristorante
  • Jardines del Marquesado de la Quinta Roja: conosciuti anche come Jardin Victoria, sono giardini terrazzati settecenteschi in stile francese che degradano sulla collina e offrono una vista magnifica fino al mare. 
  • Liceo de Taoro: accanto ai giardini, questo palazzo neoclassico rosso mattone ha, sulla terrazza, un bel bar. Notevole anche il giardino. 
  • Iglesia de Nuestra Senora de la Conception: bella chiesa barocca, ricostruita nel 1768 con belle vetrate. 
La Orotava - Casa de los Balcones
La Orotava - Tenerife
La Orotava - Tenerife

9.Puerto de la Cruz

Tra le cose da vedere a Tenerife Nord c’è Puerto de la Cruz, probabilmente la città più vivibile di Tenerife, non a caso la città scelta dalla maggior parte degli ex-pat e dei nomadi digitali che si trasferiscono sull’isola. Puerto de la Cruz è una città abbastanza grande e molto animata, meta del turismo inglese in cerca di sole sin dall’800. Il centro storico è praticamente tutto pedonale e conserva molte case con balconi tradizionali, edifici storici e chiese del 1600-1700. Un plus..da Puerto de la Cruz si vede molto bene il Teide!! Nelle giornate di cielo sereno è davvero uno spettacolo. Cuore del centro è l’ombreggiata Plaza del Charco, da cui potete poi raggiungere il lungomare, molto vivace, pieno di bar, ristoranti. A questo proposito, vi consiglio caldamente di andare a mangiare il pesce freschissimo sulla terrazza del Restaurante La Cofradia. Tra le cose per me da non perdere a Puerto de la Cruz (a parte tutto il centro storico, in cui vi consiglio di fare una bella camminata di un paio d’h):

  • La Ranilla: alla sinistra del porto, era il vecchio quartiere dei pescatori. È fatto di casette basse colorate, tutte risistemate, bar e ristoranti. La zona è anche piena di street-art, se siete patiti di questa forma d’arte è assolutamente un must!
  • Jardin de Orquideas de Sitio Litre:  situato un pò in alto, subito fuori dal centro, questo giardino risale al 1730 e contiene una collezione enorme di orchidee e di piante tropicali. Un vero paradiso nascosto!!
  • Jardin de Aclimatacion de la Orotava: l’orto botanico di Puerto de la Cruz, creato nel 1700, con tantissime piante e fiori provenienti dalle Canarie e dal resto del mondo. Magnifico il ficus di più di 200 anni con le radici volanti.  
  • Lago Martianez: un complesso artificiale di acqua salmastra che include varie piscine circondate da piante e rocce vulcaniche creato da Cèsar Manrique.
Puerto de la Cruz - La Ranilla
Puerto de la Cruz - Tenerife Nord
Puerto de la Cruz - Restaurante La Cofradia
Giardino Botanico di Puerto de la Cruz

10.La Gordejuela e Rambla de Castro

Con una bella passeggiatona che costeggia il mare, partendo dal centro di Puerto de la Cruz verso sud potrete raggiungere la Gordejuela e Rambla de Castro, due posti bellissimi. Se non volete camminare 5 km a piedi potete arrivare anche più vicino con la macchina, ma sarebbe un peccato perchè la camminata è davvero bella e panoramica. La Gordejuela è uno degli edifici abbandonati più fotografati e visitati di Tenerife. Conosciuta anche come Casa Hamilton, la Gordejuela è un ascensore a vapore (fu la prima macchina a vapore dell’isola!) costruita nel 1903 dalla compagnia Hamilton per pompare l’acqua dalle sorgenti di Gordejuela fino alle piantagioni di banane della Valle di Orotava. L’edificio si può vedere solo dall’alto perchè è pericolante, ma è davvero molto suggestivo. Camminando oltre arriverete poi alla baia e spiaggia di Rambla de Castro, molto suggestiva, che ricorda un pò alle Hawaii. 

La Gordejuela - Tenerife Nord
Rambla de Castro - Tenerife

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli che ho scritto sulle Canarie:

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.