BeBorghi | Cosa vedere a La Palma: la ‘isla bonita’ delle Canarie

Cosa vedere a La Palma: la ‘isla bonita’ delle Canarie

Scritto da  on 
13 Marzo 2021
  • beborghi_____DSCF1007

Cosa vedere a La Palma, tra i vulcani del sud, la Caldera del Taburiente e la foresta pluviale de Los Tilos. L’isola più verde delle Canarie saprà ammaliarvi con le sue incredibili bellezze naturali.

Tra le isole Canarie, La Palma è sicuramente tra le meno conosciute. Complice il fatto che dall’Italia non ci siano voli diretti, io stessa non l’avevo mai presa in considerazione. Ordunque, mi sbagliavo di grosso!! Dire che è stata una bellissima scoperta è riduttivo. La Palma è un’isola molto diversa dalle isole Canarie che avevo visto prima (Lanzarote, Tenerife e Fuerteventura), è l’isola più verde dell’arcipelago e, grazie alla sua vegetazione lussureggiante, viene chiamata la “isla bonita” o “isola verde”. Non stupisce affatto che sia stata dichiarata Riserva della Biosfera dall’UNESCO! Non avendo spiagge di sabbia bianca, La Palma non è stata toccata dal turismo di massa (che preferisce riversarsi su Tenerife e Gran Canaria), ed ha potuto mantenere la sua autenticità. In compenso, La Palma è sicuramente l’isola d’elezione per gli amanti del trekking e della vacanza attiva. I sentieri sono moltissimi, ben segnati, e l’isola è molto organizzata in tal senso (in questo articolo trovate i trekking più belli da fare). Qui ogni anno si svolge anche la Transvulcania, una ultra-marathon di 74,6 km con un dislivello cumulativo di 8086 m (per semi-dei praticamente!).

La bellezza di quest’isola risiede principalmente nel fatto che ha una natura davvero incontaminata e offre tanti scenari molto diversi tra loro: tra le cose da vedere a La Palma si passa dalle montagne innevate del Parque National de la Caldera del Taburiente, alla foresta pluviale del nord, dai territori aridi e vulcanici del sud alle foreste di pini del centro dell’isola. Non ultimo, La Palma ha una cielo ideale per le osservazioni astronomiche e ospita l’Osservatorio del Roques de los Muchachos, che è uno dei più grandi al mondo. Non vi ho ancora convinto?? 

mappa La Palma
Cosa vedere a La Palma

Quando andare a La Palma

Come per il resto delle isole Canarie, anche La Palma ha un clima subtropicale, con lunghe estati calde e inverni inesistenti, quindi ci si può andare sempre! Le temperature possono variare tra i 15°c di minima e 20°c di massima durante l’inverno, e i 22°c di minima e solo 28°c di massima in estate. Essendo l’isola più a nord dell’arcipelago però, La Palma è più esposta alle nubi e alle precipitazioni dell’Atlantico e nella zona nord, soprattutto in inverno, può piovere abbastanza spesso. Calcolate inoltre che sul Roques del Taburiente (il punto più alto dell’isola, a 2400 metri) può nevicare, quindi portatevi qualcosa di più caldo per andarci. Idem per fare trekking, il tempo può cambiare in modo molto repentino quindi portatevi sempre una giacca antivento e una felpa calda. Per quanto riguarda la stagione turistica, l’alta stagione va da ottobre fino a febbraio (ed è determinata soprattutto da visitatori provenienti dal nord Europa), mentre l’estate è una stagione intermedia, e l’isola è frequentata principalmente da visitatori provenienti dalla Spagna continentale. 

Come raggiungere La Palma 

Per raggiungere La Palma dall’Italia dovrete necessariamente fare scalo a Tenerife o a Gran Canaria e poi prendere un volo interno (operato dalla compagnia Binter Canarias). Il prezzo del volo varia in base alla stagione, ma potrete trovarlo anche a 40-50 euro (solo il volo interno eh!). Dal Sud di Tenerife potrete inoltre raggiungere La Palma in traghetto

La tratta Los Cristianos-Santa Cruz de La Palma è coperta da 2 compagnie  Naviera Armas  e Fred Olsen (ciascuna con 1 viaggio al giorno di media) e il biglietto costa 50 euro (sola andata). Il tragitto dura 3h30-4h. 

Come muoversi a La Palma

Se non avete la patente o non volete guidare, a La Palma esiste una rete di autobus che copre le località principali (qui trovate tutte le info, orari, ecc), ma per poterla esplorare meglio vi consiglio di noleggiare un auto. Alle Canarie per fortuna costa davvero poco, così come la benzina. Quando viaggio normalmente uso il sito di Rentalcars, ma per La Palma le compagnie con il miglior rapporto qualità-prezzo sono Cicar e Cabrera Medina. Hanno uffici un pò ovunque (aeroporti, porti, città principali e minori) e vi permettono di noleggiare l’auto senza bloccare la carta di credito e con la Kasco senza franchigia. Il costo per una settimana si aggira intorno ai 120-130 euro. La compagnia più economica in assoluto però è Plus Car; non hanno uffici fisici ma compilerete un form on line dove indicherete il punto in cui vorreste iniziare il noleggio e loro vi porteranno l’auto lì. È un pò più scomoda, ma si risparmia un buon 20-30% sul noleggio. Nota: preparatevi a percorrere strade molto belle ma tutte curve! Di rettilinei, e di strade piane ce ne sono davvero pochissime.

Traghetto per raggiungere La Palma

Dove dormire a La Palma 

Il posto migliore dove dormire a La Palma secondo me è la capitale, Santa Cruz. È la città più bella, è abbastanza centrale per raggiungere sia il nord che il sud dell’isola, ed è qui che arriverete con l’aereo o con il traghetto. In particolare, vi consiglio queste strutture

  • El Hotelito 27: hotel moderno molto carino nel centro di Santa Cruz.
  • Hotel San Telmo : hotel meraviglioso situato in un edificio restaurato del XVII secolo.
  • Casa con vistas al mar : io ho dormito in questa magnifica casa storica che si trova un pò in alto, subito fuori dal centro.
Dove dormire a La Palma

Quanti giorni stare a La Palma? 

Premessa: io ci ho trascorso 5 giorni pieni, ma avrei voluto fermarmi di più alla fine! In base a cosa volete vedere a La Palma e a quanti trekking volete fare, vi direi di calcolare almeno 7-8 giorni pieni. Io ho dedicato 2 giorni interi a 2 trekking lunghi (Caldera del Taburiente e Routa de los Vulcanes) e 3 giorni all’esplorazione dell’isola. Per comodità secondo me conviene dividere le giornate di esplorazione così (calcolando di avere una macchina a noleggio e di partire da Santa Cruz de la Palma):

Cosa vedere a La Palma in 4-7 giorni: l’itinerario

Giorno 1 (centro e nord-est):  Los Roques de los Muchachos, Osservatorio Astronomico, Garafia, Poris de la Candelaria

Giorno 2 (sud): Brena Alta, Fuencaliente (faro, saline e piscine naturali), Volcan San Antonio e Teneguia, Puerto Naos

Giorno 3 (centro): Rifugio del Pilar, Belvedere los Llanos del Jable, Mirador de la Cumbrecita, Los Llanos

Giorno 4 (nord): Bosco di Los Tilos, Playa de Nogales, Barlovento, Franceses, El Tablado

Cosa vedere a La Palma -l'albero del drago

Cosa vedere a La Palma (Canarie): 10 luoghi da non perdere

1.Santa Cruz de la Palma

La prima cosa da vedere a La Palma è sicuramente il capoluogo, Santa Cruz de la Palma, che è un vero tesoro architettonico! Santa Cruz de la Palma è poco più di una cittadina, con le viuzze lastricate che salgono verso le pendici di un antico cratere, la Caldereta, che forma una protezione naturale alla città. Grazie all’esportazione di zucchero di canna e ai cantieri navali, Santa Cruz aveva uno dei porti più importanti della Spagna nel 1500 e gli edifici principali della città risalgono proprio a questo periodo. Il centro storico ha molti edifici coloniali con i balconi in legno, soprattutto sul lungomare e su Calle Perez de Brito, dove si trovano i palazzi nobiliari della città. Interessante anche il Museo Naval che si trova all’interno di una copia della Santa Maria, una delle 3 caravelle di Cristoforo Colombo, che espone carte e antichi strumenti di navigazione. Girovagate tra le belle vie di Santa Cruz e fermatevi a bere un ottimo caffè nello storico Cafè de Don Manuel

Santa Cruz de la Palma
Santa Cruz de la Palma

2.Fuencaliente e le saline

La punta sud dell’isola (che potrete raggiungere in circa 45-50’ da Santa Cruz de la Palma) è occupata dalle saline e dal faro di Fuencaliente (o Los Canarios). Questa zona era nota per le sue acque termali (fuentes calientes..da cui Fuecaliente), utilizzate per i reumatismi e per i disturbi intestinali. La colata lavica del Volcan San Antonio (vedi prossimo paragrafo) ha però seppellito le sorgenti. Questa zona dell’isola è quella che ha subito le eruzioni più recenti (negli anni ‘70) ed il paesaggio è arido e privo di vegetazione, ma è spettacolare! Fermatevi al faro per un pranzo o per un aperitivo con vista sulla saline dal ristorante El Jardin de La Sal (è molto carina anche la spiaggetta che si trova lì sotto) e proseguite poi lungo la costa sulla strada LP-209. Dopo un pochi km vedrete indicata Playa Nueva, scendete su questa bella spiaggia di sabbia nera, girate a destra e scoprirete una bellissima piscina naturale. 

Cosa vedere a La Palma - il faro di Fuencaliente
Cosa vedere a La Palma - il faro di Fuencaliente
Cosa vedere a La Palma - piscina naturale

3.Immersione alle Croci di Malpique

Se avete il brevetto per le immersioni non potete perdervi questa escursione! Di fronte alle coste di Fuencaliente ci fu un crudele attacco pirata nel 1500 e 40 monaci francescani portoghesi e spagnoli furono gettati in mare dalla loro nave (viene chiamata la “carneficina dei martiri di Tazacorte”). Per omaggiarli, a 20 metri di profondità, oggi si trovano 40 croci erette su sabbia e pietra che si possono vedere con un’immersione molto suggestiva conosciuta come le Croci di Malpique. La profondità massima è di 25 mt quindi è un’immersione alla portata di tutti. 

Cosa vedere a La Palma - croci di Malpique

4.Volcan San Antonio e Teneguia

Tra le cose da vedere La Palma ci sono sicuramente i vulcani della zona sud, su tutti il Volcan San Antonio e il Teneguia. Iniziate la visita dal Centro de Visitantes Volcan San Antonio (ingresso a 5 euro) con un piccolo museo, ben fatto, che spiega tante cose sull’attività vulcanica della zona e sulla sua storia. Da qui si accede al sentiero che conduce al cratere del Volcan San Antonio, un grande cono nero che ha eruttato l’ultima volta nel 1949. La vista è magnifica, sia all’interno del cratere che verso il mare e verso il volcan Teneguia. Quest ultimo si è formato a seguito dell’eruzione del Volcan San Antonio ed è stato l’ultimo vulcano ad eruttare sull’isola nel 1971, aumentandone di fatto la superficie. Oltre il cancello d’ingresso del Centro de Visitante parte un bel sentiero che scende al faro e al Volcan Teneguia (6 km circa, 1-2h di cammino). Se percorrerete i 18 km della Routa de los vulcanes finirete proprio a Fuencaliente e, volendo, potrete proseguire poi fino al faro.    

La Palma è anche famosa per i vini (soprattutto per la Malvasia vulcanica, come Lanzarote) e vicino Fuencaliente si trova una delle cantine più antiche e rinomate, la Bodegas Teneguia, che risale al 1947. Potete venire qui sia per fare delle visite guidate alla cantina (si prenotano dal sito), che per per degustare semplicemente qualche vino. 

Cosa vedere a La Palma - volcan Teneguia
Cosa vedere a La Palma -i vulcani del sud

5.Parque National de la Caldera del Taburiente

Se devo pensare alla cosa più eclatante da vedere a La Palma dico sicuramente il Parque National de la Caldera del Taburiente con Los Roques de los Muchachos, il punto più alto dell’isola (2426 mt). Lo si raggiunge in 1h e mezza da Santa Cruz con una bella strada (tutta di curve!), ma la vista che si gode quando si arriva in cima è strepitosa. La Caldera de Taburiente è un anfiteatro naturale di 7 km di diametro provocato da un vulcano franato milioni di anni fa e dalla sua cresta si riescono a vedere El Hierro e la vetta del Teide che sovrastano le nuvole. La cosa incredibile di questo posto (e vi dico che le foto non riescono a rendere minimamente la sua bellezza!!) è che sembra davvero di volare sopra le nuvole! Il cielo qui è praticamente sempre terso, ed è per questo che ospita uno dei più importanti osservatori astrofisici al mondo, Observatorio del Roques de los Muchachos. Nel 2012 La Palma è stata infatti dichiarata dall’UNESCO “Starlight Reserve” e il Gran-tecan (Gran Telescopio Canarias) è il telescopio con la più grande apertura del pianeta. Tranne in questo periodo (per le misure anti-Covid), normalmente è possibile effettuare delle visite guidate all’Osservatorio. Qui trovate tutte le info e come prenotare. Per l’osservazione delle stelle invece vi rimando al paragrafo 10. Per avere la visuale della Caldera de Taburiente dal basso invece il posto migliore è sicuramente il mirador de la Cumbrecita (a meno che non vogliate fare un trekking all’interno della caldera– io ho fatto questo ed è stato magnifico!). Per parcheggiare al Mirador de la Cumbrecita bisogna prenotare il posto auto dal sito del parco o provare last-minute al centro visitatori. 

Cosa vedere a La Palma - Roques de los Muchachos
Cosa vedere a La Palma - Roques de los Muchachos
 osservatori di Roques de los Muchachos

6.Poris de la Candelaria

La seconda cosa da vedere a La Palma senza se e senza ma è questo posto incredibile che si trova lungo la costa ovest dell’isola: il Poris de Candelaria. È un luogo nascosto che non si raggiunge molto facilmente, ma ha davvero dell’incredibile! Dovrete prendere una strada molto stretta e ripida che parte da Tijarafe e, dopo circa 5 km, raggiungerete il parcheggio per poi proseguire a piedi. All’interno di una grande grotta che si apre sul mare c’è questo porticciolo (con tanto di case) che risale al XVI secolo, da cui sarebbero arrivati ​​grano e catrame, ma anche palme dall’America. La fortuna del Poris de Candelaria in realtà è legata al fatto che vicino alla grotta c’è un pozzo d’acqua dolce che non si secca mai. Per questo motivo, nei mesi più caldi molti tijaraferos andavano alle capanne all’interno della grotta con le loro famiglie e il bestiame. Solo negli ultimi anni però è diventata una località estiva per i locali e un’attrazione per i visitatori (grazie a Instagram..in quest ultimo caso). Si capisce che stanno costruendo altre case, ma mi auguro che non lo facciano diventare Disneyland!! 

Se siete amanti della birra artigianale, andando via dal Poris de Candelaria fermatevi alla Cerveceria Isla Verde per un’ottima birretta ghiacciata. 

La Palma- Poris de Candelaria
La Palma- Poris de Candelaria

7.Puerto Naos e Tazancorte 

Puerto Naos e Tazancorte sono le principali località balneari de La Palma e si trovano entrambe sulla costa ovest, ma dimenticatevi le spiaggia di sabbia bianca. Tutte le spiagge de La Palma sono di sabbia nera! Tra le cose da vedere a La Palma sono le meno impressionanti, ma se volete farvi un tuffo al mare o una giornata di relax, perchè no? Tazancorte è quella più a nord delle due ed ha un paesino carino circondato completamente dalle piantagioni di banane (sono davvero a perdita d’occhio!). Puerto Naos è poco più a sud  ed è circondata dalla colata lavica del 1949. Da vedere in zona c’è anche il giardino botanico Palmex Cactus

Puerta Naos
Bananeti a La Palma

8.Los Tiles e Playa de Nogales

Un’altra cosa da vedere a La Palma è sicuramente Los Tiles, quasi 1400 kmq di foresta pluviale dichiarati Riserva della Biosfera UNESCO. Los Tiles si trova a circa 30’ da Santa Cruz de La Palma, salendo verso nord. Il paesaggio qui è completamente diverso dal resto dell’isola, ed è un luogo davvero magico perchè sembra di camminare in un bosco incantato! Potete esplorare questa foresta fitta e sempreverde camminando lungo diversi sentieri, come quello che va al Mirador de La Barandas (1,5 km ma abbastanza ripido) o quello alle sorgenti Marcos y Cordero (8 km circa, ripido a tratti). Vi basterà invece camminare solo 5’ dal Centro Visitate de Los Tilos per raggiungere una bella cascata.  

Non lontano da Los Tiles merita una visita (o una mezza giornata di relax con tanto di bagno) la bella Playa de Nogales. Dalla strada principale dovrete scendere fino alle ripide scogliere sul mare, parcheggiare qui e poi seguire il sentiero a piedi. La spiaggia è di sabbia nera e davvero selvaggia! Portatevi acqua e cibo se intendete fermarvi un pò perchè non c’è nulla nei paraggi.  

Los Tilos
Los Tilos
pianta di felce a Los Tilos

9.Il nord-ovest: El Tablado e la zona de la Garafia

La costa nord di La Palma, quella che va da Barlovento a Llano Negro circa, è la meno turistica dell’isola ma regala panorami e sentieri mozzafiato. La costa qui è a strapiombo sul mare e la montagna è interrotta solo da diversi barranchi (canyon). Se avete tempo dedicatelo alla zona de la Garafia (estremo nord-ovest dell’isola), al paesino di El Tablado e a Franceses

10.Osservare le stelle

L’ultima cosa da vedere a La Palma sono sicuramente la stelle. Non potrete andar via senza aver fatto almeno un’osservazione degli astri da uno dei  suoi 14 mirador astronomici! Io ho partecipato a questo tour astronomico organizzato dall’agenzia Ad Astra e mi è piaciuto molto. La guida porta un telescopio portatile e spiega le varie costellazioni presenti al momento, i pianeti, e quant altro. Si vedono davvero milioni di stelle!! Il tour inizia alle 20:30 e dura circa 1h e 30’ (copritevi un pò perchè i mirador sono tutti in quota e fa freddo). Naturalmente non si può fare quando la luna è piena o quasi piena. 

Osservazione Astronomica

Dove mangiare a La Palma

  • Zulay: la panetteria migliore dell’isola, c’è in più posti (Santa Cruz, Fuencaliente,ecc)
  • El Cafè de Don Manuel: cafè storico con torrefazione che si trova in più posti sull’isola. Quello che si trova nel centro storico di Santa Cruz si trova in un patio ed è molto bello
  • Casa Osmunda (Brena Alta): ristorante buonissimo di carne (ma non solo),cucina gourmet. Bel locale con terrazza
  • Chipi Chipi (Brena Alta): ristorante storico specializzato nella carne alla brace, molto bello con terrazza e salette private. Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • La Lonja (Santa Cruz de la Palma): bel ristorante in un patio nel centro di Santa Cruz, con tavoli anche sul lungomare. Ottima cucina di mare
  • El Jardin de La Sal (Fuencaliente): bel ristorante gourmet con vista sulle saline di Fuencaliente – davvero ottimo!!
  • Enriclai (Santa Cruz de la Palma): ristorantino nel centro con pochissimi tavoli. Prenotate con largo anticipo perchè ha 4 tavoli. Lo chef cucina quello che trova al mercato 
  • Tasca Luis (Santa Cruz de la Palma): tapas bar/ristorante tipico
  • Kiosco Bar El Puertito (Santa Cruz de la Palma): ristorante alla buona sul porto per mangiare pesce
  • Cerveceria Isla Verde (Tijarafe): birreria artigianale in un bel locale con terrazza
Dove mangiare - El Cafè de Don Manuel
Dove mangiare a La Palma - Chipi Chipi

L’assicurazione sanitaria è consigliata

Essendo in Europa, come cittadini italiani abbiamo diritto all’assistenza sanitaria, ma ci sono delle condizioni precise e dei massimali. Il mio consiglio è quello di fare comunque una classica assicurazione medico-bagaglio che vi possa coprire durante il viaggio, anche per il Covid-19. Io mi trovo molto bene con Heymondo, un sito che confronta le polizze di diverse compagnie e propone la polizza più conveniente per quel determinato viaggio. Per farlo dovrete inserire i dati relativi al vostro viaggio e vi manderanno una mail con le proposta migliore che potrete poi acquistare direttamente on-line (essendo miei lettori avrete diritto anche uno sconto del 10%!!!).  Tutte le assicurazioni di viaggio di Heymondo coprono l’assistenza medica anche in caso di contagio da coronavirus, compreso il test se necessario. È prevista anche la copertura per il prolungamento del soggiorno in hotel dovuto alla quarantena. Allo stesso modo la garanzia di annullamento del viaggio include la copertura per malattia o decesso del viaggiatore o di un familiare a causa del COVID-19.

FAQ su La Palma

La Palma (Canarie): quando andare?

Le isole Canarie hanno un clima favorevole e mite tutto l’anno, ma la primavera (marzo soprattutto) è probabilmente il momento migliore per visitarla, quando tutto è in fiore.

Quanto ci vuole a raggiungere La Palma da Tenerife?

Per raggiungere La Palma da Tenerife si impiegano 3h30′ (in traghetto da Los Cristianos), o 50′ di volo (partendo dall’aeroporto di Tenerife Norte).

Potrebbero interessarti anche questi altri articoli che ho scritto sulle Canarie:

About

Autore
Valentina Borghi
Sono la fondatrice di questo blog. Sono anche una romana trapiantata a Milano tanti anni fa e viaggio praticamente da quando sono nata.
Come mi descriverei? Viaggiatrice compulsiva, travel blogger, food lover, gattara e curiosa di tutto (ma proprio TUTTO)

Lascia un commento

Your feedback is valuable for us. Your email will not be published.